Selenio: effetti e fabbisogno giornaliero

Cos'è il selenio?

Il selenio è un oligoelemento essenziale, vitale. Poiché l'organismo umano non è in grado di produrre selenio da solo, è necessario apportarlo regolarmente attraverso l'alimentazione. Viene assorbito dal cibo nel sangue nell'intestino tenue e immagazzinato principalmente nei muscoli scheletrici. Tuttavia, tracce di selenio si trovano anche nei reni, nel cuore e nel fegato, nonché nel sangue e nel cervello. La sostanza viene escreta nelle urine.

Selenio: stato di fornitura

Lo stato di approvvigionamento di selenio della popolazione in Europa è registrato a livello paneuropeo. Sebbene i suoli europei contengano poco selenio rispetto, ad esempio, a quelli degli Stati Uniti, l’approvvigionamento di selenio degli europei è considerato in gran parte assicurato.

Tuttavia, nelle regioni con suoli particolarmente poveri di selenio può verificarsi una carenza di offerta. Gli alimenti vegetali coltivati ​​lì contengono una quantità corrispondente di poco selenio. Nel caso di una dieta puramente vegetariana o vegana con prevalentemente prodotti regionali, può verificarsi una carenza di selenio. Vegetariani e vegani dovrebbero quindi assicurarsi di consumare regolarmente alimenti vegetali che hanno dimostrato di contenere alti livelli di selenio. Questi includono, ad esempio, noci del Brasile, broccoli, cavoli bianchi e legumi.

Quali sono le funzioni del selenio nel corpo?

Sotto forma di aminoacido seleocisteina, il selenio è un importante elemento costitutivo di numerosi enzimi e quindi coinvolto in molti importanti processi metabolici. Pertanto, il selenio ha un effetto di sostegno nelle seguenti aree:

  • difesa immunitaria: il selenio è richiesto dal sistema immunitario nella formazione delle cellule di difesa.
  • @ Processi antiossidanti: in questo processo vengono legati i radicali liberi dannosi per le cellule. Si tratta di composti aggressivi dell'ossigeno che si formano nel corpo nel corso dei normali processi metabolici e, ad esempio, attraverso i raggi UV o la nicotina.
  • Produzione di sperma
  • Formazione degli ormoni tiroidei tiroxina (T4) e triiodotiorina (T3)
  • Legame di metalli pesanti nel corpo (ad es. piombo, cadmio, mercurio)

I medici sospettano da tempo che il selenio possa anche proteggere dalle malattie cardiovascolari e dal cancro. Tuttavia, questa ipotesi è stata smentita da studi su larga scala o, nel caso della prevenzione del cancro, non è stata ancora confermata.

Qual è il fabbisogno giornaliero di selenio?

Età

Uomo

la donna

0 ai mesi 4

10 μg / giorno

4 mesi a 4 anni

15 μg / giorno

4 a 7 anni

20 μg / giorno

7 a 10 anni

30 μg / giorno

10 a 13 anni

45 μg / giorno

13 a 15 anni

60 μg / giorno

da 15 anni

70 μg / giorno

60 μg / giorno

Alle donne incinte si consigliano anche 60 µg di selenio al giorno e alle donne che allattano 75 µg al giorno.

Selenio – alimenti ad alto contenuto

Una dieta equilibrata fornisce normalmente il fabbisogno giornaliero di selenio stimato dalle società di nutrizione tedesca, austriaca e svizzera. Per i vegetariani, i vegani, le persone con malattie intestinali croniche e coloro che seguono una dieta estremamente squilibrata, possono essere utili gli integratori alimentari contenenti selenio.

Puoi scoprire quali alimenti hanno un alto contenuto di selenio nell'articolo Alimenti con selenio.

Come si manifesta una carenza di selenio?

Le persone che hanno troppo poco selenio nel sangue possono sviluppare, ad esempio, deficienza immunitaria o compromissione della funzione muscolare. Inoltre, una carenza di selenio compromette la funzione della ghiandola tiroidea.

Maggiori informazioni sui segni tipici di una carenza di selenio nell'articolo Carenza di selenio.

Come si manifesta un eccesso di selenio?

Un sovradosaggio permanente di selenio ha gravi effetti collaterali e può causare la cosiddetta selenosi con i seguenti sintomi:

  • disturbi gastrointestinali come nausea e diarrea
  • Il dolore alle articolazioni
  • disturbi visivi
  • problemi di memoria
  • Problemi della pelle e dei denti

Troppo poco selenio può anche causare perdita di capelli e unghie fragili.

Un drastico sovradosaggio di diversi grammi di selenio può persino causare fibrillazione ventricolare, insufficienza cardiaca e infine la morte.