Allergia al lattice: cause, sintomi, trattamento

Breve panoramica

  • Sintomi: prurito, arrossamento, ponfi, gonfiore della pelle, possibili su tutto il corpo, i sintomi si manifestano immediatamente o con ritardo; raro: reazione allergica pericolosa per la vita (shock anafilattico)
  • Trattamento: evitare il contatto con lattice, farmaci
  • Decorso della malattia e prognosi: l'allergia non può essere curata, i sintomi possono essere alleviati evitando materiali contenenti lattice
  • Cause e fattori di rischio: causa esatta sconosciuta, reazione eccessiva del sistema immunitario, aumento del rischio in alcune professioni, contatto precoce con il lattice come operazioni ripetute, allergie crociate
  • Diagnosi: visita medica, test cutaneo (prick test), esame del sangue, eventualmente test di provocazione
  • Prevenzione: evitare il contatto precoce con il lattice, informare il medico se si sa di essere allergici al lattice, portare sempre con sé il passaporto allergico e i farmaci di emergenza

Cos’è un’allergia al lattice?

Un'allergia al lattice è una reazione allergica al lattice naturale o ai prodotti in lattice sintetico. Circa l’XNUMX-XNUMX% della popolazione mondiale soffre di questo tipo di allergia. È una delle allergie professionali più comuni ed è la seconda causa più comune di reazione allergica grave durante un intervento chirurgico.

Il lattice naturale è ottenuto dall'albero della gomma. Viene utilizzato nella produzione di cerotti, guanti monouso, cateteri, cannule e altri prodotti medici. Tuttavia, il lattice si trova anche negli oggetti di uso quotidiano, come ciucci, polsini in gomma per indumenti, palloncini, preservativi e borse dell’acqua calda.

L’allergia al lattice può essere divisa in due diversi tipi di allergia: il “tipo immediato” rapido (tipo 1) e il “tipo ritardato” più lento (tipo 4).

  • Nel caso dell'allergia al lattice di tipo 1, l'organismo reagisce solitamente entro pochi minuti con segni allergici e produce i cosiddetti anticorpi IgE contro alcune proteine ​​del lattice naturale.
  • Le allergie al lattice di tipo 4 sono scatenate dagli additivi (coloranti, antiossidanti, ecc.) presenti nel lattice. L'allergia di tipo 4 di solito si manifesta solo poche ore dopo il contatto con il lattice. I cosiddetti linfociti T del sistema immunitario riconoscono erroneamente gli additivi come pericolosi e cercano di combatterli.

Allergia al lattice: preservativi

Quali sono i sintomi di un’allergia al lattice?

I sintomi di un'allergia al lattice variano notevolmente e dipendono, tra le altre cose, da come gli allergeni raggiungono la persona:

Allergia al lattice di tipo 1

In caso di questa reazione allergica, di solito compaiono immediatamente ponfi molto pruriginosi nel punto in cui la pelle è venuta a contatto con il lattice. La pelle è molto rossa. I cambiamenti a volte si diffondono a tutto il corpo.

Ciò vale in particolare per i guanti in lattice con polvere frequentemente utilizzati in medicina. Indossare i guanti stimola gli allergeni, il che significa che le persone colpite occasionalmente li inalano. Soffrono quindi di una tosse irritante e persino di mancanza di respiro. Gli occhi lacrimano e il naso cola. A volte l'allergia al lattice scatena un attacco d'asma.

Soprattutto le donne che utilizzano preservativi contenenti lattice, a causa della sensibilità della mucosa nella zona genitale, possono avvertire i seguenti sintomi:

  • prurito
  • ardente
  • rossore
  • gonfiore

Questo è possibile anche negli uomini. Tuttavia, a causa della pelle un po’ meno sensibile del pene, questo è meno comune.

Lo shock anafilattico o allergico è un’emergenza medica e richiede cure mediche immediate.

Allergia al lattice di tipo 4

Durante la produzione del lattice vengono spesso aggiunti additivi che hanno un effetto allergenico. Nel caso dell'allergia al lattice di tipo 4, i sintomi si manifestano solitamente solo dopo più di dodici ore. La zona cutanea interessata reagisce con arrossamenti, papule o vesciche, in alcuni casi con ulteriore prurito. Questo è anche noto come dermatite da contatto.

Se il contatto con gli additivi continua, l'eczema può diventare cronico. L'area della pelle diventa più spessa, squamosa e screpolata ed è più suscettibile alle infezioni.

In questo tipo di allergia i cambiamenti cutanei in alcuni casi si diffondono anche a tutto il corpo e in rari casi si verifica uno shock anafilattico.

Come viene trattata l'allergia al lattice?

Per le persone che soffrono di allergia al lattice, è importante evitare il contatto con il lattice. Guanti o preservativi senza lattice sono ora disponibili ovunque.

Se siete colpiti e venite spesso in contatto con prodotti in lattice sul posto di lavoro, chiedete informazioni sulle misure di protezione sul posto di lavoro al vostro medico aziendale o all’assicurazione per la responsabilità civile del datore di lavoro. A volte è inevitabile cambiare lavoro per evitare il lattice.

Farmaci per l'allergia al lattice

A volte è necessario l'uso di cortisone sotto forma di unguento o compresse per sopprimere il sistema immunitario. In caso di reazione allergica grave che coinvolge tutto il corpo, il cortisone e gli antistaminici sono farmaci di emergenza. Il medico li inietta direttamente nel flusso sanguigno attraverso la vena.

Passaporto per le allergie e kit di emergenza

È importante che ogni persona allergica porti con sé un passaporto allergico. Su questo passaporto sono elencate le sostanze alle quali l'interessato è allergico. Si consiglia di esibire il passaporto allergico ad ogni visita dal medico in modo che il personale medico possa utilizzare prodotti adeguati senza lattice.

A seconda della gravità dell'allergia, è necessario che le persone allergiche abbiano con sé anche un kit di emergenza. Contiene farmaci che riducono il sistema immunitario e stabilizzano la circolazione in caso di grave reazione allergica.

Come si sviluppa un'allergia al lattice?

Il lattice naturale stesso è una sostanza allergenica. Il lattice prodotto industrialmente contiene anche molti additivi come antiossidanti o coloranti, che a volte scatenano allergie.

Non è ancora chiaro il motivo esatto per cui si sviluppano le allergie. I ricercatori presumono che le allergie siano causate da una combinazione di molti fattori.

I ricercatori hanno scoperto che il contatto cutaneo particolarmente precoce con il lattice costituisce un fattore di rischio per lo sviluppo di un'allergia al lattice. Ad esempio, i bambini con la “schiena aperta” (spina bifida) venivano operati con guanti contenenti lattice. Questi bambini avevano molte più probabilità di sviluppare un’allergia al lattice più avanti nella vita rispetto ai bambini senza spina bifida.

I medici sospettano che la causa dello sviluppo dell'allergia sia il contatto precoce con il lattice durante l'intervento chirurgico.

Fattori di rischio

Alcuni gruppi di persone hanno un rischio maggiore di allergia al lattice:

  • Il personale medico è molto spesso esposto al lattice. L'allergia al lattice è quindi diffusa in questo gruppo professionale. Tra questi figurano anche personale addetto alla pulizia dei locali, giardinieri e personale dell'industria della gomma o del commercio di parrucchieri.
  • Se le persone vengono a contatto frequentemente con il lattice durante procedure mediche, corrono anche un rischio maggiore di sviluppare un’allergia al lattice. Ad esempio, i bambini affetti da spina bifida, il cui trattamento prevede solitamente numerosi interventi.
  • Persone che ricevono frequentemente un catetere vescicale e persone che necessitano di cure.

Evita il lattice nella vita di tutti i giorni

Poiché il contenuto di lattice in molti beni di consumo non è sufficientemente etichettato, non è facile evitare completamente il lattice nella vita di tutti i giorni. I seguenti prodotti contengono lattice con particolare frequenza:

  • Preservativi e diaframmi
  • materassi
  • adesivi
  • Balloons
  • Ciucci e accessori per biberon
  • Gomme e gomme da masticare
  • Elastici (cuciti negli indumenti)
  • scarpe
  • Guanti domestici
  • Gomme dell auto

Allergie incrociate con allergia al lattice

I pazienti che soffrono di allergia al lattice talvolta hanno anche una reazione allergica a determinati alimenti. In questo caso si parla di allergia crociata. Banana, kiwi, fico o avocado sono fattori scatenanti comuni. Alcune piante in molti casi hanno anche un effetto allergenico. Questi includono il gelso, gli alberi della gomma, le stelle di Natale, la canapa e l'oleandro.

Come viene diagnosticata un'allergia al lattice?

Se si sospetta un'allergia al lattice, si consiglia di consultare un medico. Il medico porrà innanzitutto alcune domande per valutare il rischio di allergia:

  • Quali sono i tuoi sintomi?
  • Soffri di altre allergie?
  • Di cosa ti occupi?

Segue un esame dettagliato della zona cutanea interessata. Infine, il medico ha a disposizione una serie di test allergologici per diagnosticare l’allergia al lattice.

prick test

Test RAST

Nel test RAST viene prelevato il sangue dal paziente per verificare se sono presenti anticorpi contro il lattice naturale. Tuttavia, poiché non sempre gli anticorpi possono essere rilevati, questo test è meno conclusivo del prick test.

Prova di provocazione

Questo test viene effettuato per diagnosticare chiaramente un'allergia al lattice. Il paziente indossa un guanto di lattice per 20 minuti. Se si verificano sintomi, come cambiamenti della pelle o problemi circolatori, il guanto viene rimosso immediatamente. La diagnosi è confermata.

Poiché talvolta si manifestano sintomi allergici pericolosi, il paziente deve essere attentamente monitorato durante il test.

Come progredisce l’allergia al lattice?

L’allergia al lattice non può essere curata, ma può essere controllata con farmaci adeguati e soprattutto evitando il contatto con il lattice.

L’allergia al lattice di solito si sviluppa solo in età avanzata e poi dura solitamente tutta la vita. Si consiglia alle persone colpite di evitare il contatto con il lattice per rimanere senza sintomi. A volte questo significa cambiare lavoro per evitare ulteriori contatti con il lattice. In questo caso possono fornire supporto l’assicurazione responsabilità civile del datore di lavoro o il medico aziendale.

È possibile prevenire l’allergia al lattice?

Dato che i motivi esatti dello sviluppo delle allergie non sono conosciuti con precisione, è difficile prevenirle.

È necessario che le persone affette da una nota allergia al lattice informino i medici e i dentisti che le curano dell'allergia. Se l'allergia è grave, è consigliabile portare sempre con sé il kit di emergenza prescritto dal medico con i farmaci adeguati come misura profilattica.

Negli ospedali esistono raccomandazioni e procedure per il personale e i pazienti per ridurre il rischio di sviluppare un’allergia al lattice. Ad esempio, nelle sale operatorie è generalmente consigliato l'uso di guanti chirurgici a basso contenuto di allergeni del lattice; sono vietati anche i guanti con polvere.

Per le persone con un rischio maggiore di sviluppare un’allergia al lattice, come le persone con spina bifida, si raccomanda che gli ospedali utilizzino guanti e materiali naturali privi di lattice, soprattutto nelle sale operatorie e nelle aree di anestesia. Gli studi hanno dimostrato che le allergie al lattice si verificano molto meno frequentemente quando vengono prese le precauzioni appropriate.