Ormoni tiroidei

Introduzione

Le ghiandola tiroidea ne produce due differenti ormoni, tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). La sintesi e il rilascio di questi ormoni è regolata dalla ipotalamo ed ghiandola pituitaria. Il loro scopo principale è aumentare il metabolismo energetico. Il ghiandola tiroidea produce il ormoni T3 e T4 da un lato e calcitonina dall'altra. Questi ormoni sono discussi separatamente di seguito.

Sintesi degli ormoni tiroidei

Attraverso un meccanismo attivo, sotto l'influenza della tireotropina del ghiandola pituitaria, le ghiandola tiroidea può assorbire iodio dal sangue nelle cellule tiroidee (tiroociti). Questo accade con l'aiuto di a sodio-ioduro symporter, che assorbe lo ioduro dal sangue nell'ambito di un meccanismo che consuma energia. Successivamente, la cosiddetta iodizzazione avviene nelle cellule tiroidee (cellule della ghiandola tiroidea).

Qui, il ioduro nelle cellule viene prima ossidato dalla perossidasi tiroidea e poi attaccato all'amminoacido tirosina dal iodio transferase. Successivamente, due residui di tirosina iodata si condensano tra loro e formano così il tiroxina (T4). Questo viene quindi rilasciato dalle cellule tiroidee e immagazzinato come tireoglobulina nei follicoli tiroidei.

Rilascio di ormoni tiroidei

Quando gli ormoni tiroidei devono essere rilasciati, viene prima inviato un segnale ai follicoli tiroidei, che poi rilasciano la tirooglobulina alle cellule tiroidee per endocitosi. Nelle cellule tiroidee, la tireoglobulina viene trasportata alla membrana basale. Lì la tireoglobulina viene scissa dalla sua sostanza vettore e libera tiroxina (T4) e triiodotironina libera (T3) vengono prodotte.

Questi ormoni tiroidei vengono rilasciati nel sangue in un rapporto di 10-20: 1. Poiché solo T3 è l'ormone tiroideo biologicamente attivo, viene prodotto nel sangue da T4 mediante mono-deiodinazione sull'anello fenolico. Questa deodinazione è controllata dai singoli organi e dalla loro attivazione della deodasi. Per questo motivo, non tutto il T4 viene convertito direttamente in T3 efficace, ma solo quando un organo necessita dell'azione ormonale.