PTCA: Procedura e Rischi

Cos'è il PTCA?

Secondo la definizione medica, l’angioplastica coronarica transluminale percutanea – in breve PTCA – viene utilizzata per allargare i restringimenti (stenosi) nelle arterie coronarie con l’ausilio di un catetere a palloncino. Ciò è necessario se le stenosi vascolari ostacolano il flusso del sangue al cuore o lo interrompono completamente in caso di infarto. Successivamente l'organo non viene più alimentato correttamente, il che ne limita le prestazioni e in determinate circostanze può essere pericoloso per la vita.

Per prevenire una nuova stenosi, durante la PTCA spesso viene inserito uno stent nel vaso interessato. La minuscola struttura metallica sostiene le pareti del vaso e quindi lo mantiene aperto.

La PTCA viene spesso utilizzata per il trattamento minimamente invasivo delle stenosi nella malattia coronarica (CAD) quando il trattamento farmacologico non produce i risultati desiderati o vi è un alto rischio di infarto. La PTCA viene utilizzata come trattamento acuto dopo un infarto.

La PTCA è una forma di intervento coronarico percutaneo (PCI). Questo è un termine collettivo per interventi mirati che utilizzano cateteri cardiaci per migliorare il flusso sanguigno nelle arterie coronarie ristrette. Tuttavia, PTCA e PCI sono spesso usati come sinonimi.

Qual è la procedura per la PTCA?

La PTCA inizia con la puntura dell'arteria inguinale da parte del medico in anestesia locale e l'inserimento con cautela di un tubo di plastica sottile e flessibile (catetere) nel vaso. Quindi lo fa avanzare con attenzione nell'arteria coronaria.

Nella fase successiva, un filo sottile con un palloncino piatto all'estremità viene fatto passare attraverso il catetere nell'area ristretta delle arterie coronarie.

Dopo alcuni secondi (fino a minuti) la pressione viene rilasciata, cioè la soluzione salina viene nuovamente scaricata e il palloncino viene estratto. Infine, il medico inserisce solitamente uno stent per mantenere permanentemente aperto il vaso interessato.

La PTCA viene eseguita sotto guida radiografica dopo l'iniezione di un mezzo di contrasto. Ciò consente al medico curante di verificare su un monitor la corretta posizione del catetere, del palloncino e dello stent.

PTCA: possibili complicazioni

In medicina cardiologica (medicina del cuore), la PTCA è considerata una procedura di trattamento delicata e a basso rischio. Viene eseguito migliaia di volte al giorno in numerosi ospedali e centri cardiaci in tutto il mondo. Tuttavia, come ogni procedura medica, può causare complicazioni, anche se rare. Questi includono, ad esempio:

  • Aritmia cardiaca
  • @ Attacco di cuore
  • Rotture nella parete del vaso
  • infezioni
  • Trombosi
  • Embolia