Fungo della pelle: sintomi, riconoscimento dei segni, trattamento

Breve panoramica

  • Cos'è il fungo della pelle? Infezione fungina della pelle e/o delle sue appendici. Le forme più comuni sono il piede d'atleta (tinea pedis), la tigna (tinea corporis), i funghi delle unghie (onicomicosi o tinea unguium), i funghi della testa (tinea capitis), i funghi delle mani (tinea manuum), la candidosi cutanea e la pitiriasi versicolor.
  • Cause: dermatofiti (funghi filamentosi), lieviti (funghi germogli) o muffe. Infezione da persona a persona, da animale a persona o toccando oggetti contaminati.
  • Fattori di rischio: le persone con disturbi circolatori (come diabete, sistema immunitario indebolito o obesità) sono particolarmente sensibili.
  • Sintomi: ad es. aree cutanee arrossate e pruriginose sul tronco e sulle estremità nella tigna; pelle gonfia, bianco-grigiastra, con piccole lacerazioni negli spazi tra le dita del piede d'atleta; cambiamenti della pelle rotondi e nettamente delimitati sulla testa con capelli spezzati o caduti nel fungo della testa.
  • Prognosi: con un trattamento costante, solitamente guarigione completa senza danni permanenti alla pelle. Complicazioni soprattutto nelle persone con sistema immunitario debole e nei bambini (infezione fungina degli organi interni).

Fungo della pelle: sintomi

I sintomi del fungo cutaneo dipendono da quale agente patogeno causa l'infezione, da quale parte del corpo è interessata e da quanto estesa è l'infezione. I funghi filamentosi (dermatofiti) sono tra i patogeni più comuni. Possono infettare la pelle, i capelli e le unghie. Altri agenti patogeni comuni sono lieviti e muffe. Oltre alla pelle possono infettare anche le mucose e gli organi interni. Di seguito imparerete di più sui sintomi tipici di importanti tipi di funghi della pelle:

Sintomi del piede d’atleta (tinea pedis)

Anche le piante dei piedi possono essere colpite dal piede dell’atleta. I segni della forma squamoso-ipercheratosica sono la desquamazione bianca e secca della pelle. A volte si sviluppa un'infezione più infiammatoria con vescicole e prurito. I sintomi possono estendersi anche ai bordi laterali del piede. Il dorso del piede solitamente rimane asintomatico.

La forma vescicolo-disidrotica colpisce l'arco plantare e i bordi del piede, dove scoppiano le vescicole. Sulla pianta dei piedi le vescicole non scoppiano a causa dello strato corneo, ma si seccano. Di solito, una sensazione di tensione e prurito accompagna il piede dell’atleta.

Sintomi della tigna (tinea corporis)

Anche la tinea corporis (tigna) è un'infezione fungina della pelle causata da funghi filamentosi. Colpisce il tronco e le estremità. Le aree cutanee interessate presentano arrossamenti rotondi e squamosi, che possono confluire insieme (confluenza) e di solito sono associati a un forte prurito.

Puoi saperne di più sulla tigna nell'articolo Tinea corporis.

Sintomi del fungo della testa (tinea capitis).

I funghi possono colpire anche le zone pelose della testa. Viene colpito soprattutto il cuoio capelluto e solo raramente le sopracciglia o la barba, per cui nella maggior parte dei casi la causa scatenante sono funghi filamentosi. I sintomi dei funghi cutanei che si verificano sono molto diversi. In alcuni pazienti, l'infezione da fungo della testa avviene quasi senza sintomi (nessun segno di infiammazione). In molti altri si sviluppano aree glabre circolari e ben definite di varie dimensioni. Il cuoio capelluto mostra squame grigiastre in queste aree. In altri casi le zone colpite del cuoio capelluto assomigliano a un campo di stoppie: a causa dell’infestazione fungina i capelli si sono spezzati all’incirca alla stessa altezza.

Tutto sulle cause, i sintomi e il trattamento dei funghi alla testa può essere trovato qui!

Sintomi del fungo facciale (tinea faciei).

Un'infezione da funghi filamentosi sul viso si manifesta sotto forma di aree cutanee squamose e pruriginose. I sintomi di solito peggiorano quando la pelle del viso è esposta a una forte luce. La tinea faciei può verificarsi anche insieme alla tinea corporis. Se i sintomi sono molto gravi, potrebbe essere un segno di un sistema immunitario indebolito.

Sintomi dei funghi alle mani (tinea manuum)

I sintomi dei funghi sulla pelle delle mani possono anche essere ricondotti a un'infezione da funghi filamentosi. Di solito all'inizio viene colpita solo una mano. Successivamente, l'infezione fungina può diffondersi d'altra parte. Molti pazienti affetti da tinea manuum soffrono anche di piede d’atleta.

I medici distinguono due forme di funghi sulle mani:

  • Fungo delle mani disidrosiforme: si verifica meno frequentemente della forma ipercheratosico-squamosa. I sintomi tipici dei funghi cutanei in questo caso sono vesciche pruriginose sul palmo della mano, sui bordi della mano e/o sulle parti laterali delle dita.

Una forma particolare di tinea manuum è la sindrome “una mano/due piedi”. È conosciuta anche come tinea palmoplantaris: in questo caso, i sintomi del fungo sulla pelle compaiono su un palmo della mano e su entrambe le piante dei piedi. I diabetici ne sono spesso colpiti, poiché sono particolarmente suscettibili alle infezioni.

Sintomi dei funghi delle unghie (tinea unguium)

Cosa aiuta, come può essere riconosciuto e trattato, leggi nel nostro testo sui funghi delle unghie!

Sintomi del fungo inguinale (tinea inguinalis)

Le infezioni fungine nella regione inguinale colpiscono spesso gli uomini che sudano molto. I sintomi tipici sono bruciore, arrossamento della pelle nettamente definito con bordi accentuati e desquamazione parziale. L'infezione di solito inizia sulla pelle tra le cosce e lo scroto. Successivamente, spesso si diffonde verso l’ano e i glutei. Possono essere colpiti anche lo scroto, il pene e, nelle donne, la vulva.

Sintomi della candidosi cutanea

La candidosi cutanea inizialmente si presenta con vescicole nodulari (papulopustole). Queste si sviluppano rapidamente in grandi placche rosse, in parte trasudanti, con bordi squamosi, accompagnate da piccole pustole.

In generale, un'infezione da lievito (candidosi) può colpire anche le mucose oltre alla pelle. L'infestazione fungina della regione genitale è chiamata candidosi genitale. Nelle donne si manifesta come fungo vaginale. I sintomi tipici sono forte prurito, arrossamento a chiazze, depositi bianchi lavabili sulla mucosa e secrezioni bianche inodore e friabili. Gli uomini sono meno spesso colpiti da un'infezione da lievito genitale. Se lo fa, si manifesta come un'infiammazione della ghianda (fungo del pene).

Sintomi della pitiriasi versicolor (lichene dei genitali)

Questa forma di fungo della pelle inizia con macchie rotondeggianti e ben definite che hanno le dimensioni di lenticchie o centesimi e difficilmente pruriscono. Nel corso del tempo, le macchie si fondono in fuochi più grandi, a forma di mappa con una superficie liscia. Se li accarezzi con una spatola, la pelle si squama. Le scaglie della pelle ricordano la crusca da cui prende il nome.

Le macchie cutanee sono scolorite rispetto alla pelle sana. C'è una differenza di colore a seconda del colore della pelle:

  • Pityriasis versicolor alba: nei pazienti con i capelli scuri o abbronzati, le macchie cutanee appaiono di colore chiaro. Responsabile di ciò è il denso tappeto fungino sulla pelle, che blocca i raggi UV. Pertanto, la pelle sottostante non può più produrre pigmenti colorati (melanina). Il risultato sono macchie bianche sulla pelle scura.
  • Pityriasis versicolor rubra: nei pazienti con carnagione chiara, invece, la pitiriasi versicolor rubra si presenta con macchie rossastre-brunastre. La colorazione è causata dai pigmenti prodotti dal fungo stesso.

Sintomi di microsporiasi

Questa malattia fungina della pelle è causata da funghi filamentosi del genere Microsporum (come M. canis). Questi funghi spesso infettano animali domestici come cani e gatti. Attraverso il contatto con tali animali infetti, una persona può contrarre il fungo. Ciò accade soprattutto ai bambini. Sviluppano lesioni cutanee infiammatorie a forma di disco sul tronco e sul cuoio capelluto. Se il cuoio capelluto è infetto, i capelli potrebbero staccarsi nelle aree colpite.

Fungo della pelle: trattamento

Le infezioni fungine della pelle vengono trattate con antifungini. Si tratta di farmaci che agiscono specificatamente contro i funghi. I pazienti possono supportare il trattamento farmacologico con consigli generali e rimedi casalinghi.

Trattamento dei funghi della pelle: farmaci

Gli agenti antifungini applicati esternamente comprendono nistatina, clotrimazolo, miconazolo, isoconazolo e amorolfina. Per uso interno vengono utilizzati amfotericina B, itraconazolo, ketoconazolo, terbinafina e flucitosina.

Molti antifungini sono disponibili da banco. Prima di trattare da solo il fungo della pelle, tuttavia, dovresti consultare un dermatologo. Lui o lei può dirti quale antifungino è il migliore nel tuo caso. In questo caso giocano un ruolo importante il tipo di fungo della pelle e fattori individuali, ad esempio l'età e l'eventuale gravidanza in corso.

In caso di forte prurito o bruciore della pelle, oltre agli agenti antifungini possono essere applicati glucocorticoidi antinfiammatori ("cortisone") sotto forma di crema o unguento sulle aree cutanee interessate.

Trattamento dei funghi della pelle: consigli generali

  • Non indossare scarpe poco traspiranti.
  • Calzini, calze autoreggenti e biancheria intima devono essere cambiati ogni giorno e lavati ad almeno 60 gradi Celsius.
  • Durante e immediatamente dopo il trattamento del piede d’atleta, è utile disinfettare calze, calzini e scarpe con un agente antifungino.
  • Asciugare sempre bene gli spazi tra le dita dei piedi dopo la doccia o il bagno (utilizzare un asciugamano separato!), poiché i funghi lo adorano umido e caldo.
  • Nei luoghi ad alto rischio di contagio per infezioni fungine (come piscine, saune, ecc.) è necessario prestare particolare attenzione all'igiene e non camminare a piedi nudi.

Come regola generale, mantenere sempre asciutte le zone del corpo a rischio o già infette come ascelle, zona genitale e piedi. Dovresti anche usare sempre un asciugamano separato per asciugarti. Ciò impedirà all'infezione fungina di diffondersi ad altre parti del corpo o ad altre persone.

Funghi della pelle: rimedi casalinghi

Come per molte altre malattie, per i funghi della pelle è consigliata un’ampia varietà di rimedi casalinghi. Non è possibile prevedere quanto siano efficaci nei singoli casi. È meglio discutere con il medico o il farmacista quale rimedio casalingo per i funghi della pelle è adatto a te. L'esperto può anche indicare possibili effetti collaterali e interazioni.

Una vasta infestazione fungina richiede sempre un trattamento medico. I rimedi casalinghi dovrebbero essere usati al massimo in aggiunta. Un fungo della pelle non adeguatamente trattato può diventare cronico e talvolta diffondersi anche agli organi interni. In determinate circostanze, ciò può portare a complicazioni potenzialmente letali!

Trattamento dei funghi della pelle con aceto

Trattamento dei funghi della pelle con oli essenziali

Vari oli essenziali possono uccidere i funghi. Hanno anche un effetto rigenerante sulla pelle e antinfiammatorio. L’olio essenziale più importante per il trattamento dei funghi della pelle è l’olio dell’albero del tè. Poiché questo olio secca la pelle, dovresti trattarla contemporaneamente con un olio nutriente o burro di karitè.

Funghi della pelle: cause e fattori di rischio

Diversi tipi di funghi possono causare funghi alla pelle:

Funghi filamentosi

Nella maggior parte dei casi, le infezioni fungine della pelle sono causate da funghi filamentosi (dermatofiti). Gli esperti parlano poi anche di dermatofitosi. L'agente scatenante più comune nell'Europa centrale è il fungo filamentoso Trichophyton rubrum. È principalmente responsabile della tigna e dei funghi delle unghie. Altri funghi filamentosi che spesso scatenano funghi della pelle sono Trichophyton mentagrophytes, Microsporum canis (fattore scatenante della microsporiasi) e Trichophyton verrucosum (patogeno zoonotico, soprattutto nelle zone rurali).

Funghi di lievito

Anche la pelle e le mucose possono essere attaccate dai lieviti (funghi). Il fungo del lievito più conosciuto è la Candida albicans. Appartiene alla flora naturale delle mucose. In determinate circostanze (come ad esempio nella deficienza immunitaria) può moltiplicarsi fortemente e causare un'infezione, ad esempio nella regione vaginale (micosi vaginale). Un'altra nota infezione da lievito della pelle è la pitiriasi versicolor.

Muffe

Le muffe svolgono solo un ruolo minore come agenti causali dei funghi della pelle. Possono però infettare – proprio come i lieviti – anche gli organi interni e causare quindi una grave micosi del sistema. Si tratta di un'infezione fungina che colpisce diversi sistemi di organi o praticamente l'intero corpo.

Funghi della pelle: trasmissione e infezione

Funghi della pelle: fattori di rischio

Vari fattori di rischio individuali favoriscono un fungo della pelle. Questi includono il diabete mellito e l’obesità. In quest'ultimo caso si forma un aumento del sudore nelle pieghe della pelle, che fornisce ai funghi condizioni di vita ottimali.

Anche la pelle e le mucose delle persone con disturbi circolatori sono suscettibili alle infezioni fungine.

Un altro fattore di rischio è un sistema immunitario indebolito. La debolezza del sistema immunitario può essere causata da una malattia grave (come l’HIV) o da farmaci che sopprimono il sistema immunitario. Tali immunosoppressori vengono somministrati, ad esempio, dopo trapianti di organi e nelle malattie autoimmuni.

Fungo della pelle: esami e diagnosi

Se si sospetta un fungo della pelle, la persona giusta a cui rivolgersi è il medico di famiglia o un dermatologo. In caso di funghi della pelle nelle zone intime potete anche consultare un ginecologo o un urologo.

Questo è seguito da un esame fisico. Il medico esamina attentamente i cambiamenti della pelle. Di solito può dire ad occhio nudo se si tratta effettivamente di un fungo della pelle o meno.

Per confermare la diagnosi, il medico preleva un tampone da un’area cutanea interessata. Successivamente in laboratorio viene preparata una coltura fungina in uno speciale mezzo nutritivo. In questo modo, qualsiasi fungo può essere coltivato e identificato in condizioni di crescita ottimali. L'operazione può richiedere fino a quattro settimane. Il rilevamento del tipo di agente patogeno è importante per scegliere il trattamento giusto.

In singoli casi può essere utile prelevare un campione di tessuto (biopsia) per un esame più approfondito.

Fungo della pelle: decorso della malattia e prognosi

Il fungo della pelle non guarisce da solo, ma deve essere trattato. È necessaria pazienza, perché le infezioni fungine sono generalmente ostinate. È particolarmente importante utilizzare i farmaci antifungini (antimicotici) per tutto il tempo prescritto dal medico. Se si interrompe prematuramente la terapia, il fungo della pelle può ripresentarsi. Tuttavia, con il trattamento corretto, l’infezione pineale guarisce quasi sempre completamente. L'aspetto della pelle si normalizza, i peli caduti ricrescono.

Tuttavia, sono possibili anche complicazioni, soprattutto nelle persone con un sistema immunitario indebolito e nei bambini. Questi pazienti hanno un rischio maggiore che l’infezione fungina della pelle si diffonda agli organi all’interno del corpo.

Fungo della pelle: prevenzione

Per prevenire una (nuova) infezione da funghi sulla pelle, dovresti prestare attenzione ad alcuni suggerimenti:

  • Cambiare calzini e biancheria intima ogni giorno e lavarli ad almeno 60 gradi Celsius.
  • Evitare scarpe poco traspiranti e mantenere sempre la pelle asciutta nelle zone sensibili del corpo (pieghe cutanee, spazi tra le dita, ecc.).
  • Gli animali domestici come cani, gatti e cavalli possono trasmettere agli esseri umani agenti patogeni legati ai funghi della pelle. Pertanto, dovresti farli esaminare da un veterinario per i funghi della pelle e trattarli con antifungini appropriati, se necessario.