Orticaria nei bambini: riconoscere e trattare

Breve panoramica

  • Cause e fattori di rischio: principalmente infezioni, intolleranze o allergie (ad es. a farmaci, alimenti o additivi alimentari); altri possibili fattori scatenanti sono il contatto della pelle con sostanze tossiche/irritanti (es. ortica), freddo, caldo, pressione sulla pelle, sudore, sforzo fisico, stress
  • Sintomi: arrossamento della pelle, prurito, ponfi, raramente gonfiore della pelle/mucose (angioedema).
  • Trattamento: evitare fattori scatenanti, eruzioni cutanee fredde, farmaci (di solito antistaminici, possibilmente altri come il cortisone)
  • Esami e diagnosi: Anamnesi ed esame obiettivo; talvolta chiarimenti più dettagliati mediante esame del sangue o test allergologico; molto raramente campione di tessuto.
  • Decorso della malattia e prognosi: solitamente buona, i sintomi di solito scompaiono entro sei settimane. Raramente si verifica un'emergenza perché le mucose delle vie respiratorie si gonfiano.

Cos'è l'orticaria nei bambini?

L'orticaria è una condizione della pelle che colpisce sia i bambini che gli adulti. I medici chiamano anche l'orticaria dipendenza da pomfi o orticaria. L'orticaria è relativamente comune, con circa una persona su cinque colpita da orticaria ad un certo punto della propria vita.

Tipici dell'orticaria nei bambini e nei neonati sono i ponfi rosso vivo e pruriginosi sulla pelle. I medici generalmente distinguono tra due forme di orticaria nei bambini:

  • Orticaria cronica: questa forma è meno comune nei bambini e nei neonati ed è più probabile che si verifichi negli adulti. Qui le cause di solito non sono nel sistema immunitario. I sintomi spesso persistono oltre le sei settimane.

In caso di fiato corto, debolezza circolatoria o altri sintomi minacciosi, chiamate immediatamente il medico d'urgenza (112)!

L'orticaria è contagiosa nei bambini?

Gli alveari non sono contagiosi. Pertanto, i bambini con l'eruzione cutanea non rappresentano alcun pericolo per i familiari e le altre persone che li circondano.

Cause di orticaria nei bambini

I medici distinguono due tipi principali di orticaria nei bambini (e negli adulti):

  • alveari spontanei
  • e orticaria inducibile.

In entrambi i casi i sintomi dell'orticaria sono causati dall'attivazione di alcune cellule immunitarie (mastociti) nella pelle, che provocano un aumento del rilascio del neurotrasmettitore istamina. Ciò provoca prurito, eruzione cutanea e gonfiore della pelle/mucose.

Alveari spontanei

Si verifica all'improvviso e senza alcun innesco esterno evidente. In base alla durata dei sintomi si distingue:

  • Orticaria acuta spontanea: i sintomi durano al massimo sei settimane. Successivamente, i sintomi scompaiono di nuovo.

Orticaria inducibile

Qui i sintomi cutanei vengono attivati ​​dal contatto con stimoli specifici. A seconda della natura di questi stimoli, l'orticaria inducibile si suddivide ulteriormente in diverse forme:

Orticaria fisica.

A volte l'orticaria nei bambini (e negli adulti) è innescata da stimoli fisici. Ad esempio, a seconda del tipo di stimolo, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • Orticaria da freddo (orticaria da contatto freddo): la causa scatenante è il contatto della pelle con oggetti freddi, aria fredda, vento freddo o liquidi freddi.
  • Orticaria da calore (orticaria da contatto termico): qui, un bambino sviluppa l'orticaria dal contatto della pelle con il calore locale, come un pediluvio caldo o l'asciugatura con il phon.
  • Orticaria factitia (dermografismo orticarioide): le forze di taglio, come quelle prodotte dal graffio, dallo sfregamento o dallo sfregamento della pelle, sono in questo caso il fattore scatenante dell'eruzione dell'orticaria.
  • Orticaria leggera: si verifica quando la luce solare o la luce UV in un solarium causano i sintomi dell'orticaria.

Forme particolari di orticaria

  • Orticaria colinergica: è innescata da un aumento della temperatura interna del corpo, ad esempio a causa di un bagno caldo o di un cibo piccante. Anche lo sforzo fisico e lo stress a volte causano l'orticaria colinergica quando fanno aumentare la temperatura all'interno del corpo.
  • Orticaria da contatto: qui la pelle reagisce al contatto con le cosiddette sostanze orticariogene. A volte si tratta di una reazione allergica (ad esempio al veleno di insetti, al pesce, ad alcuni frutti, al lattice, ad alcuni farmaci). È anche possibile che si verifichi una reazione non allergica, ad esempio alle ortiche, alle meduse, alle fragole o al balsamo del Perù (ad esempio negli unguenti per la guarigione delle ferite).
  • Orticaria acquagenica: molto raramente, il contatto con l'acqua (ad esempio, durante la doccia, il nuoto o in caso di pioggia) provoca l'orticaria in un bambino. Tuttavia, questa non è una reazione allergica!

Orticaria nei bambini: i fattori scatenanti più comuni

Molto spesso, l'orticaria nei bambini è innescata da un'infezione. Ad esempio, in alcuni casi un'infezione simil-influenzale, un'infiammazione dell'orecchio medio o della gola provoca orticaria acuta spontanea nel bambino. Quando l’infezione si attenua, l’orticaria del bambino solitamente scompare.

L'orticaria cronica spontanea nei bambini è analoga ma rara. I fattori scatenanti includono un'infezione cronica persistente, ad esempio da streptococchi o più raramente da vermi o altri parassiti.

Un'eruzione cutanea pseudoallergica è solitamente causata da alcuni farmaci, conservanti o coloranti presenti negli alimenti.

Altri fattori che potenzialmente scatenano l’orticaria nei bambini includono:

  • Stimoli fisici come freddo, caldo, graffi, pressione o attrito sulla pelle (ad esempio, da vestiti, zaini)
  • Contatto della pelle con sostanze irritanti o tossiche (ad esempio, toccare ortiche o meduse)
  • Sudare
  • Stress

Spesso non è possibile trovare alcuna causa per i ponfi pruriginosi e/o i gonfiori della pelle/mucose. I medici parlano allora di orticaria idiopatica.

A volte l’orticaria non è causata da un solo fattore scatenante, ma da una combinazione di fattori, ad esempio un’infezione virale più la somministrazione di antibiotici o uno sforzo fisico più il consumo di un alimento scatenante.

Che aspetto ha l'orticaria nei bambini?

L'orticaria, chiamata anche orticaria, è il nome di un'eruzione cutanea rossa e pruriginosa con ponfi (vesciche cutanee in rilievo), come quando la pelle entra in contatto con l'ortica. (Da qui deriva il nome della condizione della pelle.) I ponfi arrossati tutt'intorno sono talvolta piccoli come la capocchia di uno spillo, ma possono anche raggiungere le dimensioni del palmo della mano.

L'orticaria può verificarsi nei bambini di qualsiasi età. Ragazzi e ragazze sono colpiti nella stessa misura. I bambini con dermatite atopica soffrono di orticaria cronica più spesso degli altri bambini.

Come viene trattata l'orticaria nei bambini?

Il trattamento dell'orticaria nei bambini (e negli adulti) dipende dalla forma della malattia e dalla sua gravità. Se possibile, si cerca di evitare o eliminare l'innesco o la causa dell'orticaria.

In aggiunta o in alternativa (se il fattore scatenante/causa non è noto o non può essere eliminato), il trattamento mira alla liberazione dei sintomi: è importante che il bambino sia il più possibile privo di sintomi.

Evita i trigger

Se si conosce la causa scatenante dell’orticaria di tuo figlio, è importante evitarla, se possibile.

Ad esempio, se tuo figlio sviluppa l'orticaria a causa di alcuni additivi alimentari (come coloranti o conservanti), è importante rimuovere questi prodotti dalla dieta del bambino, se possibile.

Se alcuni farmaci sono la causa scatenante dell'orticaria, il medico li evita e li sostituisce con un preparato meglio tollerato. Informa il medico se è noto che alcuni farmaci possono scatenare l'orticaria nel tuo bambino.

Freddo contro il prurito

Se il tuo bambino soffre molto di prurito, è utile rinfrescare l'eruzione cutanea. Questo può essere fatto, ad esempio, con un impacco rinfrescante che si avvolge in un asciugamano sottile e si posiziona sulla zona della pelle pruriginosa.

Anche gli unguenti e le creme rinfrescanti alleviano spesso lo spiacevole disagio, in modo che il bambino si senta più a suo agio. Tali preparati sono disponibili come prodotti da banco nelle farmacie.

Medicazioni

Spesso è necessario trattare l'orticaria con farmaci, ad esempio in caso di orticaria cronica o orticaria acuta pronunciata. A questo scopo vengono utilizzati principalmente antistaminici come la cetirizina.

Questi principi attivi bloccano i punti di ancoraggio della sostanza messaggera istamina, responsabile dello sviluppo delle reazioni cutanee. Si assumono gli antistaminici – in quale dosaggio e per quanto tempo vi verrà spiegato dal medico curante.

Se il trattamento con antistaminici non funziona (sufficientemente), altri farmaci sono un’opzione. Si tratta ad esempio dei glucocorticoidi (“cortisone”), che vengono somministrati in aggiunta agli antistaminici sotto forma di succo, compressa o supposta.

Tale trattamento supplementare a breve termine con cortisone viene utilizzato, ad esempio, in caso di orticaria acuta grave con gonfiore della pelle/mucose.

Un grave episodio di orticaria cronica può talvolta essere controllato solo con cortisone. A causa dei possibili effetti collaterali, tuttavia, questo viene utilizzato solo per un breve periodo.

Altrimenti, gli orticari cronici che non possono essere alleviati con successo con i soli antistaminici vengono spesso trattati con un antagonista dei leucotrieni. Questi agenti sono talvolta utilizzati anche nella terapia dell’asma.

Molto raramente l’orticaria nei bambini è così grave che i medici curanti devono ricorrere ad altri farmaci, come l’anticorpo omalizumab prodotto artificialmente. È diretto contro l'immunoglobulina E, che svolge un ruolo in molte reazioni allergiche.

Omeopatia per orticaria

Alcuni genitori vogliono anche curare l’orticaria dei loro figli in modi alternativi. A questo scopo vengono utilizzati, tra gli altri, preparati erboristici (come preparati pronti antiprurito e antinfiammatori a base dell'antica pianta medicinale e velenosa della belladonna agrodolce).

Alcuni genitori si affidano anche a preparati omeopatici, come i rimedi sulphur e Urtica urens per i sintomi dell'orticaria. Tuttavia non esistono prove scientifiche della loro efficacia.

Il concetto di omeopatia e la sua efficacia specifica sono controversi nella scienza e non chiaramente dimostrati dagli studi.

Come fa il medico a riconoscere l'orticaria nei bambini?

La diagnosi di “orticaria” viene fatta da un pediatra o da un dermatologo. Nei bambini si verificano gli stessi esami e passaggi diagnostici che negli adulti.

Anamnesi ed esame obiettivo

In primo luogo, il medico pone alcune domande al bambino affetto o ai suoi genitori per ottenere una storia medica (anamnesi). Questi includono, ad esempio:

  • Da quanto tempo è presente l'eruzione cutanea?
  • In quale situazione si sono verificati i sintomi (ad esempio, in concomitanza con un'infezione, durante lo sforzo fisico, dopo aver indossato indumenti attillati)?
  • Tuo figlio assume farmaci? Se sì, quali?
  • Il tuo bambino soffre di altre malattie della pelle, allergie o asma?

Il medico esamina quindi l’intera pelle e le mucose del bambino. Osserva con particolare attenzione l'eruzione cutanea.

Questo esame fisico in combinazione con l'anamnesi è solitamente sufficiente affinché il medico possa diagnosticare l'orticaria. Ulteriori diagnosi sono necessarie solo in alcuni casi.

Ulteriori esami

Lo stesso vale se l'eruzione cutanea pruriginosa grava sul bambino a tal punto da soffrirne molto e da compromettere la sua vita quotidiana (come scuola, sport o gioco).

Ulteriori esami, che a volte sono utili, sono ad esempio i test allergici e gli esami del sangue. Raramente è necessario anche prelevare un campione di tessuto (biopsia) della pelle per chiarire l'orticaria nei bambini, che viene poi esaminato più dettagliatamente in laboratorio.

L'orticaria è pericolosa nei bambini?

Di solito non c'è pericolo per il bambino a causa dell'orticaria. Tuttavia, i cambiamenti della pelle sono spiacevoli. Addormentarsi, fare sport, concentrarsi a scuola: il prurito permanente compromette la qualità della vita di alcuni bambini colpiti.

È pericoloso se l'orticaria si verifica nel tuo neonato o bambino come parte di una reazione allergica, ad esempio dopo una puntura d'insetto. Se le mucose delle vie respiratorie e/o della lingua si gonfiano, possono verificarsi difficoltà respiratorie. Questa è un’emergenza che deve essere trattata immediatamente!

Quando vedere un dottore?

Si consiglia di far esaminare un bambino con orticaria da un pediatra o un dermatologo (dermatologo). Il medico avvierà quindi una terapia adeguata affinché la spiacevole eruzione cutanea del bambino scompaia il più rapidamente possibile.