Lipodema: terapia, sintomi, cause

Breve panoramica

  • Trattamento: terapia compressiva, drenaggio linfatico manuale, esercizio fisico, controllo del peso, procedure chirurgiche come la liposuzione (liposuzione)
  • Sintomi: aumento simmetrico del tessuto adiposo sulle gambe (e/o braccia), dolore da pressione e tensione, tendenza alla formazione di lividi, sproporzionato, in genere mani e piedi non sono interessati
  • Cause e fattori di rischio: non completamente compresi, probabilmente fattori genetici, influenze ormonali, in particolare estrogeni
  • Prevenzione: nessuna prevenzione generale possibile, controllo del peso, esercizio fisico e terapia precoce per prevenire la progressione della malattia
  • Progressione e prognosi della malattia: nessuna cura possibile, sollievo dei sintomi attraverso metodi di trattamento appropriati

Cos'è il lipedema?

Il lipedema è caratterizzato da un aumento del tessuto adiposo sottocutaneo in alcune zone del corpo. Ciò colpisce in particolare i glutei, i fianchi e le cosce. Oltre all'aumento del grasso sottocutaneo, nei tessuti si deposita acqua (edema). Il lipedema è considerato una malattia solo quando i cambiamenti causano sintomi.

Come procede l'operazione e quali altri trattamenti sono disponibili?

Tuttavia, il decorso della malattia può essere mitigato attraverso metodi di trattamento conservativi e/o chirurgici.

Un aspetto importante del trattamento del lipedema è ridurre i fattori che promuovono la condizione.

Questi includono soprattutto

  • essere sovrappeso
  • Ritenzione idrica nei tessuti (edema)
  • Stress psicologico

Fisioterapia

La terapia prevede il drenaggio linfatico manuale sotto forma di movimenti di raccolta, rotazione e pompaggio. Il terapista li esegue dapprima sul tronco lontano dal lipedema in modo da creare un'aspirazione. Viene poi effettuato un drenaggio linfatico nella zona interessata dal lipedema stesso.

Il drenaggio linfatico manuale viene inizialmente eseguito ogni giorno per un'ora per un periodo di tre o quattro settimane.

Trattamento di compressione

Talvolta anche altre procedure fisioterapeutiche sono utili nel trattamento del lipedema. Questi includono, ad esempio, la terapia con onde d'urto. Migliora la circolazione sanguigna nei tessuti. La cosiddetta compressione pneumatica intermittente esercita sulla zona interessata una pressione alternata di bassa e alta pressione.

La fisioterapia ospedaliera è talvolta raccomandata per i pazienti con lipedema grave.

Lo sport è una parte importante della terapia

Sebbene non esista una terapia specifica per il trattamento del lipedema stesso, lo sport e l’esercizio fisico sono pilastri importanti nel trattamento del lipedema. Sebbene ciò non riduca il numero delle cellule adipose, è comunque logico: l'attività fisica garantisce la mobilità e l'agilità.

L’esercizio fisico aiuta anche a ridurre il peso in eccesso e a mantenere un peso corporeo sano.

Che ruolo gioca la dieta nel lipedema?

Non esiste una dieta specifica per il lipedema che aiuti a contrastare l'aumento simmetrico del tessuto adiposo sulle gambe e/o sulle braccia. Tuttavia, l’aumento di peso o l’obesità aumentano il rischio di peggioramento del lipedema. È quindi consigliabile una dieta equilibrata per raggiungere o mantenere un peso corporeo sano.

Altre misure conservatrici

Il trattamento del lipoedema comprende anche la cura della pelle. Previene l'infiammazione e l'infezione nella zona cutanea interessata. È quindi importante applicare la crema con attenzione sulla pelle in modo che non si secchi e si screpoli. Si consiglia di trattare immediatamente le piccole lesioni in modo che non si infiammino o si infettino.

Chirurgia del lipedema: liposuzione

Il lipedema può essere trattato chirurgicamente utilizzando la liposuzione. Il tessuto adiposo sottocutaneo in eccesso viene rimosso in modo permanente. La procedura viene eseguita, ad esempio, se i sintomi persistono o addirittura aumentano nonostante la terapia conservativa del lipedema.

La liposuzione è indicata anche se il tessuto adiposo sottocutaneo continua ad aumentare nonostante il trattamento conservativo costante.

La liposuzione migliora i sintomi della maggior parte dei pazienti nel corso di molti anni. In particolare, con l'intervento è possibile ridurre il dolore e la tendenza alla formazione di lividi, nonché la circonferenza delle estremità interessate.

Le misure conservative (ad es. compressione) spesso non sono più necessarie dopo la liposuzione o lo sono solo in misura minore.

Procedura di liposuzione

Si consiglia di sottoporsi alla liposuzione del lipedema solo presso centri specializzati, sia in regime ambulatoriale che ospedaliero.

La liposuzione viene eseguita grosso modo in due fasi:

  • Il medico utilizza una cannula per introdurre una grande quantità di uno speciale fluido di irrigazione nel tessuto del lipedema. Questa cosiddetta soluzione tumescente contiene, tra le altre cose, un anestetico locale, sale comune e adrenalina.

Questa tecnica è anche chiamata liposuzione “umida”. A volte è supportato da un getto d'acqua o da vibrazioni:

  • Liposuzione assistita da getto d'acqua (WAL): dopo la somministrazione della soluzione tumescente, il grasso viene allentato con un getto d'acqua a forma di ventaglio e aspirato.
  • Liposuzione con vibrazione: la cannula di aspirazione viene fatta vibrare. Poiché le cellule adipose sono più inerti dei vasi sanguigni e delle cellule nervose, vengono allentate e aspirate.

In una sessione è possibile rimuovere un massimo di cinque litri. Nei casi più gravi sono quindi solitamente necessarie più sedute per ridurre significativamente il lipedema.

Come con qualsiasi procedura chirurgica, anche con la liposuzione sono possibili effetti collaterali (gravi). Tra l'altro c'è il rischio di danneggiare il sistema linfatico. Di conseguenza si sviluppa un linfedema secondario.

Quali sono i sintomi del lipedema?

Il lipedema è caratterizzato da un aumento del tessuto adiposo sulle estremità. Di solito sono colpite le gambe. Meno frequentemente, il lipedema si sviluppa sulle braccia (soprattutto sulla parte superiore delle braccia). Occasionalmente vengono colpite sia le braccia che le gambe. Molto raramente il lipedema si sviluppa in altre parti del corpo (addome, ecc.).

Il lipedema delle gambe talvolta colpisce in modo uniforme anche i glutei. Tuttavia, i piedi vengono esclusi. Le mani vengono escluse anche in caso di lipedema delle braccia. Nel passaggio tra il lipedema e le mani o i piedi talvolta si nota il cosiddetto “colletto di grasso”.

Il lipedema si verifica più frequentemente in concomitanza con l'obesità generale, ma non necessariamente. Si osserva spesso anche nelle donne molto magre. Il lipedema quindi non ha nulla a che vedere con la costituzione corporea!

Infiammazioni e infezioni si formano più facilmente nelle pieghe cutanee a causa della proliferazione del tessuto adiposo.

Spesso si possono sentire piccoli grumi nel tessuto adiposo sottocutaneo delle estremità colpite, che a volte diventano più grandi con il progredire della condizione. Nelle fasi successive si formano le cosiddette giogaie (lobi di grasso).

Dolore e lividi

Il dolore del lipedema è talvolta così grave, soprattutto nelle fasi avanzate della malattia, che le persone colpite si muovono meno e sono limitate nella vita di tutti i giorni.

I sintomi del lipedema comprendono una maggiore tendenza alla formazione di lividi: anche lesioni minori causano un “livido”. Tuttavia, non vi è alcun disturbo della coagulazione in tutto il corpo. I vasi nel tessuto interessato sono presumibilmente più vulnerabili. Di conseguenza, i lividi si formano più rapidamente che in altre persone.

Il lipedema è una malattia progressiva. Ciò significa che i sintomi del lipedema aumentano se non trattati: ad esempio, il lipedema lieve di primo grado di solito si sviluppa in lipedema avanzato con notevoli aumenti di tessuto adiposo.

Questo può essere molto stressante dal punto di vista emotivo per le persone colpite. Molti pazienti si sentono sempre più a disagio nel e con il proprio corpo. L’autostima ne risente e talvolta si sviluppano ansia e depressione.

Lipedema o obesità? Differenze rispetto ad altre malattie

I sintomi del lipedema vengono spesso confusi con i segni di altre malattie. Ad esempio, essere molto sovrappeso (obesità) provoca sintomi simili. Lo stesso vale per il linfedema e la lipoipertrofia.

Alcuni si chiedono come si possa distinguere la cellulite dal lipedema. Sebbene la cellulite (“pelle a buccia d’arancia”) appaia spesso come una condizione cutanea ondulata sui glutei e sulle cosce delle donne, non è una malattia.

La tabella seguente elenca le differenze più importanti tra lipedema, linfedema, lipoipertrofia e obesità:

Lipedema

Linfedema

Lipoipertrofia

obesità

Altrimenti, la persona colpita è solitamente magra. Ciò fa apparire il corpo chiaramente sproporzionato.

Aumento asimmetrico (unilaterale) del tessuto adiposo. Se è colpita una gamba o un braccio, di solito anche il piede/la mano.

Il corpo appare leggermente sproporzionato.

Aumento simmetrico del tessuto adiposo su entrambe le gambe (e glutei).

Il corpo appare chiaramente sproporzionato.

Cuscinetti di grasso in eccesso più o meno ovunque sul corpo.

Proporzioni corporee normali o leggermente irregolari.

Con ritenzione idrica nei tessuti (edema).

Nessuna ritenzione idrica nei tessuti.

Possibile ritenzione idrica nei tessuti (edema).

Dolore da pressione.

Nessun dolore da pressione.

Nessun dolore da pressione.

Nessun dolore da pressione.

Tendenza significativa alla formazione di lividi.

Nessuna tendenza ai lividi.

Possibile tendenza agli ecchimosi.

Nessuna tendenza ai lividi.

I singoli quadri clinici talvolta si presentano in combinazione, ad esempio se le persone colpite oltre al lipedema sono anche obese.

Come si riconosce il lipedema?

Ma quale medico è la persona giusta a cui rivolgersi se si soffre di lipedema? Se si sospetta un lipedema è consigliabile consultare uno specialista. Questi includono dermatologi e specialisti delle vene e dei linfonodi (flebologi e linfologi).

Consultazione medico-paziente

Prima di tutto, il medico ti parlerà in dettaglio per raccogliere la tua storia medica (anamnesi). Le possibili domande che il medico potrebbe porre sono:

  • Tendi ad avere lividi nella zona del corpo interessata?
  • Da quanto tempo hai queste lamentele? Sono cambiati nel tempo?
  • Stai assumendo integratori ormonali (uomini e donne) o sei in una fase di cambiamento ormonale (donne, ad esempio pubertà, gravidanza, menopausa)?
  • Cosa hai fatto finora per contrastare il forte aumento del tessuto adiposo (tentativi di dimagrimento, sport, ecc.)?
  • Si conoscono casi simili nella tua famiglia?

Esame fisico

Insieme ai risultati della consultazione, di solito è sufficiente un esame obiettivo mirato affinché il medico possa formulare una diagnosi di lipedema. Anche l'aumento simmetrico del tessuto adiposo alle estremità di un torso altrimenti snello fornisce un chiaro indizio.

Per distinguere tra lipedema e linfedema, ad esempio alla gamba, viene utilizzato il cosiddetto segno di Stemmer. È positivo se non è possibile sollevare alcuna piega cutanea dall'avampiede. Ciò non è possibile con il linfedema. Con il lipedema è possibile: la pelle del piede (della mano) può essere leggermente sollevata.

Attenzione però: poiché esistono anche forme miste di lipedema e linfedema, un segno di Stemmer negativo non esclude il lipedema!

Il medico ispeziona attentamente l'area interessata e cerca cambiamenti della pelle. Controlla ad esempio se la pelle è tesa e se si avvertono grumi nel tessuto sottocutaneo. L'area interessata è solitamente molto dolorosa e vulnerabile. Inoltre, talvolta si sviluppano infiammazioni e infezioni nelle pieghe cutanee con lipedema.

È anche utile calcolare il rapporto tra la circonferenza della vita e la circonferenza dei fianchi o l'altezza del corpo. Ciò rende più facile riconoscere se la distribuzione del grasso è sproporzionata.

Classificazione del lipedema

Il lipedema può essere classificato secondo vari criteri:

A seconda della posizione del lipedema, i medici distinguono tra tipo di coscia, tipo di gamba intera, tipo di parte inferiore della gamba, tipo di parte superiore del braccio, tipo di braccio intero e tipo di braccio inferiore. Molti pazienti presentano anche uno schema misto (come il tipo della coscia e della parte superiore del braccio).

  • Lipedema stadio 1 (stadio iniziale): superficie cutanea liscia, sottocute uniformemente ispessito e omogeneo
  • Lipedema stadio 2: superficie cutanea irregolare, prevalentemente ondulata; strutture nodulari nel sottocute
  • Lipedema stadio 3: pronunciato aumento della circonferenza nella zona corporea interessata con parti del corpo sporgenti (giogaia)

Esami per immagini ed esami funzionali

Gli esami per immagini non sono necessari per la diagnosi di lipedema. Tuttavia, i medici esperti a volte esaminano la regione interessata con gli ultrasuoni per valutare le dimensioni del lipedema e le condizioni dei vasi sanguigni.

La risonanza magnetica (MRI) o la tomografia computerizzata (CT) vengono eseguite solo in casi individuali su pazienti affetti da lipedema. Queste procedure vengono solitamente utilizzate per chiarire altre malattie.

Diagnosi alternative

Poiché il lipedema a volte somiglia ad altre malattie, è importante distinguere tra altre cause.

Queste diagnosi differenziali includono

  • Grave sovrappeso (obesità)
  • linfedema
  • Lipoipertrofia
  • Lipoma (tumore grasso circoscritto, incapsulato e innocuo)
  • Altre forme di edema come il mixedema (gonfiore simile ad edema del tessuto sottocutaneo dovuto a una malattia della tiroide)
  • Malattia di Dercum (obesità dolorosa)
  • Sindrome di Madelung (aumento del tessuto adiposo nel collo, attorno alla regione delle spalle o nella zona pelvica)
  • Fibromialgia (malattia reumatica cronica con forte dolore muscolare)

Quali sono le cause del lipedema?

Le cause esatte del lipedema non sono note. Tuttavia, gli esperti hanno alcune ipotesi. Ad esempio, il sistema ormonale e la predisposizione genetica sembrano giocare un ruolo decisivo nello sviluppo del lipedema.

Allo stesso tempo, secondo le conoscenze attuali, non ci sono prove che una cattiva alimentazione, un’attività fisica insufficiente o altri “cattivi comportamenti” causino il lipedema.

Ormoni

Si ritiene che soprattutto l'ormone estrogeno svolga un ruolo importante nello sviluppo del lipedema. Le cellule adipose reagiscono agli estrogeni attraverso speciali siti di aggancio (recettori) sulla loro superficie.

Nei pochi uomini affetti da lipedema è sempre possibile individuare un disturbo ormonale. Ciò suggerisce anche che gli ormoni sono coinvolti nello sviluppo del lipedema.

Le cause dei cambiamenti ormonali negli uomini con lipedema sono, ad esempio

  • Mancanza di testosterone o ormone della crescita
  • Terapia ormonale, ad es. come parte del trattamento per il cancro alla prostata

I cambiamenti e i disturbi ormonali portano a squilibri nel controllo del peso interno del corpo, nei nervi nel tessuto adiposo e a processi infiammatori.

Predisposizione genetica – il lipedema è ereditario?

Danno vascolare

Oltre al disturbo del tessuto adiposo, si ritiene che il lipedema sia causato da una disfunzione infiammatoria dei vasi nel tessuto sottocutaneo del paziente. Si dice che i vasi nella zona interessata abbiano “perdite” che favoriscono il trasferimento del fluido nel tessuto. Ciò li rende anche più suscettibili ai lividi e contribuisce al dolore.

È possibile prevenire il lipedema?

Tuttavia, esistono misure che possono aiutare a prevenire la progressione o il peggioramento del lipedema. Questi includono una dieta equilibrata, un peso corporeo sano e un esercizio fisico regolare. Il trattamento precoce è importante anche per prevenire la progressione del lipedema.

Esiste una cura per il lipedema?

Se è stato diagnosticato il lipedema, il trattamento è essenziale. Ciò può impedirne un ulteriore progresso e limitare la qualità della vita delle persone colpite. Secondo le conoscenze attuali non è possibile curare il lipedema. Tuttavia, i moderni metodi di trattamento possono alleviare significativamente i sintomi.