Imene della fanciulla (imene)

Cos'è l'imene?

L'imene (corona vaginale) è una piega sottile ed elastica della mucosa che chiude parzialmente l'apertura vaginale. Rappresenta il confine tra i genitali interni ed esterni di una donna. Attraverso un'apertura rimanente tra l'imene e la parete dell'ingresso vaginale, il sangue mestruale può normalmente defluire senza ostacoli.

Da dove viene il nome imene?

Il nome imene si basa su un presupposto che nel frattempo si è rivelato falso: in passato si pensava che l'imene si rompesse sempre durante il primo rapporto sessuale e poi sanguinasse. Le ragazze e le donne con l'imene intatto erano quindi ancora intatte, cioè vergini.

Che aspetto ha l'imene?

Dove si trova esattamente l'imene?

L'imene si trova nella vagina, dietro le piccole labbra. Più precisamente si trova circa due-tre centimetri dietro l'ingresso vaginale, o circa due centimetri più in basso nelle donne più corpulente. Tra l'imene e un legamento che va dal clitoride alle piccole labbra, l'ingresso vaginale ha la forma di un solco. È qui che si raccoglie la secrezione ghiandolare prodotta durante l'eccitazione sessuale.

L'imene può lacerarsi?

In linea di principio, l'imene può essere danneggiato. Le cause non sono sempre chiare. Tuttavia, è sbagliato presumere che si lacera sempre nel corso della vita di una donna. Tuttavia, tali ipotesi persistono.

L'imene si strappa la prima volta che fai sesso?

Tuttavia, in alcune culture e religioni, l'imene ha ancora oggi un significato speciale: secondo questa credenza, solo la presunta lacerazione dell'imene durante la prima notte di nozze e il piccolo sanguinamento che ne può derivare sarebbero la prova che la donna era ancora intatto, cioè che non aveva avuto rapporti sessuali prima del matrimonio. Tuttavia, questo è un malinteso.

Sanguina sempre?

Quando l’imene si lacera, alcune donne sanguinano. Ma anche questa non è una regola: anche se l'imene è ferito, non deve sanguinare copiosamente. Inoltre, il sanguinamento può verificarsi anche se la mucosa vaginale viene danneggiata altrove. Circa la metà delle donne non sanguina la prima volta che fanno sesso. A proposito, non deve verificarsi nemmeno il dolore.

Quando si strappa l'imene?

L'imene può anche lacerarsi durante il parto naturale. L'entità della lesione dipende anche dalla sua forma (gli imeni di ampia superficie sono più suscettibili di quelli piccoli e marginali). Anche il grado di elasticità della piega della mucosa gioca un ruolo importante.

Un imene illeso non dimostra la verginità. Al contrario, un imene lacerato può essere presente anche nelle vergini. Non è necessario che si verifichi nemmeno il sanguinamento. Oppure il sanguinamento deriva da un'altra lesione alla mucosa vaginale.

Qual è la funzione dell'imene?

Non è chiaro se l'imene abbia uno scopo biologico. Alcuni scienziati sospettano che serva a proteggere la vagina dalle infezioni. Di conseguenza, funge da barriera meccanica contro gli agenti patogeni. Tuttavia, non ci sono prove chiare per questo.

L'imene può essere ripristinato?

Ottieni consigli dettagliati da esperti o da un medico di cui ti fidi sul ripristino di un imene!

Quali problemi può causare l'imene?

Se l’imene chiude completamente l’ingresso vaginale, i medici parlano di imene imperforato o atresia dell’imene. Circa una ragazza su 2000 è affetta da questa malformazione genitale.

Tali casi di solito diventano evidenti con l'inizio delle mestruazioni: il sangue mestruale non può defluire, ma si raccoglie nella vagina. In caso di grandi quantità di sangue, ritorna nell'utero o addirittura nelle tube di Falloppio. Le ragazze e le donne affette avvertono un dolore crescente ogni mese che passa, eventualmente accompagnato da disturbi nello svuotamento della vescica e dell'intestino. Questo problema è facilmente risolvibile con una procedura microchirurgica in anestesia locale (fessura dell'imene).