Frattura della gamba: sintomi e primo soccorso

Breve panoramica

  • Cosa fare se hai una gamba rotta? Immobilizzare, effettuare una chiamata di emergenza, raffreddare (frattura della gamba chiusa) o coprire con una medicazione sterile (frattura della gamba aperta)
  • Frattura della gamba – rischi: comprese lesioni concomitanti a legamenti, nervi o vasi, grave perdita di sangue, sindrome compartimentale, infezione della ferita
  • Quando vedere un medico? Una gamba rotta dovrebbe sempre essere curata da un medico per prevenire complicazioni e danni permanenti.

Attenzione!

  • Le fratture del femore sono spesso causate da una caduta dall'alto, ad esempio da un'impalcatura o da un incidente stradale ad alta velocità.
  • La caviglia è stabilizzata dai legamenti. Questi possono strapparsi se la caviglia si rompe.
  • Una frattura alla gamba può guarire particolarmente bene se il metabolismo funziona bene e la frattura viene trattata professionalmente dall'inizio alla fine. Ciò significa immobilizzazione o intervento chirurgico, seguito da esercizio/riabilitazione mirata per mantenere e ricostruire i muscoli.

Gamba rotta: come riconoscerla?

Sospetti di esserti rotto una gamba? Questi sintomi confermano il sospetto:

  1. La gamba può essere spostata solo in misura limitata o per niente.
  2. Si è formato un gonfiore nell'area della lesione.
  3. L'area della lesione fa male (fortemente).
  4. La gamba o parti della gamba si trovano in una posizione innaturale.
  5. Si può sentire un suono scricchiolante quando si sposta la zona lesa.

Sono possibili anche sintomi come una postura rilassata e una ferita aperta con frammenti ossei visibili. In quest'ultimo caso si tratta di una frattura della gamba aperta, a differenza di una frattura della gamba chiusa, in cui la pelle sopra il sito della frattura non viene lesionata.

In una frattura della gamba, almeno una delle tre ossa lunghe della gamba scoppia:

  • la tibia (tibia) e/o
  • il perone nella parte inferiore della gamba e/o
  • l'osso della coscia (femore).

Tibia e perone

Le fratture della tibia e del perone sono solitamente causate da una torsione violenta, ad esempio in un incidente con lo snowboard.

Puoi leggere ulteriori informazioni sulle cause e sul trattamento di questi tipi di frattura della gamba nell'articolo Frattura del perone e frattura della tibia.

Se l'osso della tibia si rompe nella parte superiore, si parla di frattura del piatto tibiale.

Ciò è spesso causato dal salto da una grande altezza. Puoi scoprire di più su questo tipo di frattura della gamba nell'articolo Frattura del piatto tibiale.

Tuttavia, la lesione più comune nella zona della parte inferiore della gamba è una frattura della caviglia, una frattura nell’area dell’articolazione della caviglia che di solito si verifica quando il piede viene ruotato.

Femore

Il femore è l'osso più grande del corpo umano. Normalmente è necessaria molta forza per romperlo (ad esempio in caso di incidente stradale). Puoi trovare tutto quello che devi sapere su questo tipo di gamba rotta nell'articolo Frattura del femore.

Le persone affette da osteoporosi spesso si rompono la coscia a seguito di una caduta o di un impatto relativamente innocuo. La linea di frattura corre quindi solitamente tra la “testa” e il fusto di questo osso lungo, cioè sul collo dell’osso. Potete saperne di più su questa cosiddetta frattura del collo del femore nell'articolo Frattura del collo del femore.

Gamba rotta: cosa fare?

Se qualcuno si è rotto una gamba, i soccorritori dovrebbero procedere come segue:

Una gamba rotta è dolorosa ed è molto probabile che le persone ferite siano irrequiete o addirittura ansiose. Pertanto, rassicurate le persone colpite e spiegate cosa state facendo. Questo crea fiducia. Per proteggerti dalle infezioni, dovresti indossare guanti monouso prima di prestare aiuto, soprattutto in caso di frattura della gamba aperta. Dovresti adottare queste misure di primo soccorso se hai una gamba rotta:

  • Rassicurare il paziente: soprattutto con i bambini può essere utile spiegare loro i passi successivi – questo crea fiducia.
  • Indossare guanti monouso: questo è particolarmente consigliabile in caso di frattura della gamba aperta per proteggersi da possibili infezioni (contatto con il sangue!).
  • Immobilizzare: assicurarsi che la persona colpita non si muova o non carichi il peso sulla gamba rotta, se possibile. Puoi anche tamponare la gamba ferita con una coperta arrotolata, indumenti arrotolati, ecc. per stabilizzarla.
  • Fratture fredde della gamba chiusa: posizionare con cautela un impacco di ghiaccio o un impacco fresco sulla zona lesionata della gamba per alleviare il dolore e il gonfiore, ma non direttamente sulla pelle, con uno strato di tessuto in mezzo (rischio di congelamento!). Se necessario andranno bene anche dei panni bagnati.
  • Coprire le fratture aperte delle gambe: coprire le ferite aperte con una medicazione sterile.
  • Procedi con cautela: presta attenzione alle espressioni di dolore della persona ferita in tutto ciò che fai.

Non cercare mai di “sistemare” la frattura e non muovere la gamba ferita!

Gamba rotta: rischi

Una gamba rotta può essere accompagnata da lesioni gravi e varie complicazioni. Senza trattamento, a volte possono essere pericolosi o portare a restrizioni permanenti.

Possibili lesioni concomitanti e complicazioni di una gamba rotta includono

  • Danni alla pelle e ai tessuti molli (soprattutto in caso di frattura della gamba aperta)
  • Lesioni ai legamenti: soprattutto se si rompe un'articolazione o un osso vicino a un'articolazione, di solito vengono colpiti anche i legamenti circostanti.
  • Perdita di sangue: se si rompe un osso della gamba, possono rompersi anche i vasi sanguigni. Si forma quindi un cosiddetto ematoma da frattura. Se la persona ferita perde molto sangue, può subire uno shock.
  • Lesioni vascolari e nervose
  • Pseudoartrosi: tra i frammenti ossei non si forma nuovo tessuto osseo per colmarli, ma i frammenti rimangono collegati in modo mobile. Questa “falsa articolazione” può essere dolorosa e limitare la mobilità. Il femore è particolarmente suscettibile alla pseudoartrosi.

Gamba rotta: quando consultare un medico?

Se la gamba rotta viene trattata tempestivamente da uno specialista, ciò migliora le possibilità di recupero e la prognosi. Di solito è possibile evitare complicazioni e conseguenze permanenti (come la limitazione permanente del movimento). Dovresti quindi sempre far esaminare e curare una gamba rotta da un medico il prima possibile.

Gamba rotta: esame da parte di un medico

Il medico esperto in gamba rotta è uno specialista in ortopedia e chirurgia traumatologica. Lui o lei farà innanzitutto delle domande a te o alla persona ferita per avere un quadro preciso di come è avvenuto l'incidente, dei sintomi e di eventuali malattie pregresse e concomitanti (anamnesi). I medici pongono domande come:

  • Com'è accaduto l'incidente?
  • Dove hai dolore esattamente?
  • Come descriveresti il ​​dolore (lancinante, sordo, ecc.)?
  • Hai altri disturbi (ad esempio intorpidimento, formicolio)?
  • Hai mai avuto un'ernia prima?
  • È a conoscenza di condizioni preesistenti/sottostanti (ad esempio osteoporosi)?

Il medico può utilizzare procedure di imaging per confermare il sospetto di una gamba rotta e determinare con maggiore precisione il tipo di frattura. Di solito viene eseguito un esame radiografico (su due piani: frontale e laterale). Se sono necessari chiarimenti ancora più precisi, si può prendere in considerazione una tomografia computerizzata (TC) o una risonanza magnetica (MRI), che mostra anche difetti dei tessuti molli. Queste procedure più complesse possono essere necessarie anche in preparazione al trattamento chirurgico della frattura della gamba.

Gamba rotta: trattamento dal medico

Il modo in cui il medico tratta la frattura della gamba dipende da quale osso è rotto. È importante sapere esattamente dove si trova la frattura e se si tratta di una frattura semplice o complicata. È presente una frattura composta, ad esempio, se l'osso si è scheggiato in tanti piccoli pezzi. Anche eventuali lesioni concomitanti svolgono un ruolo nella scelta del trattamento.

In generale, lo scopo del trattamento è riportare l’osso fratturato allo stato funzionale il più rapidamente possibile. Ciò può essere ottenuto attraverso la terapia conservativa o la chirurgia.

Puoi leggere ulteriori informazioni sul trattamento delle fratture ossee nell'articolo Frattura: trattamento.

Trattamento successivo di una frattura della gamba

Una volta che le due estremità ossee sono ricresciute stabilmente insieme, ciò non significa che il processo di recupero sia completo. Solo la riabilitazione professionale guarirà completamente la frattura. In questo programma di riabilitazione personalizzato i pazienti allenano la mobilità delle articolazioni con esercizi particolarmente delicati e ricostruiscono in modo mirato anche i muscoli precedentemente indeboliti. A seconda delle esigenze del paziente, la riabilitazione può essere effettuata in regime ambulatoriale o ospedaliero.

Gamba rotta: progressione e prognosi

Con il giusto trattamento, una gamba rotta solitamente guarisce bene e senza conseguenze. Tuttavia, questo non è sempre il caso delle fratture comminute esposte o delle lesioni vascolari aggiuntive. Se l'area della ferita viene infettata, può svilupparsi anche un'intossicazione del sangue (sepsi), che in casi particolarmente gravi ma rari può portare all'amputazione della gamba colpita.

Gamba rotta: tempo di guarigione