Compresse di iodio

Cosa sono le compresse di iodio?

Le compresse di iodio sono medicinali disponibili solo in farmacia che dovresti assumere solo dopo aver consultato un medico. Le compresse di iodio contengono principalmente il sale ioduro di potassio in diversi dosaggi. Viene fatta una distinzione approssimativa tra:

Compresse di iodio a basso dosaggio: come integratore, compensano una carenza di iodio nel corpo (di solito una dose di circa 200 microgrammi). Una tale carenza può svilupparsi se si assume troppo poco iodio attraverso il cibo per un lungo periodo di tempo. Le compresse di iodio possono quindi prevenire la formazione del gozzo (profilassi dello struma).

Inoltre, le compresse di iodio possono coprire un fabbisogno di iodio temporaneamente aumentato, ad esempio durante la gravidanza, ma solo se necessario e dopo aver consultato un medico.

Non assumere mai queste compresse di iodio ad alte dosi di propria iniziativa! Maggiori informazioni al riguardo sono riportate di seguito nella sezione “Blocco dello iodio in caso di rischio nucleare”.

Effetti collaterali in caso di sovradosaggio

Le compresse di iodio possono irritare il rivestimento dello stomaco, soprattutto se le prendi a stomaco vuoto. Una quantità eccessiva di ioduro di potassio può anche causare irritazioni alla pelle e alle mucose e mal di stomaco.

In singoli casi può verificarsi anche un’iperattività temporanea della tiroide (ipertiroidismo). I reclami tipici si manifestano quindi con:

  • aumento del polso
  • insonnia
  • @ sudorazione
  • @ perdita di peso
  • disagio gastrointestinale

In rari casi, in caso di sovradosaggio si verificano complicazioni cardiovascolari potenzialmente letali. Ciò è particolarmente vero se hai noduli non trattati nella tiroide, ad esempio perché non sono stati ancora rilevati.

Se si assumono farmaci antitiroidei a causa dell’ipertiroidismo, la somministrazione aggiuntiva di iodio può compromettere l’effetto di questi cosiddetti farmaci tireostatici.

Gli effetti collaterali migliorano rapidamente

Poiché lo ioduro di potassio viene escreto rapidamente dai reni, i sintomi tipici di un sovradosaggio di iodio durano solo per un breve periodo. Se i sintomi persistono per un periodo di tempo più lungo o addirittura peggiorano, dovresti assolutamente consultare un medico.

Controindicazioni

Non deve assumere compresse di iodio ad alto dosaggio se soffre di alcune malattie (ad esempio: la rara malattia della pelle dermatite erpetiforme di Duhring o la rara malattia vascolare vasculite ipocomplementemica).

Si noti inoltre che la terapia con radioiodio per il trattamento della tiroide può perdere il suo effetto se vengono assunte contemporaneamente compresse di iodio. Inoltre, alcune procedure di esame della tiroide possono essere influenzate negativamente (scintigrafia tiroidea, test TRH).

Lo iodio è un componente essenziale degli ormoni tiroidei. L'assunzione di iodio avviene normalmente attraverso la dieta. Alcune regioni sono naturalmente povere di iodio. Ciò vale anche per gli alimenti coltivati ​​lì e per l'acqua potabile. Le compresse di iodio possono quindi prevenire le conseguenze di una carenza di iodio, ad esempio la formazione di un gozzo.

Per sapere come funzionano le compresse di iodio ad alte dosi per il blocco dello iodio in un incidente nucleare, leggere la sezione seguente.

Blocco dello iodio mediante compresse di iodio in un incidente nucleare

In un incidente nucleare, come quello causato da una centrale nucleare danneggiata, grandi quantità di iodio radioattivo possono essere rilasciate nell’ambiente, che viene poi assorbito dall’organismo.

Il corpo non distingue tra iodio radioattivo e iodio “normale” e lo accumula nella ghiandola tiroidea. Gli isotopi radioattivi possono danneggiare i tessuti della tiroide attraverso le radiazioni e quindi aumentare il rischio di cancro alla tiroide.

Le compresse di iodio ad alte dosi sono destinate esclusivamente a situazioni di catastrofe acuta. Non dovresti mai prenderli di tua iniziativa per precauzione!

Il momento dell’assunzione è cruciale

Il momento dell'assunzione è fondamentale per l'effetto protettivo ottimale delle compresse di iodio ad alte dosi. Idealmente, dovrebbero essere necessarie dalle tre alle sei ore prima della prevista esposizione radioattiva locale.

Assunzione delle compresse troppo presto: se le prende troppo presto, il suo corpo espellerà lo ioduro di potassio in eccesso prima che possa avere effetto. Inoltre, stai stressando il tuo corpo con la dose elevata senza alcun beneficio.

Prenderlo troppo tardi: se viene preso troppo tardi, anche l’effetto sarà notevolmente ridotto. Il blocco dello iodio quindi non è più efficace.

Di norma, per il blocco dello iodio è sufficiente una singola dose, poiché gli isotopi radioattivi dello iodio decadono già dopo pochi giorni. In singoli casi, tuttavia, l'autorità competente può raccomandare un'ulteriore assunzione di compresse.

Le compresse di iodio ad alte dosi sono destinate esclusivamente a situazioni di catastrofe acuta. Non dovresti mai prenderli di tua iniziativa per precauzione!

Il momento dell’assunzione è cruciale

Il momento dell'assunzione è fondamentale per l'effetto protettivo ottimale delle compresse di iodio ad alte dosi. Idealmente, dovrebbero essere necessarie dalle tre alle sei ore prima della prevista esposizione radioattiva locale.

Assunzione delle compresse troppo presto: se le prende troppo presto, il suo corpo espellerà lo ioduro di potassio in eccesso prima che possa avere effetto. Inoltre, stai stressando il tuo corpo con la dose elevata senza alcun beneficio.

Prenderlo troppo tardi: se viene preso troppo tardi, anche l’effetto sarà notevolmente ridotto. Il blocco dello iodio quindi non è più efficace.

Di norma, per il blocco dello iodio è sufficiente una singola dose, poiché gli isotopi radioattivi dello iodio decadono già dopo pochi giorni. In singoli casi, tuttavia, l'autorità competente può raccomandare un'ulteriore assunzione di compresse.

Per chi è utile il blocco dello iodio?

Il rischio di sviluppare il cancro alla tiroide dopo l’esposizione allo iodio radioattivo è maggiore nei bambini e negli adolescenti rispetto agli adulti.

Gli esperti stimano che il rischio per le persone di età superiore ai 45 anni sia basso. Il periodo di latenza tra l'esposizione agli isotopi di iodio radioattivo e il conseguente cancro è di circa 30-40 anni.

Le compresse di iodio ad alte dosi forniscono una protezione completa dalle radiazioni?

No. L'assunzione di compresse di iodio ad alte dosi protegge solo dallo iodio radioattivo. Non forniscono protezione dalle radiazioni radioattive o da altri pericolosi prodotti di fissione radioattivi che potrebbero essere rilasciati nell'ambiente durante un incidente nucleare. Questi includono, ad esempio, il cesio radioattivo, lo stronzio e altri metalli pesanti radianti.