Cure palliative: cosa si può ottenere

Le cure palliative comprendono la vita nella sua interezza e la morte come parte della vita. È quindi difficile separare l’assistenza di fine vita (“assistenza in hospice”) dall’assistenza infermieristica in cure palliative (“assistenza infermieristica in cure palliative”). Fondamentalmente, l'assistenza in hospice riguarda le ultime settimane o giorni della vita di una persona e il morire con dignità. Le cure palliative mirano a consentire alla persona malata di vivere a lungo nel suo ambiente familiare. Questo può durare diversi mesi o addirittura anni.

Compiti delle cure palliative

Le cure palliative sono un concetto olistico. Si concentra sulla persona malata, ma anche sul suo ambiente e sui suoi parenti. Vengono prese in considerazione le seguenti aree:

  • condizione fisica: disturbi di salute (come dolore, mancanza di respiro, prurito, nausea, vomito, stitichezza, diarrea, ferite), alimentazione, igiene orale, corretta posizione a letto
  • aspetti psicosociali: ad esempio paura, rabbia, dolore, depressione nel paziente, organizzazione della vita quotidiana, contatto con parenti/caregiver e loro integrazione nelle cure palliative
  • questioni mentali e spirituali (“cura spirituale”): significato della vita, equilibrio vitale, spiritualità, spazio per le situazioni di addio e di perdita, sostegno pastorale

Le cure palliative sono complete, come dimostra l'esempio del comune sintomo della mancanza di respiro: sufficiente aria fresca, indumenti larghi, posizionamento di supporto, esercizi di respirazione, massaggi, assistenza psicologica per controllare i sentimenti di ansia, evitare i fattori di stress, un piano di emergenza in in caso di attacchi di dispnea, la somministrazione di ossigeno, antidolorifici e altre terapie farmacologiche sono componenti importanti della cura per i pazienti affetti.

Struttura delle cure palliative

In Germania, le cure palliative si basano su due pilastri: cure palliative generali e specializzate:

Cure palliative generali (APV).

Le cure palliative generali (APV) sono rivolte ai pazienti che si trovano in una situazione bassa o moderatamente complessa (ad esempio, sintomi poco pronunciati, progressione lenta o moderata della malattia di base, stato psicologico equilibrato).

stazionario: se l'assistenza a domicilio del paziente non è possibile, le cure palliative generali vengono attuate come stazionario in un ospedale o in una casa di cura – con l'eventuale supporto di servizi ambulatoriali di hospice. Alcuni pazienti trascorrono anche il loro ultimo periodo in un hospice ospedaliero.

In tutti gli ambienti (ambulatoriali, ospedalieri), i volontari possono aiutare a prendersi cura dei morenti.

Cure palliative specialistiche (SPV).

I pazienti palliativi in ​​una situazione altamente complessa (p. es., sintomi difficili da trattare, ansia pronunciata, circostanze familiari difficili e non di supporto) necessitano di cure più elaborate di quelle che le cure palliative generali possono fornire. È qui che entrano in gioco le cure palliative specializzate (SPV).

L'équipe di cure palliative documenta e coordina le cure palliative del paziente e consiglia i suoi operatori sanitari (medico di base, servizio infermieristico ambulatoriale o hospice, ecc.). Viene mantenuto uno stretto contatto anche con i familiari. Il PCT è disponibile 24 ore su XNUMX (sette giorni su sette/XNUMX ore).

A livello ambulatoriale delle cure palliative specializzate, è anche possibile assistere i pazienti attraverso un ambulatorio specializzato in cure palliative o in un hospice diurno (cura in hospice durante il giorno, ritorno a casa la sera).

Degenza: in molti ospedali sono disponibili unità di cure palliative per le necessarie cure ospedaliere di pazienti critici e morenti. Altre opzioni di assistenza includono servizi di cure palliative ospedaliere, cliniche diurne di cure palliative e hospice ospedalieri.

Sia i servizi di hospice ambulatoriali che quelli ospedalieri e i volontari possono fornire assistenza con cure palliative specializzate.

Informazioni per gli operatori sanitari volontari e privati

La maggior parte dei malati vorrebbe restare nel proprio ambiente familiare. Tuttavia, anche se l’offerta di cure è in aumento, difficilmente è possibile soddisfare questo desiderio per tutte le persone colpite. Il lavoro hospice e palliativo ha quindi urgente bisogno di volontari e caregiver familiari.

Chiunque voglia offrirsi volontario nell'impegnativo compito di prendersi cura dei morenti e dei loro parenti può contattare una struttura adeguata nella propria zona e informarsi sulle possibilità di aiuto. Informazioni importanti vengono fornite anche dal “Wegweiser Hospiz und Palliativmedizin Deutschland” (www.wegweiser-hospiz-palliativmedizin.de). Sono comunque necessarie una formazione qualificata per prepararsi a questa attività e una supervisione. Eventi informativi gratuiti aiutano ad acquisire una prima visione del lavoro.

Supporto per gli assistenti familiari

Informazioni per gli operatori sanitari volontari e privati

La maggior parte dei malati vorrebbe restare nel proprio ambiente familiare. Tuttavia, anche se l’offerta di cure è in aumento, difficilmente è possibile soddisfare questo desiderio per tutte le persone colpite. Il lavoro hospice e palliativo ha quindi urgente bisogno di volontari e caregiver familiari.

Chiunque voglia offrirsi volontario nell'impegnativo compito di prendersi cura dei morenti e dei loro parenti può contattare una struttura adeguata nella propria zona e informarsi sulle possibilità di aiuto. Informazioni importanti vengono fornite anche dal “Wegweiser Hospiz und Palliativmedizin Deutschland” (www.wegweiser-hospiz-palliativmedizin.de). Sono comunque necessarie una formazione qualificata per prepararsi a questa attività e una supervisione. Eventi informativi gratuiti aiutano ad acquisire una prima visione del lavoro.

Supporto per gli assistenti familiari

Anche con una buona organizzazione, le cure palliative domiciliari possono raggiungere i propri limiti. Se aumenta il bisogno di cure, aumenta notevolmente anche l’onere per chi presta assistenza. Non è raro che un parente superi i propri limiti e si ammali. Disturbi psicologici, disturbi del sonno, irritabilità, depressione e ansia, ma anche altri sintomi fisici o abuso di alcol o farmaci possono essere segnali d'allarme di imminenti esigenze eccessive. Se necessario, devono essere poi prese in considerazione altre opzioni di cure palliative.