Vescica irritabile: sintomi, trattamento, prognosi

Breve panoramica

  • Sintomi: bisogno frequente e molto improvviso di urinare, a volte di notte, a volte con perdita di urina o dolore verso la fine della minzione
  • Trattamento: da personalizzare, le opzioni includono allenamento della vescica o del pavimento pelvico, biofeedback, metodi di stimolazione dei nervi, farmaci e interventi chirurgici, approcci alternativi dell'omeopatia o rimedi casalinghi
  • Cause: vengono discusse le cause esatte non ancora chiare, conseguenze della gravidanza, del parto e dell'età nonché mancanza di estrogeni, eventualmente trasmissione difettosa degli impulsi dai nervi coinvolti nel controllo del riempimento della vescica, traumi sessuali o psicologici
  • Diagnosi: colloquio medico (anamnesi) ed esame fisico del tratto urogenitale, come esame ecografico e determinazione del contenuto di estrogeni nelle donne, registrazione dello svuotamento della vescica (protocollo minzionale), esclusione di altre malattie come i calcoli alla vescica.

Cos'è la vescica irritabile?

Nella vescica irritabile (vescica iperattiva, sindrome uretrale), la funzione della vescica urinaria è disturbata.

La vescica funziona come un bacino di raccolta dell'urina filtrata dai reni. Poiché è espandibile, può contenere fino a 500 ml di urina. Tuttavia, intorno ai 300 millilitri, la vescica segnala al cervello che vuole essere svuotata presto. Quando qualcuno urina, la parete muscolare della vescica si contrae e trasporta l'urina fuori dal corpo.

La vescica irritabile è considerata una diagnosi di esclusione da alcuni medici. Se non trovano altre cause per i sintomi, diagnosticano la vescica irritabile. In passato era considerata principalmente una malattia psicosomatica.

La vescica irritabile può ridurre significativamente la qualità della vita delle persone colpite. Tuttavia, molti malati evitano di rivolgersi al medico per vari motivi. Molti certamente per vergogna, altri hanno poche aspettative nei confronti della terapia o credono che la vescica irritabile sia un normale sintomo della vecchiaia. La vescica irritabile non dipende dall'età, anche se diventa più frequente con l'aumentare dell'età.

Sono particolarmente colpite le donne, soprattutto tra i 30 e i 50 anni. Nel complesso il quadro clinico è ampio: da uno studio condotto in cinque paesi è emerso che circa il 13% delle donne e il XNUMX% degli uomini soffrono di vescica irritabile.

Quali sono i sintomi?

Fondamentalmente i sintomi della vescica irritabile sono simili a quelli di un'infezione del tratto urinario. Le persone con vescica irritabile soffrono di minzione frequente (pollachiuria). Ciò significa che qualcuno deve urinare almeno otto volte entro 24 ore. Molti malati trovano molto angosciante il conseguente improvviso bisogno di urinare, che spesso inizia senza preavviso. A volte provoca perdite involontarie di urina, che vanno da poche gocce a quantità maggiori. La grande pressione di dover andare in bagno, unita alla perdita involontaria di urina, è nota anche come incontinenza da urgenza.

Un altro possibile sintomo della vescica irritabile è chiamato disuria terminale: i malati avvertono dolore verso la fine della minzione perché la vescica si restringe dolorosamente durante lo svuotamento. Una sensazione di bruciore, comune in caso di infezione del tratto urinario, non si verifica tipicamente nella classica vescica irritabile senza una causa nota.

I sintomi della vescica irritabile causano un elevato livello di sofferenza e compromettono la qualità della vita. Le persone colpite sono sempre ansiose di trovarsi vicino a un bagno. La perdita di controllo sulla continenza vescicale a volte significa una drastica riduzione dello stile di vita. L’ansia può ulteriormente aggravare i sintomi.

Come viene trattata la vescica irritabile?

Non esiste un’unica terapia per la vescica irritabile. Piuttosto, il medico lo progetterà in coordinamento con il paziente e i suoi obiettivi individuali. Le opzioni terapeutiche di base per la vescica irritabile comprendono l'allenamento della vescica, l'allenamento del pavimento pelvico, il biofeedback, i metodi di stimolazione dei nervi, i farmaci e la chirurgia. Inoltre, c'è un'educazione adeguata e consigli generali da parte del medico.

Educazione e consigli generali

Il medico dovrebbe anche educare il paziente su misure semplici ma importanti per migliorare la sua qualità di vita. Queste includono informazioni sulla corretta igiene intima e sulla prevenzione delle infezioni del tratto urinario. Questi ultimi occasionalmente esacerbano i sintomi della vescica irritabile.

Spesso anche piccoli cambiamenti nelle abitudini aiutano a migliorare i sintomi. Ad esempio, i pazienti con vescica irritabile dovrebbero evitare bevande diuretiche poco prima di dormire. Durante la giornata, però, è molto importante bere a sufficienza – non bisogna ridurla per paura di sintomi ancora più gravi.

Training della vescica, training del pavimento pelvico, biofeedback

L'allenamento della vescica, l'allenamento del pavimento pelvico e il biofeedback sono trattamenti efficaci per la vescica irritabile, eseguiti da soli o in combinazione con i farmaci. Mirano a migliorare il controllo attivo dell’urgenza urinaria.

Inoltre, la capacità individuale della vescica può essere determinata utilizzando un protocollo minzionale. Gli orari fissi del bagno sono fissati in linea con questo in modo che non si verifichi l'incontinenza da urgenza. Inizialmente, gli intervalli di tempo vengono determinati in base all'orologio per le visite ai servizi igienici, che vengono poi aumentati nel tempo.

Un regolare allenamento del pavimento pelvico è adatto anche per il trattamento della vescica irritabile. Rafforza i muscoli del pavimento pelvico, che supportano lo sfintere uretrale nella sua funzione. Una combinazione di training del pavimento pelvico ed elettrostimolazione (elettroterapia, terapia con corrente di stimolazione) è considerata particolarmente efficace per la vescica irritabile.

Il biofeedback può anche aiutare con la vescica irritabile. Puoi saperne di più su questo metodo terapeutico qui.

Farmaco per la vescica irritabile

Puoi leggere ulteriori informazioni su come trattare la vescica irritabile con i farmaci nell'articolo Vescica irritabile – farmaci.

Stimolazione dei nervi

Un'altra opzione terapeutica o estensione della terapia farmacologica è la terapia con corrente di stimolazione: per un periodo da tre a sei mesi, i muscoli del pavimento pelvico vengono attivati ​​in modo mirato con una debole corrente di stimolazione. Ciò è utile, ad esempio, se la terapia farmacologica non ha avuto successo o se prevalgono gli effetti collaterali, in particolare secchezza delle fauci o disturbi visivi.

Interventi chirurgici

Se i metodi terapeutici sopra menzionati non offrono alcun sollievo e i sintomi sono molto gravi, come ultima risorsa si può prendere in considerazione l’intervento chirurgico. Ad esempio, è possibile ingrandire chirurgicamente la vescica (aumento della vescica), magari con un pezzo di intestino tenue. Un'altra opzione è la rimozione della vescica (cistectomia) con la creazione di una vescica sostitutiva (neovescica) da sezioni di intestino.

Terapia alternativa della vescica irritabile

Alcuni malati si affidano a terapie alternative per la vescica irritabile oltre alla medicina convenzionale, ad esempio l'omeopatia (come i preparati omeopatici contenenti Nux vomica). Si ritiene che anche il gelsomino giallo, Gelsemium, aiuti con la vescica iperattiva. Ci sono prove che questa pianta abbia effetti antispastici e antinfiammatori.

Alcuni pazienti con vescica irritabile riferiscono esperienze positive con l’agopuntura.

Finora non esistono prove scientifiche sull’efficacia di questi metodi alternativi e rimedi casalinghi. Se i sintomi persistono per un lungo periodo di tempo, non migliorano o addirittura peggiorano, è consigliabile una visita dal medico.

Puoi leggere ulteriori informazioni su quali altri farmaci a base di erbe possono essere presi in considerazione per la vescica irritabile nell'articolo Vescica irritabile – Farmaci.

Quali sono le cause della vescica irritabile?

Una vescica irritabile si verifica spesso a causa della gravidanza e del parto, e soprattutto con l'età. Le cause della vescica irritabile non sono ancora del tutto comprese a livello scientifico.

Raramente, il trauma sessuale o psicologico è il fattore scatenante della vescica irritabile.

Una carenza di estrogeni, l’ormone sessuale femminile, che si verifica tipicamente dopo la menopausa, a volte innesca l’incontinenza da urgenza.

Un’infezione fungina non è considerata una causa di vescica irritabile. Al contrario, a volte è possibile che la minzione frequente ammorbidisca la pelle (operazione chiamata macerazione). La macerazione favorisce l'infezione perché i potenziali germi possono penetrare più facilmente nella pelle ammorbidita nel microclima umido a loro favorevole.

La diminuzione della vescica, della regione vaginale o il prolasso uterino possono causare incontinenza, soprattutto durante lo sforzo (come la tosse). Oltre alla minzione dolorosa, a volte si verificano dolore al basso ventre o alla colonna vertebrale e una sensazione di pressione nella vagina. Gli esperti non la considerano vescica iperattiva, poiché non è inclusa l'incontinenza causata da altre malattie.

La vescica irritabile è spesso considerata un problema “imbarazzante” da chi ne soffre. Tuttavia, ciò non dovrebbe impedire a nessuno di discutere apertamente della propria condizione con un medico. Se si sospetta una vescica iperattiva è consigliabile rivolgersi prima al medico di famiglia. Se la diagnosi è confermata, il medico indirizzerà la paziente a un urologo o, nel caso delle donne, a un ginecologo.

Innanzitutto il medico conduce un colloquio per comprendere meglio i problemi (anamnesi). Potrebbe porre domande come:

  • Devi urinare più spesso del solito?
  • Il bisogno di urinare è spesso urgente e improvviso?
  • A volte non arrivi in ​​tempo al bagno?
  • Devi andare spesso in bagno di notte?
  • Hai dolore durante la minzione?
  • Stai prendendo dei farmaci?
  • Quanto bevi durante la giornata?

Spesso è utile tenere un registro della minzione anche prima di andare dal medico. In esso vengono registrati ogni giorno la quantità di bevande bevute e i viaggi in bagno. Queste registrazioni aiutano il medico a trovare le cause della vescica “nervosa”.

Ulteriori esami

Al colloquio segue un esame fisico per escludere cause organiche come causa dei sintomi della vescica irritabile. Questo si basa su un'ispezione del tratto urogenitale. In questa occasione viene esaminata la prostata negli uomini e l’utero nelle donne. Questi due organi a volte causano sintomi simili.

L’importante diagnosi alternativa alla vescica irritabile è l’infezione del tratto urinario. Per escluderlo viene prelevato un campione di urina ed esaminato per individuare eventuali germi patogeni. In caso di vescica irritabile la rilevazione dell'agente patogeno rimane negativa.

In alternativa, gli urologi eseguono un cosiddetto esame urodinamico. Con l'ausilio di sonde di pressione ed elettrodi viene controllata la funzionalità della vescica e delle vie urinarie. Ciò consente di determinare la capacità della vescica e di testare i meccanismi di chiusura (in particolare gli sfinteri della vescica).

Un tampone del tratto urinario inferiore può mostrare se una carenza locale di estrogeni sta causando i sintomi della vescica irritabile. Infatti, una tale carenza ormonale porta a cambiamenti nelle cellule superficiali, che possono essere rilevati dal cosiddetto indice cariopicnotico.

È possibile iniziare il tentativo terapeutico con un farmaco del gruppo dei cosiddetti anticolinergici già in caso di sospetta vescica irritabile. Se questo è efficace, la diagnosi è confermata.

Se il medico sospetta che un trauma psicologico o sessuale possa essere la causa dei sintomi della vescica irritabile, affronterà la questione nel modo più sensibile possibile e, se necessario, includerà nel trattamento gli aspetti psicosomatici della malattia.

Qual è il decorso della malattia e la prognosi?

A volte una vescica iperattiva può essere curata bene con mezzi semplici, ma un rimedio immediato per calmare la vescica irritabile non esiste ancora. La terapia è occasionalmente difficile e prolungata. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, il trattamento allevia almeno in modo significativo i sintomi della vescica irritabile, anche se non sempre li elimina completamente.

Il monitoraggio medico della vescica irritabile è molto importante. Il medico curante dovrebbe sempre valutare gli effetti e gli effetti collaterali della terapia. Inoltre, è consigliabile controllare regolarmente la funzionalità del tratto urogenitale per individuare e trattare precocemente i danni causati dalla vescica irritabile.