Vene: struttura e funzione

La strada per il cuore

Un importante punto di raccolta del sangue dalla cavità addominale è la vena porta, una vena che porta il sangue povero di ossigeno ma ricco di sostanze nutritive dagli organi addominali al fegato, l’organo metabolico centrale.

Tuttavia non tutte le vene trasportano sangue “usato”, cioè povero di ossigeno. L'eccezione sono le quattro vene polmonari, che riportano il sangue ossigenato nei polmoni al cuore (nell'atrio sinistro).

Struttura delle vene

Le vene hanno all'incirca la stessa circonferenza delle arterie, ma una parete più sottile (perché in esse c'è meno pressione) e quindi un lume più grande. A differenza delle arterie, hanno solo un sottile strato di muscolo nello strato della parete media (media o tunica media). Un'altra differenza rispetto alle arterie: molte vene hanno valvole integrate (vedi sotto).

Vene superficiali e profonde

Le vene profonde corrono negli strati più profondi dei tessuti del corpo, per lo più circondati da muscoli. Contengono la maggior parte del volume sanguigno del sistema venoso (circa il 90%) e trasportano il sangue dai muscoli al cuore. Le vene superficiali e profonde sono in contatto tra loro attraverso le vene di collegamento.

Le vene immagazzinano molto sangue

Trasporto del sangue ostacolato

La bassa pressione interna nei vasi venosi e il lento flusso sanguigno rendono difficile il trasporto del sangue al cuore. Soprattutto in posizione eretta il sangue venoso deve essere trasportato dal basso verso l'alto contro la forza di gravità. Per fare questo ha bisogno di sostegno.

Valvole venose

Pompa muscolare

Oltre al sistema valvolare, i muscoli scheletrici attorno alle vene supportano il loro lavoro, ma solo quando ci muoviamo. Quando stiamo seduti o in piedi a lungo, la pompa muscolare delle gambe è difficilmente attiva. Quindi le gambe possono gonfiarsi e sentirsi pesanti.

Allenamento delle vene