Come leggere correttamente i foglietti illustrativi

Il fatto che i foglietti illustrativi siano così complicati è dovuto a requisiti legali. Questi portano a testi che quasi nessun paziente capisce. Ciò significa che i foglietti illustrativi non raggiungono il loro vero scopo.

Quindi non dubitate della vostra intelligenza se vi siete dibattuti nel foglietto illustrativo di un farmaco ma non avete ancora capito tutto. Chiedi invece spiegazioni al tuo medico o al farmacista.

Prima capisci, poi deglutisci

Dal 1° gennaio 1999 anche le farmacie devono disporre di un'area di consultazione separata dove i clienti possono ricevere consigli riservati. Il fatto che le istruzioni per il paziente e le informazioni mediche per il medico siano spesso descritte insieme sul foglietto illustrativo tende a confondere piuttosto che a fornire chiarezza. Il motivo è che i produttori vogliono tutelarsi da successive richieste di risarcimento danni.

Foglietto illustrativo: cosa è particolarmente importante

I seguenti aspetti sono particolarmente importanti durante la lettura del foglietto illustrativo:

Controindicazioni (controindicazioni): Le controindicazioni assolute sono tutte quelle circostanze che vietano l'uso del farmaco in questione a causa di effetti collaterali troppo gravi (es. gravidanza, asma, ulcere allo stomaco). Inoltre, esistono controindicazioni relative, per le quali il medico deve valutare i benefici e i rischi dell'applicazione del farmaco per il paziente.

“Interazioni con altri agenti (interazioni farmaco-farmaco): diversi farmaci possono influenzarsi a vicenda se usati in stretta prossimità l'uno con l'altro. Non bisogna assolutamente sottovalutare queste interazioni: l'effetto di uno o entrambi i farmaci può essere ridotto o aumentato e inoltre un preparato può avere un effetto più breve o più lungo del dovuto.

Tuttavia, non solo altri medicinali, ma anche alimenti e stimolanti possono interagire in modo indesiderato con un medicinale. Pertanto, eviti caffè, alcol, succo di pompelmo o latticini se ciò è indicato nel foglietto illustrativo o consigliato dal medico o dal farmacista.

Effetti collaterali: niente panico

I foglietti illustrativi spesso contengono un lungo elenco di possibili effetti collaterali. La frequenza con cui possono manifestarsi gli effetti collaterali varia da molto comune a molto rara.

Le case farmaceutiche devono elencare tutti gli effetti collaterali noti, anche se, ad esempio, si sono verificati in un solo paziente. Inoltre, è molto improbabile che un paziente manifesti tutti gli effetti collaterali elencati.

  • Molto raro: in meno dello 0.01% dei casi
  • Raro: dallo 0.01 allo 0.1%.
  • Occasionalmente: dallo 0.1 all'1%.
  • Frequentemente: dall'1 al 10%.
  • Molto spesso: in più del 10%.

Non lasciarti scoraggiare dai foglietti illustrativi, anche se alcuni sembrano il diario di un patologo.