Endoscopia dello stomaco con anestesia

Gastroscopia in anestesia locale

Se la gastroscopia viene eseguita senza anestesia, di solito ti verrà somministrato un farmaco sedativo poche ore prima dell'esame. Poco prima della gastroscopia viene quindi anestetizzato leggermente la gola con uno spray speciale in modo che non si attivi il riflesso del vomito quando viene inserito il tubo.

Un'anestesia diversa da quella locale solitamente non è necessaria per la gastroscopia perché la mucosa del tratto gastrointestinale è meno sensibile al dolore. Pertanto, la gastroscopia non provoca dolore.

Non utilizzando l'anestesia generale, la circolazione è meno stressata e la coscienza e la reattività sono influenzate solo leggermente dal sedativo. Pertanto dopo la gastroscopia potrete tornare a casa più rapidamente.

Non mangiare né bere finché l'effetto dell'anestetico locale non sarà completamente svanito. Di solito ci vogliono circa due ore.

Gastroscopia sotto sedazione

Durante la gastroscopia il paziente vive in una sorta di sonno crepuscolare e anche la durata del trattamento viene percepita come più breve e piacevole. Una volta completata la gastroscopia, si reca in una sala di risveglio. Lì il paziente rimane monitorato finché non è più stanco.

L'autovalutazione e la reattività sono compromesse per diverse ore dopo tale sedazione. Durante questo periodo non sarà possibile partecipare attivamente alla circolazione stradale né utilizzare macchinari.

Fatevi accompagnare a casa (persona che lo accompagna, taxi) se la gastroscopia è stata eseguita in regime ambulatoriale presso uno studio medico. Discuti con il tuo medico per quanto tempo dovresti stare lontano dal traffico e dalle macchine. Di norma raccomanda di astenersi dalla guida e simili per 12-24 ore. Il periodo di tempo esatto dipende principalmente dal farmaco somministrato.

Gastroscopia con anestesia

I farmaci vengono utilizzati per disattivare la sensazione di dolore e i riflessi del paziente mentre dorme profondamente. Durante questo processo, il paziente viene ventilato artificialmente e vengono monitorate le funzioni vitali come il battito cardiaco e l'apporto di ossigeno. Dopo la gastroscopia in anestesia generale, il paziente deve essere tenuto sotto controllo fino al completo esaurimento dell'effetto anestetico.

Come nel caso della sedazione più leggera, i pazienti devono astenersi dal guidare o utilizzare macchinari dopo l'anestesia generale.

A differenza dell’anestesia locale e della sedazione, la gastroscopia in anestesia comporta rischi aggiuntivi. Per questo motivo, il medico deve eseguire preventivamente ulteriori esami per garantire che vengano chiariti i fattori di rischio come le malattie cardiovascolari.