Emottisi (tosse con sangue): cause, terapia

Breve panoramica

  • Cos'è l'emottisi? Tossire con sangue, cioè tossire con espettorato contenente sangue. La forma attenuata è detta emottisi.
  • Possibili cause: bronchite, effusioni bronchiali congenite o acquisite, tumori maligni ai polmoni, polmonite, embolia polmonare, ascesso polmonare, ipertensione polmonare, malformazioni vascolari, malattie autoimmuni, maggiore tendenza al sanguinamento (ad es. a causa di alcuni farmaci), lesioni polmonari.
  • Breve panoramica

Cos'è l'emottisi? Tossire con sangue, cioè tossire con espettorato contenente sangue. La forma attenuata è detta emottisi.

Possibili cause: bronchite, effusioni bronchiali congenite o acquisite, tumori maligni ai polmoni, polmonite, embolia polmonare, ascesso polmonare, ipertensione polmonare, malformazioni vascolari, malattie autoimmuni, maggiore tendenza al sanguinamento (ad es. a causa di alcuni farmaci), lesioni polmonari.

L’emottisi deve essere distinta dalle malattie in cui il sangue può fuoriuscire dalla bocca in altri modi, ad esempio sangue dal naso, lesioni orali e dentali e sanguinamento dall’esofago e dallo stomaco. A prima vista, questo spesso non è semplice. In caso di emottisi, il sangue espulso può spesso apparire schiumoso a causa dell'aria mescolata. Se invece ha origine dallo stomaco, spesso è di colore nero per l'azione degli acidi gastrici.

Emottisi: cause e possibili malattie

L'emorragia alla base dell'emottisi può verificarsi in diverse stazioni dell'apparato respiratorio e le possibili cause sono numerose. Osservando prima la trachea e i bronchi, ad esempio, sono possibili i seguenti fattori scatenanti:

  • Bronchite (acuta o cronica), che è un'infiammazione delle vie aeree più grandi, solitamente causata da infezioni virali o batteriche.
  • Carcinoma bronchiale (cancro ai polmoni): in caso di crescita maligna della mucosa bronchiale, la tosse con sangue è spesso il primo sintomo, anche prima del dolore. Tuttavia, i carcinomi bronchiali rappresentano meno del 10% delle cause di emottisi.
  • Metastasi polmonari: si tratta di metastasi di altri tumori che si depositano nei polmoni. Si verificano frequentemente, ad esempio, nel cancro del colon-retto, nel cancro del rene e nel cancro al seno.

Se segui le vie aeree più in basso, alla fine raggiungi il tessuto polmonare. Anche in questo caso diversi fattori scatenanti possono portare all'emottisi:

  • Polmonite: in rari casi può anche essere accompagnata da emottisi.
  • Ascesso polmonare: se la raccolta di pus (ascesso) nel polmone è collegata a un vaso polmonare danneggiato, può verificarsi emottisi.

Altre possibili cause di emottisi includono:

  • Embolia polmonare: si verifica quando un'arteria polmonare viene bloccata da un coagulo di sangue inghiottito (embolo). Questo coagulo ha origine all'esterno dei polmoni (spesso nelle vene delle gambe) e può entrare in un vaso polmonare attraverso il flusso sanguigno. Oltre alla tosse con sangue, i possibili sintomi includono mancanza di respiro e dolore al petto.
  • Malformazioni vascolari: tra queste rientrano ad esempio “cortocircuiti” (shunt med.) tra arterie e vene, nonché dilatazioni patologiche dei vasi nel contesto della malattia ereditaria di Osler.
  • Malattie autoimmuni: ad esempio la sindrome di Goodpasture e la granulomatosi di Wegener possono causare emottisi. In rari casi, il lupus eritematoso sistemico causa anche emottisi.
  • Lesioni polmonari, ad es. a seguito di un incidente o di una coltellata

Emottisi: quando dovresti consultare un medico?

Tossire sangue o espettorato sanguinante è un segnale di allarme urgente che dovrebbe essere chiarito immediatamente da un medico. Non sempre dietro al sintomo si nasconde una malattia grave, ma solo il medico può scoprirlo. In generale, prima viene identificata e trattata la causa dell’emottisi, meglio è.

Emottisi: cosa fa il medico?

Diagnostica Ultrasuoni

Il medico innanzitutto interroga dettagliatamente il paziente sulle circostanze dell'emottisi avvenuta (anamnesi):

  • Quando si è verificata per la prima volta l'emottisi?
  • Quanto è durato?
  • Quanto sangue hai tossito e che aspetto aveva?
  • Hai o hai avuto altri sintomi (febbre, ecc.)?
  • Hai qualche condizione preesistente nota?

Il medico ausculterà i polmoni del paziente e preleverà il sangue per determinare importanti valori di laboratorio (emocromo, valori di coagulazione, contenuto di ossigeno nel sangue, ecc.). Procedure diagnostiche come la radiografia del torace, la broncoscopia o la tomografia computerizzata ad alta risoluzione (HRCT) possono essere utilizzate per individuare la fonte del sanguinamento.

Terapia

In caso di emorragia acuta è importante arrestare l'emorragia il più rapidamente possibile, operazione che spesso può essere eseguita durante una broncoscopia.

Fondamentalmente, la terapia dell'emottisi dipende dal rispettivo fattore scatenante. Di conseguenza, vengono utilizzati farmaci come antibiotici o immunosoppressori. In altri casi sono necessari chemioterapia, interventi chirurgici o occlusione mirata dei vasi (embolizzazione).

misure di emergenza

Le misure iniziali per l'emottisi acuta possono includere la somministrazione di ossigeno e la sostituzione del volume (cioè la sostituzione del volume sanguigno perso con soluzione salina o altri preparati), se necessario. Spesso, il paziente è posizionato in modo tale che la porzione polmonare sia rivolta verso la fonte del sanguinamento. Questo per evitare che il polmone illeso venga disturbato nella sua funzione.

Emottisi: cosa puoi fare da solo