Cancro allo stomaco: sintomi, prognosi, terapia

Breve panoramica

  • Sintomi: inizialmente gonfiore, perdita di appetito, avversione per alcuni cibi, successivamente sangue, vomito a dirotto, sangue nelle feci, dolore nella parte superiore dell'addome, bruciore di stomaco, difficoltà di deglutizione, perdita di peso indesiderata, sudorazione notturna e febbre
  • Decorso: si diffonde progressivamente dal sito di origine ai tessuti adiacenti e metastatizza ad altri organi man mano che la malattia progredisce
  • Cause: il cancro allo stomaco è causato da cambiamenti nel materiale genetico delle cellule dello stomaco. Non si sa esattamente perché questi si verificano.
  • Fattori di rischio: importanti fattori di rischio includono una dieta ricca di sale e povera di fibre. Anche l’alcol, la nicotina e alcune tossine prodotte dal fumo, dalla cottura alla griglia e dalla stagionatura degli alimenti aumentano il rischio di malattie.
  • Terapia: se possibile, il tumore viene rimosso chirurgicamente. La chemioterapia e la radioterapia vengono utilizzate prima dell’intervento chirurgico per ridurre le dimensioni del tumore. Dopo l'intervento chirurgico, vengono utilizzati per prevenire le recidive.
  • Prevenzione: per prevenire il cancro gastrico, è utile evitare i fattori di rischio. In particolare, il trattamento coerente delle infezioni da Helicobacter pylori e una dieta sana sembrano ridurre il rischio di malattia.

Cos'è il cancro allo stomaco?

Molto spesso, le cellule ghiandolari della mucosa gastrica che producono il succo gastrico degenerano. I medici parlano allora di un adenocarcinoma. In rari casi, il tumore origina da cellule linfatiche (linfoma MALT) o da cellule muscolari e del tessuto connettivo (sarcoma).

Cancro allo stomaco: frequenza

Il cancro allo stomaco è una malattia dell’età avanzata. L'età media di insorgenza è di 72 anni per gli uomini e 76 per le donne. Solo il 30% circa delle persone colpite sviluppa la malattia tra i 40 e i XNUMX anni.

Stadi del cancro allo stomaco

A seconda della sua malignità e della diffusione delle cellule tumorali nello stomaco stesso, così come nei linfonodi o in altre parti del corpo, i medici dividono il cancro gastrico in diversi stadi.

Classificazione in base alla malignità

Nello stadio G4, invece, le differenze sono molto grandi e le cellule gastriche degenerate hanno già perso molte delle loro proprietà e capacità tipiche. In questo contesto i medici parlano anche di cellule indifferenziate. Quanto più avanzato è lo stadio, tanto più aggressivo diventa solitamente il tumore.

Classificazione in base al grado di diffusione

Dimensioni del tumore (T):

  • T1: tumore precoce limitato allo strato più interno della mucosa
  • T2: il tumore colpisce inoltre lo strato muscolare liscio dello stomaco
  • T3: il tumore colpisce anche lo strato esterno del tessuto connettivo (sierosa) dello stomaco
  • T4: il tumore colpisce anche gli organi circostanti

Linfonodi (N):

  • N1: uno o due linfonodi circostanti (regionali) sono colpiti dalle cellule tumorali.
  • N2: da tre a sei linfonodi regionali sono colpiti dalle cellule tumorali.

Metastasi (M):

  • M0: Non sono presenti metastasi a distanza in altri organi.
  • M1: sono presenti metastasi a distanza in altri organi.

Esempio: un tumore T2N2M0 è un cancro gastrico che ha già invaso lo strato muscolare dello stomaco (T2), colpito da tre a sei linfonodi circostanti (N2), ma non ha ancora causato metastasi del cancro gastrico (M0).

Quali sono i sintomi del cancro allo stomaco?

Con il progredire della malattia, le persone colpite lamentano spesso una persistente sensazione di pienezza nella parte superiore dell'addome o un'improvvisa perdita di appetito. Se questi sintomi molto generici non scompaiono da soli al massimo dopo otto settimane, potrebbero essere sintomi di cancro allo stomaco. È quindi importante che le persone colpite consultino immediatamente un medico.

Vomito sangue e feci catramose

Il cambiamento di colore e consistenza è dovuto alla reazione del sangue con l'acido gastrico. Inoltre, il sangue rosso vivo si coagula nel suo percorso attraverso l'intestino, provocando anche un cambiamento di colore. D'altro canto, quanto più il sangue nelle feci è chiaro e fresco, tanto più in profondità nel tratto digestivo si trova la fonte del sanguinamento.

Anemia

Sintomi del cancro allo stomaco in fase avanzata

Nello stadio avanzato del tumore si manifestano ulteriori sintomi del cancro allo stomaco: le persone colpite notano spesso una perdita di peso indesiderata causata dal tumore. Se il carcinoma dello stomaco si trova all'uscita dello stomaco, il passaggio del cibo nell'intestino può essere ostacolato. Ciò provoca una sensazione di pienezza, spesso accompagnata da nausea e vomito. Il vomito avviene spesso a fiotti.

Nel cancro avanzato, il tumore può talvolta essere palpabile nella parte superiore dell’addome. Come ulteriore segno di cancro allo stomaco, nel corso della malattia si verificano talvolta difficoltà di deglutizione e una sensazione generale di debolezza.

Sintomi del cancro allo stomaco metastatico

Negli stadi avanzati, il cancro allo stomaco spesso forma tumori figli in altri organi. A seconda dell'organo coinvolto compaiono ulteriori sintomi:

Nelle donne, il carcinoma gastrico talvolta si diffonde alle ovaie. Le cellule tumorali “gocciolano” dallo stomaco nella cavità addominale e di solito colpiscono entrambe le ovaie. I medici chiamano il tumore risultante un “tumore di Krukenberg”. Anche qui i sintomi sono relativamente non specifici. Ad esempio si verificano sanguinamento vaginale, dolore durante i rapporti sessuali e sintomi B.

Possibili segni di cancro allo stomaco? Assolutamente da prendere sul serio!

Tuttavia, le persone colpite spesso non prendono sul serio i possibili sintomi del cancro allo stomaco. Soprattutto gli anziani spesso attribuiscono i loro disturbi all'età avanzata oppure trovano erroneamente un'altra spiegazione ai segnali sospetti. Il cancro allo stomaco è una malattia grave che è tanto più difficile da trattare quanto più tardi viene diagnosticata. Se il medico diagnostica precocemente la malattia, invece, ci sono buone possibilità di guarigione.

Il cancro allo stomaco è curabile?

Ma anche se la malattia è già in uno stadio molto avanzato e non c’è più alcuna speranza di guarigione, la medicina offre ampie possibilità per rendere il resto della vita il più indolore e piacevole possibile per le persone colpite. In Germania esistono specialisti in medicina palliativa appositamente per questo scopo, specializzati, tra l'altro, nel fornire un'assistenza ottimale alle persone affette da cancro allo stomaco e ai loro parenti.

Cause e fattori di rischio

Il motivo per cui si verificano i cambiamenti genetici che portano al cancro allo stomaco non è ancora noto con precisione. Tuttavia, ci sono numerosi fattori di rischio che favoriscono il cancro gastrico.

Abitudini alimentari

Le tossine di alcuni tipi di muffe, le aflatossine, sono ugualmente cancerogene. Per questo motivo non è consigliabile consumare ancora cibi ammuffiti.

Fumo e alcool

Anche la nicotina e l’alcol sono sostanze cancerogene che aumentano il rischio di cancro allo stomaco e altri tumori.

altre malattie

Anche alcune malattie sono legate allo sviluppo del cancro allo stomaco:

  • Ulcera gastrica (una ferita della mucosa gastrica causata da un eccesso di acido gastrico)
  • Malattia di Ménétrier (“gastrite delle pieghe giganti” con mucosa gastrica proliferante)
  • Infezione da parte del “germe dello stomaco” Helicobacter pylori (questa infezione batterica porta anche alla gastrite)
  • Gastrite atrofica cronica (infiammazione cronica della mucosa gastrica con associata atrofia dei tessuti)

Fattori genetici

Il rischio è particolarmente elevato se si verifica un determinato cambiamento genetico in famiglia: nel caso del carcinoma gastrico diffuso ereditario (HDCG), una mutazione nel cosiddetto gene CDH1 provoca una comparsa più frequente del cancro gastrico già in giovane età adulta. Circa l'XNUMX-XNUMX% di tutte le persone affette da cancro gastrico appartengono a questo gruppo.

Allo stesso modo, una sindrome tumorale ereditaria dell'intestino, il carcinoma colorettale ereditario senza poliposi (HNPCC, sindrome di Lynch), aumenta il rischio di cancro allo stomaco.

Se si sospetta un cancro allo stomaco (ad esempio a causa di vomito o feci nere e catramose), il medico eseguirà prima una gastroscopia. Durante questo esame, il medico esamina lo stomaco dall'interno e, se necessario, preleva un campione di tessuto (biopsia). Questo campione viene quindi esaminato in laboratorio per verificare la presenza di cellule tumorali dello stomaco. La gastroscopia fornisce anche informazioni sulla diffusione di un tumore esistente.

Nella ricerca delle metastasi vengono utilizzate anche una radiografia dei polmoni e una tomografia computerizzata (TC). La laparoscopia è una procedura chirurgica in cui il medico inserisce un endoscopio dotato di telecamera e fonte di luce nell'addome attraverso una piccola incisione nella pelle per esaminarlo più da vicino. La laparoscopia viene utilizzata principalmente per il cancro allo stomaco avanzato.

Trattamento

Misure chirurgiche per il cancro allo stomaco

Nel caso del cancro allo stomaco più avanzato, è necessaria la rimozione parziale o completa dello stomaco (resezione gastrica). Per garantire che il passaggio del cibo sia ancora possibile, il chirurgo collega la parte restante dello stomaco o l'esofago (in caso di rimozione completa dello stomaco) direttamente all'intestino tenue. Se il cancro allo stomaco ha già colpito la milza o il pancreas, il medico di solito rimuove anche questi.

Le persone colpite hanno spesso bisogno di ulteriori minerali e vitamine, ad esempio la vitamina B12: per assorbirla dal cibo, l'organismo ha bisogno di un determinato composto zuccherino-proteico che viene normalmente prodotto nella mucosa dello stomaco (il cosiddetto "fattore intrinseco"). Questo è il motivo per cui la carenza di vitamina B12 è più comune dopo la resezione gastrica.

Chemioterapia e radioterapia per il cancro allo stomaco

Anche se non è più possibile rimuovere completamente il tumore mediante un intervento chirurgico, il medico può consigliare la chemioterapia, la radiochemioterapia combinata o un'altra terapia antitumorale farmacologica se il paziente è in condizioni generali sufficientemente buone. L’obiettivo è migliorare la sopravvivenza e mantenere la qualità della vita.

Terapia per il cancro gastrico avanzato

In alcuni casi è disponibile la terapia con anticorpi come approccio terapeutico più recente: in circa il 20% di tutti i carcinomi gastrici, sulla superficie del tumore è presente un numero maggiore di cosiddetti recettori HER2 – siti di aggancio per fattori di crescita importanti per la crescita del tumore. le cellule tumorali. Gli anticorpi HER2 occupano questi recettori HER2 e quindi aiutano a rallentare la crescita del tumore. Inoltre, i pazienti ricevono la chemioterapia.

Tubo nutrizionale e antidolorifici

Molte persone soffrono di forti dolori negli stadi avanzati del cancro allo stomaco. I farmaci antidolorifici aiutano quindi a migliorare significativamente la qualità della vita.

Frodi

Esistono anche prove che una dieta mediterranea ricca di frutta e verdura e con un alto contenuto di vitamina C è protettiva. Che l'alimentazione influenzi il rischio di cancro allo stomaco è dimostrato anche dal fatto che la malattia si manifesta con una frequenza relativamente elevata, ad esempio in Giappone. I giapponesi emigrati negli USA, invece, non presentano un rischio maggiore di cancro allo stomaco nella generazione successiva.