Plantari ortopedici: quando sono necessari?

Cosa sono i plantari ortopedici?

Le solette ortopediche sono un aiuto per il trattamento di vari disturbi ortopedici come problemi ai piedi, dolori alla schiena o al ginocchio. Sono realizzati individualmente su misura per il paziente e possono essere inseriti in modo discreto nelle normali scarpe di tutti i giorni. I materiali utilizzati per realizzare i sottopiedi variano a seconda dell'obiettivo del trattamento e vanno da pelle e plastica a materiali semirigidi come sughero o combinazioni legno/pelle e sottopiedi in gel.

Le scarpe e le solette dovrebbero formare un'unità funzionale, motivo per cui il medico esamina anche le calzature del paziente durante l'installazione delle solette.

Plantari ortopedici

I medici distinguono tra vari plantari ortopedici a seconda dei sintomi e dell’obiettivo del trattamento:

  • Solette correttive
  • Solette di supporto
  • Solette per biancheria da letto (solette in gel)
  • Solette per l'immobilizzazione
  • Solette per compensare le differenze di lunghezza delle gambe o dei piedi
  • Solette per assorbimento degli urti
  • Plantari propriocettivi (plantari attivi con effetti sulla tensione muscolare)

Quando hai bisogno di plantari ortopedici?

Malposizioni e malattie del piede

Il medico può prescrivere plantari ortopedici per i seguenti malposizioni e patologie del piede:

  • Piede piatto arcuato
  • piede cavo
  • piedino
  • Instabilità nell'articolazione della caviglia superiore
  • Dolore alle ossa metatarsali
  • Malposizioni del piede nelle malattie reumatiche
  • Piante dei piedi particolarmente vulnerabili con diabete

I plantari ortopedici con effetto ammortizzante e le suole per l'assorbimento degli urti possono alleviare i sintomi delle seguenti condizioni:

  • Riduzione dei tessuti molli della pianta del piede
  • Lesioni alla pianta del piede (ad es. disturbi nervosi)
  • Malattie reumatiche
  • Piedi piatti, allargati e cavi,
  • Disallineamento doloroso dell’alluce (alluce valgo)
  • Sperone calcaneare

Le solette vengono spesso utilizzate dopo le operazioni per immobilizzare le articolazioni nella zona del mesopiede e dell'avampiede al fine di proteggere la ferita chirurgica fino alla completa guarigione.

Le solette possono essere utilizzate anche per compensare una postura scorretta con una differenza nella lunghezza della gamba o del piede fino a 5-10 millimetri. Una maggiore differenza nella lunghezza delle gambe può essere compensata con una scarpa ortopedica.

Plantari sensorimotori

Moderni plantari sensomotori o propriocettivi “sensibili alla profondità” vengono utilizzati per attivare i muscoli del piede e influenzare il modello dell'andatura in caso di malattie neurologiche del cervello o del midollo spinale.

Puoi leggere esattamente come funzionano le ortesi del piede sensomotorio nell'articolo Ortesi del piede sensomotorio.

Cosa fare quando si applicano plantari ortopedici?

Prima di applicare i plantari ortopedici, il medico esamina i piedi: controlla la mobilità delle articolazioni, misura la lunghezza e gli assi delle gambe e cerca eventuali calli o punti di pressione.

Con l'aiuto della cosiddetta analisi dell'impronta è possibile misurare il modo in cui cammina il paziente. Ciò comporta che il paziente cammini su un tipo di tampone in schiuma e lasci un'impronta.

Con misurazioni elettroniche della pressione del piede più informative, il paziente cammina su una piastra che registra e analizza il movimento rotatorio del piede mentre cammina. Il medico valuta con l'aiuto di un computer quali zone della pianta del piede sono maggiormente sollecitate.

Nei casi complicati, l'ortopedico realizza un calco in gesso del piede interessato, che fornisce un'immagine tridimensionale completa del piede. Sulla base dell'impronta, le solette vengono realizzate individualmente e con precisione utilizzando una fresatrice controllata da computer.

Quali sono i rischi dei plantari ortopedici?

Le solette rigide possono portare all'inattivazione e quindi all'indebolimento dei muscoli del piede. È quindi importante, soprattutto per i bambini, muovere il piede regolarmente, ad esempio con l'aiuto della ginnastica plantare.

Plantari ortopedici: cosa devo considerare?

Il successo del trattamento dipende principalmente dall'uso costante. Dovresti quindi indossare plantari ortopedici ogni giorno, se possibile. Le solette sono solitamente adattate in modo da poter essere utilizzate nelle scarpe di tutti i giorni. Inizialmente è del tutto normale che camminare con le solette non sia familiare. Finché non senti alcun dolore, dovresti comunque usare le solette ortopediche in modo coerente; la maggior parte delle persone si abitua alle solette dopo poco tempo.