Herpes nell'occhio: definizione, sintomi, terapia

Herpes sull'occhio: breve panoramica

  • Cos'è l'herpes oculare? Infezione da virus dell'herpes simplex dell'occhio, più comunemente sulla cornea (cheratite da herpes), ma anche altrove come la palpebra, la congiuntiva o la retina; possibile a qualsiasi età, anche nei neonati
  • Sintomi: l'herpes oculare di solito si manifesta unilateralmente, spesso con gonfiore sull'occhio e all'interno dell'occhio, vesciche herpes sul bordo della palpebra, occhi arrossati, dolorosi, che lacrimano, fotofobia, sensazione di corpo estraneo; in stadi avanzati, deterioramento della vista (consultare immediatamente un oculista, possibile cecità!)
  • Trattamento: antivirali, nei casi lievi per via topica come unguento o gocce, altrimenti per via sistemica come compresse, possibilmente glucocorticoidi (“cortisone”), possibilmente trapianto di cornea, raramente vitrectomia
  • Prevenzione: evitare il contatto ravvicinato con persone gravemente infette, mantenere un'igiene rigorosa (ad esempio lavarsi le mani prima del contatto con gli occhi, cambiare gli asciugamani), fare attenzione alle lenti a contatto; in caso di infiammazione ricorrente, profilassi a lungo termine con antivirali, se necessaria
  • Cura: una cura completa non è possibile poiché i virus dell'herpes rimangono nel corpo; frequenti epidemie ricorrenti (recidive) di herpes oculare
  • Possibili complicanze: Recidive, cicatrici, danni persistenti e opacità della cornea, glaucoma, distacco della retina, superinfezioni con altri germi (batteri, altri virus, funghi), cecità
  • Esami: eseguiti da un oculista; l'oftalmologo controlla la sensibilità corneale ed esamina l'occhio utilizzando una lampada a fessura, oftalmoscopia, colorazione con fluoresceina; il rilevamento del virus è possibile con la PCR

Cos'è l'herpes oculare?

L'herpes oculare è un termine generico per le malattie infettive dell'occhio causate dal virus dell'herpes simplex (HSV). I virus di solito infettano la palpebra, l'iride, il corpo ciliare, la congiuntiva, la cornea o la retina da un lato. Lì si infiammano e danneggiano il tessuto.

I medici distinguono tra diverse forme di herpes oculare, a seconda della parte dell’occhio colpita dal virus:

Cheratite da herpes simplex (cheratite da herpes)

La cheratite da herpes simplex è quando l'herpes si verifica sulla cornea dell'occhio. È la forma più comune di herpes oculare. Si stima che nel mondo ne soffrano circa dieci milioni.

La cornea trasparente si trova nella parte anteriore del bulbo oculare davanti alla pupilla ed è composta da diversi strati. I virus dell'herpes simplex possono infettare chiunque di essi. I medici quindi distinguono tra

  • cheratite epiteliale (cheratite dendritica): l'herpes colpisce lo strato corneale più superficiale
  • cheratite stromale (cheratite erpetica interstitialis): i virus dell'herpes colpiscono lo strato intermedio della cornea
  • cheratite endoteliale (endotelite erpetica): l'herpes oculare colpisce lo strato più interno della cornea.

Congiuntivite da herpes simplex

Spesso viene colpita anche la pelle delle palpebre. Questo è noto come blefarocongiuntivite da herpes simplex. I medici chiamano la combinazione di congiuntivite e infiammazione della cornea cheratocongiuntivite da herpes simplex.

Blefarite da herpes simplex

Una prima infezione da herpes si manifesta spesso anche sulla palpebra, nota come blefarite da herpes simplex. I bambini sono particolarmente colpiti.

Uveite anteriore da herpes simplex

Ciò si riferisce alle infezioni da virus dell'herpes simplex nella sezione anteriore della parte centrale dell'occhio (uvea anteriore). L'iride, il corpo ciliare o entrambi vengono colpiti contemporaneamente (iridociclite).

Trabecolite da herpes simplex

Nella trabeculite da herpes, il trabecolato vicino al bordo esterno dell’iride si infiamma. L'umor acqueo dell'occhio normalmente fuoriesce attraverso questo tessuto spugnoso. L'infiammazione interrompe il drenaggio e la pressione intraoculare aumenta. Ciò favorisce il glaucoma, meglio conosciuto come glaucoma.

Herpes sull'occhio: necrosi retinica acuta

In rari casi, il virus dell’herpes simplex infiamma la retina (retinite da herpes simplex) e i suoi vasi sanguigni. Nel peggiore dei casi si verifica una necrosi retinica acuta, in cui le cellule retiniche muoiono. In questo caso, la malattia si diffonde spesso al secondo occhio.

La necrosi retinica acuta può causare cecità da herpes oculare.

Herpes neonatorum dell'occhio

Quando i neonati vengono infettati dal virus dell’herpes simplex, si parla di herpes neonatorum. In molti casi, l’HSV di tipo 2 è il fattore scatenante, più raramente il virus dell’herpes simplex di tipo 1.

Questo di solito causa congiuntivite (oftalmia neonatorum) o infiammazione della cornea nell'occhio del neonato. Puoi scoprire di più sulla trasmissione dell'herpes al neonato, sui sintomi e sulle conseguenze nell'articolo Herpes durante la gravidanza.

L'herpes neonatorum rimane spesso localizzato sulla pelle o sugli occhi. Tuttavia, può anche diffondersi al cervello o a tutto il corpo e quindi diventare pericoloso per la vita. I medici quindi lo trattano non appena sospettano un’infezione.

Differenza tra herpes oculare e herpes zoster sull'occhio

Oltre al virus dell’herpes simplex, esistono altri tipi di virus dell’herpes che infettano l’occhio. Questi includono il virus varicella zoster (VZV). Provoca l'herpes zoster (herpes zoster), che può verificarsi anche negli occhi. I medici parlano allora di zoster oftalmico. Puoi saperne di più al riguardo nel nostro articolo “L’herpes zoster sul viso”.

Come si manifesta l'herpes sugli occhi?

I sintomi dell’herpes oculare sono spesso aspecifici. Ciò significa che si verificano anche con altre malattie degli occhi. I sintomi che si verificano dipendono da dove si verifica esattamente l'herpes nell'occhio.

Sintomi dell'herpes sulla palpebra

  • Vesciche dolorose, inizialmente piene di liquido: spesso in gruppi alla giunzione tra pelle e mucosa
  • Gonfiore degli occhi, eventualmente anche dei linfonodi
  • scoppiare le vesciche dell'herpes con una crosta dopo essersi asciugate
  • di solito senza cicatrici

Un'epidemia di herpes oculare inizia spesso con una sensazione di bruciore o prurito dentro o intorno all'occhio. I primi sintomi includono anche un margine palpebrale gonfio e arrossato con una dolorosa sensazione di oppressione.

Sintomi dell'herpes sull'occhio stesso

I segni di altre malattie da herpes oculare come la cheratite da herpes o la congiuntivite da herpes colpiscono principalmente l'occhio stesso. Di solito sono anche limitati a un lato:

  • occhi rossi
  • Dolore all'occhio
  • Sensazione di corpo estraneo
  • Timidezza verso la luce (fotofobia)
  • Lacrimazione

In caso di herpes ricorrente e nei casi più gravi possono verificarsi anche i seguenti sintomi:

  • occhio lattiginoso-grigiastro (a causa di opacità e cicatrici della cornea, può essere visto solo dal medico durante l'esame)
  • Cambiamento del colore dell'iride o della forma della pupilla (con uveite da herpes)
  • Deterioramento della vista, visione limitata (perdita del campo visivo)
  • Perdita di vista

Se avverti uno di questi sintomi, consulta rapidamente un oculista. Ciò consentirà loro di curarti in tempo utile e di prevenire complicazioni.

Sintomi di necrosi retinica acuta dovuta all'herpes

Se l'intervento terapeutico non viene preso in tempo, si sviluppano grandi buchi nella retina. Le persone colpite non possono più vedere in quest'area. In alcuni casi, la retina si separa completamente o parzialmente dalla coroide (distacco della retina).

Le persone colpite vedono meno bene o non riescono più a vedere alcune aree del loro campo visivo. Lampi di luce e macchie nere si verificano spesso con la retina distaccata. C'è il rischio di cecità completa.

Come si può trattare l'herpes sull'occhio?

L'herpes oculare è curabile. I medici prescrivono solitamente farmaci contro i virus dell’herpes (antivirali). L’obiettivo è alleviare i sintomi, sopprimere il virus più rapidamente e ridurre le conseguenze dell’infiammazione.

La terapia esatta dipende dalla posizione e dalla gravità dell’infezione. In caso di complicazioni e danni consequenziali, i medici possono eseguire un intervento chirurgico.

Farmaci per l'herpes oculare

I medici usano i cosiddetti antivirali per curare l'herpes sugli occhi. Impediscono ai virus di moltiplicarsi ulteriormente. Sono disponibili sotto forma di unguento, gel e gocce da applicare direttamente o nell'occhio (locale, topico). A volte i medici prescrivono antivirali sotto forma di compresse o per infusione.

I soliti principi attivi sono aciclovir, valaciclovir, ganciclovir e trifluorotimidina (trifluridina). Il medico seleziona il farmaco e la sua forma di dosaggio in modo che possa avere il miglior effetto possibile sulla zona infiammata dell'occhio.

In alcuni casi di herpes oculare, i medici somministrano anche glucocorticoidi (“cortisone”). Attenuano le reazioni infiammatorie (eccessive). Raggiungono l'interno dell'occhio tramite colliri. I medici li usano solo se l’epitelio corneale è intatto.

In caso di herpes cheratite dendritica superficiale il medico non utilizza colliri con glucocorticoidi. Ostacolano la ricostruzione dell'epitelio. I virus potrebbero più facilmente impossessarsi di vaste aree dell’epitelio e scatenare la cosiddetta cheratite geografica.

La terapia dura solitamente diverse settimane, a seconda della sede e della gravità dell'herpes nell'occhio. A volte i medici riducono la dose dopo un certo periodo di tempo. Le persone colpite continuano quindi a prendere il farmaco fino a quando l'herpes oculare non è stato completamente soppresso.

Intervento chirurgico per o dopo l'herpes sull'occhio

In alcuni casi, le cicatrici corneali fanno sì che le persone colpite non possano più vedere chiaramente. A volte l'epitelio della cornea è così danneggiato che non cresce più completamente. Un trapianto di cornea (cheratoplastica) può quindi aiutare.

Nella cosiddetta cheratoplastica penetrante, il chirurgo rimuove completamente l’area danneggiata della cornea. Il paziente riceve quindi una sezione di cornea da un donatore di organi.

Le difese dell’organismo spesso classificano i trapiantati come invasori stranieri e li attaccano. Ciò accade meno frequentemente con la cheratoplastica, in parte perché la cornea non viene irrorata direttamente di sangue.

Tuttavia, il rigetto non può essere completamente escluso. In caso di tale reazione, i virus dell'herpes simplex hanno vita particolarmente facile, poiché l'occhio è già preinfetto. Pertanto i medici prescrivono antivirali prima e dopo la procedura. Usano anche i glucocorticoidi localmente per sopprimere una reazione immunitaria contro il trapianto.

Le infezioni corneali da herpes sono ancora possibili dopo il trapianto. Tuttavia, i nervi che conducono a questa parte sono stati recisi durante l'operazione. Questa lacuna mantiene per il momento i virus ai margini della sezione donata.

Se il corpo vitreo è torbido e opaco a causa della necrosi retinica acuta, il medico può consigliare la rimozione chirurgica (vitrectomia). Ciò può essere consigliabile anche in caso di distacco della retina. Puoi leggere di più a riguardo nel testo “Distacco di retina”.

Rimedi erboristici per l'herpes sugli occhi

Si ritiene che le foglie della melissa impediscano ai virus dell'herpes simplex di attaccarsi alle cellule umane. Le persone con herpes labiale a volte lo usano sotto forma di unguenti o tè.

Le difese dell’organismo spesso classificano i trapiantati come invasori stranieri e li attaccano. Ciò accade meno frequentemente con la cheratoplastica, in parte perché la cornea non viene irrorata direttamente di sangue.

Tuttavia, il rigetto non può essere completamente escluso. In caso di tale reazione, i virus dell'herpes simplex hanno vita particolarmente facile, poiché l'occhio è già preinfetto. Pertanto i medici prescrivono antivirali prima e dopo la procedura. Usano anche i glucocorticoidi localmente per sopprimere una reazione immunitaria contro il trapianto.

Le infezioni corneali da herpes sono ancora possibili dopo il trapianto. Tuttavia, i nervi che conducono a questa parte sono stati recisi durante l'operazione. Questa lacuna mantiene per il momento i virus ai margini della sezione donata.

Se il corpo vitreo è torbido e opaco a causa della necrosi retinica acuta, il medico può consigliare la rimozione chirurgica (vitrectomia). Ciò può essere consigliabile anche in caso di distacco della retina. Puoi leggere di più a riguardo nel testo “Distacco di retina”.

Rimedi erboristici per l'herpes sugli occhi

Si ritiene che le foglie della melissa impediscano ai virus dell'herpes simplex di attaccarsi alle cellule umane. Le persone con herpes labiale a volte lo usano sotto forma di unguenti o tè.

Se l’herpes si manifesta quando l’occhio viene infettato per la prima volta, la malattia solitamente dura solo pochi giorni e spesso si risolve da sola. Nella maggior parte dei casi, questa infezione primaria non viene affatto notata.

Progressione e prognosi dell'herpes oculare

Le recidive di herpes sono comuni, soprattutto sulla cornea. Il periodo senza sintomi tra le epidemie varia in lunghezza. I fattori di rischio favoriscono una recidiva.

Se l’infiammazione rimane superficiale (ad esempio sulla palpebra e sull’epitelio corneale) e il trattamento è efficace, di solito regredisce senza conseguenze. Le infezioni profonde da herpes comportano il rischio di complicazioni come cicatrici.

Quanto più lungo, grave e frequente è l'herpes nell'occhio, tanto peggiore è la prognosi. Come regola generale, è importante una diagnosi e un trattamento rapidi per evitare danni consequenziali. Anche se c’è una nuova epidemia.

Anche con un trattamento immediato, il decorso della malattia può protrarsi, poiché l'herpes può manifestarsi ripetutamente (recidive) ed essere grave.

L’herpes oculare è una delle cause più comuni di cecità corneale infettiva in tutto il mondo. Il rischio di cecità è particolarmente elevato nei pazienti immunocompromessi e nei casi di necrosi retinica acuta causata da herpes.

Complicazioni

  • Cicatrici, vascolarizzazione e annebbiamento della cornea causano disturbi della vista o dell'acuità visiva.
  • Cheratite metaerpetica: danno epiteliale corneale permanente dopo un'epidemia di HSV nell'occhio
  • Glaucoma con danno al nervo ottico.
  • Distacco di retina nella necrosi retinica acuta indotta da HSV (emergenza!)
  • Superinfezioni: se l'occhio e il sistema immunitario sono già indeboliti a causa dell'infezione da HSV, possono aggiungersi altri agenti patogeni (batteri, altri virus, funghi).
  • Cecità

Herpes sull'occhio: cause e fattori di rischio

L’herpes oculare è solitamente causato dal virus dell’herpes simplex di tipo 1. L’HSV di tipo 2 può anche causare l’herpes oculare, soprattutto nei neonati. I virus dell’herpes sono molto contagiosi.

Di solito le persone si infettano attraverso il contatto diretto con altre persone malate o attraverso oggetti contaminati (ad esempio asciugamani). L'infezione di solito passa inosservata. L'herpes si manifesta solo in determinate condizioni, ad esempio negli occhi.

Infezione

Il virus dell’herpes simplex, in particolare l’HSV di tipo 1, è molto diffuso. Le persone affette da herpes trasmettono il virus attraverso i fluidi corporei. Il liquido delle vesciche dell'herpes è particolarmente contagioso. L'infezione di solito si verifica durante l'infanzia.

Puoi anche prendere il virus da te stesso. Se soffri di herpes labiale, ad esempio, puoi trasmettere il virus da lì ai tuoi stessi occhi. Il termine tecnico per questo è autoinoculazione.

Ci sono anche persone infette che non presentano sintomi evidenti ma possono comunque trasmettere il virus. Tuttavia, di solito espellono solo pochi virus.

Puoi scoprire di più sull'infezione da herpes e sulla riattivazione dell'herpes nel nostro articolo principale sull'herpes.

Fattori di rischio

Una volta infettato dall'herpes, spesso si ripresenta ancora e ancora. Ciò accade soprattutto quando il sistema immunitario è indebolito o l'occhio è già danneggiato. Alcuni fattori di rischio favoriscono le epidemie di herpes sugli occhi. Questi includono

  • Infezioni acute, febbre: altri agenti patogeni possono disturbare le difese immunitarie o rompere i meccanismi protettivi dell'occhio a tal punto che i virus dell'herpes possono penetrare più facilmente.
  • Chirurgia oculare invasiva: le barriere naturali dell’occhio possono quindi essere più permeabili all’HSV (ad esempio dopo un intervento chirurgico agli occhi con laser).
  • Diabete mellito: i pazienti i cui livelli di zucchero nel sangue fluttuano più frequentemente sono spesso soggetti a infezioni.
  • HIV e virus del morbillo: entrambi i virus attaccano le cellule del sistema immunitario indebolendolo. HSV può trarre vantaggio da questa situazione.
  • Immunosoppressori, corticosteroidi (“cortisone”): questi farmaci sopprimono le reazioni di difesa dell’organismo
  • Somministrazione locale di farmaci per il glaucoma
  • Atopia: le persone colpite sono più suscettibili alle reazioni allergiche per motivi ereditari. L'HSV sembra verificarsi più frequentemente in entrambi gli occhi (attenzione: è possibile una diagnosi errata!)
  • Stress: include lo stress fisico e psicologico.
  • Fluttuazioni ormonali: mestruazioni, gravidanza, farmaci
  • Lenti a contatto: i portatori si toccano gli occhi più spesso e hanno quindi maggiori probabilità di portare l'HSV negli occhi. Lunghi periodi di usura e secchezza oculare possono causare piccole ferite nella cornea durante la rimozione. Questi sono i possibili punti di ingresso per HSV.
  • Lesioni agli occhi, soprattutto alla cornea, ad esempio a causa di corpi estranei nell'occhio

Esami e diagnosi

Gli oftalmologi si occupano dell'herpes negli occhi. Interrogano il paziente ed esaminano attentamente l'occhio interessato. Questo è importante poiché il trattamento dipende dalla forma dell'herpes oculare. Inoltre, la diagnosi non è facile, poiché anche altre malattie causano sintomi simili.

Storia medica

Durante l'anamnesi, l'oftalmologo chiederà quali sintomi sono presenti e da quanto tempo. Lui o lei chiederà anche se l'herpes oculare si è verificato in passato o se ci sono fattori di rischio.

Esame fisico dell'occhio

Il medico cercherà segni esterni come gonfiore della palpebra, arrossamento, vesciche o lacrimazione abbondante. Lui o lei sentirà anche la testa e il collo per i linfonodi ingrossati.

Esami mirati

Il test con un estesiometro è più affidabile. Si tratta di un dispositivo con “peli” che irritano la cornea in varia misura quando vengono toccati. In questo modo il medico può scoprire esattamente quanto è sensibile la cornea.

L'acuità visiva viene controllata come parte di un esame della vista. L'oculista guida lentamente le dita dall'esterno nel campo visivo per verificare eventuali difetti visivi. Il paziente guarda dritto davanti a sé e non muove gli occhi né la testa.

In genere, il medico esamina l’occhio anche con un microscopio con lampada a fessura. La cornea viene illuminata in modo speciale e ingrandita più volte. Ciò consente al medico di valutare i diversi strati della cornea. Eventuali opacità o ritenzioni idriche diventano visibili.

Di norma il medico utilizza anche la cosiddetta colorazione con fluoresceina. Per fare questo, mette nell'occhio una soluzione contenente la tintura luminosa. Nella lampada a fessura vede i difetti della cornea di colore verdastro.

Reperti tipici dell'herpes oculare

Per diagnosticare l'herpes oculare, il medico cerca i risultati tipici al microscopio con lampada a fessura con colorazione con fluoresceina.

Se l'HSV infiamma lo strato corneale medio e interno, lì si accumula del liquido. Il medico riconosce questi come dischi luminosi (cheratite disciforme). In questo modo sono visibili anche cicatrici, buchi, nuovi vasi sanguigni e strati cornei assottigliati.

Ulteriori esami

A seconda dei risultati, l'oculista esaminerà quindi la parte posteriore dell'occhio (funduscopia). La necrosi retinica acuta mostra macchie luminose sulla retina, depositi infiammatori nel corpo vitreo e alterazioni vascolari.

Ciò consente anche al medico di valutare quanto è progredita la malattia. Con questi esami è possibile individuare anche danni consequenziali.

Tuttavia, l'HSV può essere rilevato solo direttamente nell'occhio in laboratorio utilizzando la PCR. Per fare ciò, il medico preleva un tampone dall'occhio o preleva l'umor acqueo.

La PCR consente di differenziare i sottotipi del virus dell'herpes simplex. Se il trattamento non funziona, un cambiamento nel materiale genetico virale può rendere resistenti gli agenti patogeni. Il medico prescriverà quindi nuovi farmaci.

Puoi scoprire di più sulla diagnosi dell'herpes in generale nel nostro articolo sull'herpes.

Esclusione di altre cause

Prevenire l'herpes sugli occhi

L'herpes è altamente contagioso e può quindi diffondersi facilmente. Il virus può anche essere trasmesso da una parte del corpo all'occhio o viceversa. Puoi ridurre il rischio di infettare te stesso o gli altri adottando le seguenti misure igieniche:

  • Lavatevi le mani: i virus dell'herpes non si trovano solo nei fluidi corporei. Possono anche sopravvivere per diverse ore sulla pelle, su oggetti umidi o negli alimenti refrigerati. Lavati regolarmente le mani per evitare di diffondere i virus.
  • Cambiare spesso gli asciugamani: se i virus rimangono dopo aver lavato le mani, potrebbero penetrare nell'asciugamano e quindi in altre parti del corpo o nelle persone.
  • I disinfettanti etichettati come “virucidi (limitati)” sradicano i virus dell’herpes simplex.
  • Non grattare le vesciche aperte dell'herpes sugli occhi. Altrimenti il ​​liquido altamente infettivo si diffonderà più facilmente.
  • Non toccarsi gli occhi e il viso inutilmente: quando si inseriscono o si rimuovono le lenti a contatto, l'HSV può penetrare dalle dita sulle lenti e negli occhi (lavarsi accuratamente le mani prima o indossare gli occhiali).
  • Nessun trucco sugli occhi: se si applica il trucco sull'occhio infetto durante un'epidemia acuta, è probabile che si trasmetta l'HSV nell'altro occhio attraverso gli strumenti di trucco utilizzati.
  • Lavare i vestiti e gli asciugamani caldi.

Previeni ulteriori epidemie con i farmaci

Potrebbe quindi essere consigliabile una prevenzione a lungo termine con agenti antivirali (antivirali) per prevenire nuovi focolai di herpes oculare. I pazienti di solito assumono compresse di aciclovir per un anno o più. Come misura di supporto, puoi anche provare a evitare i fattori di rischio per la riattivazione dell'herpes.