Spirometria: definizione, ragioni, procedura, analisi

Spirometria: quando è necessaria?

I motivi per i test spirometrici includono:

  • Chiarimento della causa della tosse cronica o della mancanza di respiro (dispnea)
  • Sospetto di malattie delle vie respiratorie, dei polmoni o del cuore
  • Sospetto di malattie dei muscoli respiratori
  • consumo cronico di tabacco
  • test di funzionalità polmonare prima dell'intervento chirurgico
  • prevenzione sanitaria generale
  • Visite di medicina del lavoro per la prevenzione e la diagnosi delle malattie professionali

Spirometria: esecuzione

Durante la spirometria, al paziente viene dato un boccaglio, che diventa uno strumento di misurazione e che deve tenere saldamente con entrambe le labbra. Il suo naso è chiuso con una clip per il naso. Su indicazione del medico, il paziente ora inspira ed espira attraverso il boccaglio per circa cinque-dieci minuti: dopo aver inspirato il più profondamente possibile, il paziente deve espirare il più rapidamente e con forza possibile.

Affinché i risultati siano significativi, è molto importante che il paziente segua esattamente le istruzioni del medico durante l'esame e collabori bene.

Test di broncospasmolisi

In alcuni casi (ad esempio per la diagnosi di BPCO o asma) il medico abbina la spirometria ad un'altra misurazione:

Confrontare le letture prima e dopo la somministrazione del farmaco aiuta il medico a restringere la diagnosi di un disturbo respiratorio. Se nella seconda misurazione la capacità di un secondo è migliorata in una certa misura rispetto alla prima misurazione, il broncodilatatore ha allargato le vie aeree precedentemente ristrette: probabilmente il paziente soffre di asma.

Spirometria: valutazione

Le malattie con vie aeree ristrette, ad esempio, mostrano un’espirazione prolungata e ridotta. Successivamente si abbassa l'indice di Tiffeneau (= rapporto tra la capacità di un secondo e la capacità vitale).

Se la capacità vitale è ridotta, ciò può essere dovuto a una ridotta distensibilità dei polmoni (restrizione) o a un'iperinflazione polmonare (enfisema). Sono quindi necessarie ulteriori indagini per distinguere tra queste due possibili cause.

Spirometria: quali sono i rischi?

La spirometria è una procedura semplice e praticamente priva di rischi. La respirazione profonda a volte può causare tosse irritata, secchezza delle fauci o lievi vertigini. Tuttavia, entrambi scompaiono rapidamente.