Tubercolosi

Sinonimi nel senso più ampio del termine

consumo, malattia di Koch (secondo lo scopritore Robert Koch), Tbc

Definizione Tubercolosi

La tubercolosi è una malattia infettiva causata da batteri della classe dei micobatteri. I rappresentanti più importanti di questo gruppo sono il Mycobacterium tuberculosis, responsabile di oltre il 90% delle malattie, e il Mycobacterium bovis, responsabile della maggior parte del restante 10%. Quest'ultimo è importante in quanto è l'unico micobatterio in grado di sopravvivere in un ospite animale.

Ci sono circa due miliardi (!) Di persone in tutto il mondo che sono state infettate dal batterio, con l'obiettivo principale in Africa e nei paesi dell'ex blocco orientale. La tubercolosi è quindi la malattia infettiva più comune. Ogni anno circa otto milioni di persone muoiono di tubercolosi, un numero esiguo rispetto al numero di persone infette (bassa mortalità). In Germania, ci sono attualmente meno di 10,000 malati, sebbene il numero di persone infette sia in costante diminuzione da diversi anni.

Cause di tubercolosi

Il batterio viene solitamente (in più dell'80% dei casi) trasmesso da persona a persona infezione da goccioline (saliva). Sono possibili altre vie di trasmissione attraverso la pelle (solo se la pelle è lesa), l'urina o le feci, ma sono l'eccezione. Se le mucche sono infettate dal patogeno Mycobacterium bovis, possono infettare gli esseri umani attraverso il loro latte crudo.

Tuttavia, nei paesi occidentali la tubercolosi dei bovini è stata debellata e quindi è stato scongiurato il pericolo di contrarre la tubercolosi attraverso il consumo di latte. Se una persona sana ha contatti con il batteri, può scongiurare la malattia in circa il 90% dei casi. In altre parole: l'infettività dei patogeni è bassa.

Nelle persone con immunosoppressione (un peggioramento sistema immunitario, Per esempio, AIDS pazienti, alcolisti, gravi diabete mellito, persone malnutrite) il rischio di infezione è notevolmente aumentato. La tubercolosi è la principale causa di morte delle persone con infezione da HIV! I micobatteri sono caratterizzati dal fatto che sono circondati da uno spesso strato di cera oltre alla normale struttura di un batterio con parete cellulare.

Questo strato di cera è la ragione delle numerose caratteristiche speciali: L'essere umano sistema immunitario combatte il batteri in modo speciale. Se il sistema di difesa del corpo non riesce a uccidere tutti i batteri quando entrano nel corpo, le cellule di difesa cercano di murare i patogeni. Ciò ha il vantaggio che i batteri non possono diffondersi ulteriormente, ma anche lo svantaggio che non possono essere combattuti ulteriormente all'interno di questa struttura.

Al contrario, i patogeni possono sopravvivere per anni in questa struttura, nota anche come granuloma o tubercolo, e se le difese del corpo si deteriorano, possono innescare una nuova ondata di malattia (reinfezione endogena, infezione secondaria). Nel tempo, si verifica una calcificazione di questi granulomi, che può essere vista nel Raggi X torace (immagine a raggi X del torace). In linea di principio, i batteri della tubercolosi possono attaccare tutti gli organi umani.

Poiché la principale via di infezione della tubercolosi è inalazione, anche i polmoni sono colpiti in oltre l'80% dei casi. Altri organi più frequentemente colpiti sono i pianto, la cervello e l' fegato. Se più organi sono colpiti, si parla anche di tubercolosi miliare, perché i noduli simili a piselli negli organi colpiti possono essere rilevati ad occhio nudo (ad esempio durante le operazioni o un'autopsia).

Una panoramica dettagliata di tutte le malattie tropicali è disponibile nell'articolo: Panoramica delle malattie tropicali

  • Lo scambio di nutrienti con l'ambiente (diffusione) è fortemente limitato. Questo è il motivo per cui è difficile combattere la tubercolosi antibiotici (farmaci speciali che agiscono in modo abbastanza selettivo contro i batteri), perché anch'essi devono prima entrare nella cellula per essere efficaci.
  • I micobatteri si dividono estremamente lentamente. Mentre alcuni batteri, come l'Escherichia coli, che si trova nell'intestino, hanno un tempo di generazione di 20 minuti (cioè raddoppia ogni 20 minuti), l'agente patogeno che causa la tubercolosi ha bisogno di circa un giorno.

    Ciò significa che c'è un lungo periodo di tempo (circa sei settimane) tra l'infezione con l'agente patogeno e l'insorgenza della malattia

  • Le cellule immunitarie (cellule di difesa) del corpo umano difficilmente possono riconoscere i batteri una volta che hanno infettato il corpo e quindi difficilmente possono combatterli. Al contrario, i micobatteri possono persino sopravvivere in alcune cellule di difesa, i cosiddetti fagociti, e diffondersi in tutto il corpo.
  • A causa del loro strato di cera, possono sopravvivere anche in un ambiente molto acido (ad esempio nel succo gastrico).