Fungo della testa: cause, sintomi, trattamento

Breve panoramica

  • Descrizione: La micosi del cuoio capelluto (tinea capitis) è una malattia fungina del cuoio capelluto peloso causata da un'infezione da funghi della pelle. I bambini ne sono spesso colpiti.
  • Sintomi: i sintomi includono chiazze circolari e calve sul cuoio capelluto (perdita di capelli) con scaglie grigiastre, aree infiammate della pelle e prurito.
  • Trattamento: nei casi lievi, il medico tratta il fungo della testa con agenti antifungini sotto forma di shampoo, creme o soluzioni. Nei casi più gravi sono necessari agenti antifungini sotto forma di compresse o iniezioni.
  • Cause: il fungo della testa è causato da un'infezione del cuoio capelluto con funghi della pelle. I portatori sono solitamente animali come cani, gatti, criceti, conigli e porcellini d'India.
  • Diagnosi: consultazione con il medico, esame fisico (ad esempio esame al microscopio, preparazione di una coltura fungina in laboratorio).
  • Prevenzione: evitare il contatto con animali con vistose chiazze di pelle calva, non condividere oggetti (es. spazzole, asciugamani) con persone malate e disinfettarli regolarmente, lavare la biancheria a 95 gradi centigradi.

Cos'è il fungo della testa?

Il fungo della testa, noto in medicina come tinea capitis, è una malattia fungina infettiva (micosi) che colpisce la zona pelosa della testa (ad esempio capelli, sopracciglia, ciglia, barba). È un sottotipo di malattia fungina della pelle ed è causata da funghi della pelle come funghi filamentosi (dermatofiti), raramente anche muffe (Aspergillus) e lieviti (Candida).

Animali come cani e gatti vengono spesso infettati da un agente patogeno fungino che viene trasmesso all'uomo attraverso il contatto (ad es. coccole). Il fungo della testa è molto contagioso e si trasmette anche da persona a persona.

Chi è particolarmente colpito?

Anche i proprietari di animali e le persone che lavorano con gli animali (ad esempio in agricoltura, negli allevamenti) si ammalano molto spesso di funghi alla testa. In Germania i funghi alla testa colpiscono sempre più spesso anche le persone anziane.

Come riconoscere il fungo della testa?

I sintomi del fungo della testa variano notevolmente. Inizialmente, attorno al fusto del capello si formano solitamente noduli arrossati (papule). Dopo alcuni giorni le papule diventano più chiare e squamose. I capelli diventano fragili e si spezzano. Di conseguenza, sul cuoio capelluto si formano una o più chiazze calve circolari (alopecia) ben definite. Le aree colpite della pelle sono solitamente ricoperte da scaglie grigiastre. Il cuoio capelluto è spesso arrossato, pruriginoso e doloroso.

In alcuni casi, a causa dell’infezione, nei peli della barba degli uomini compaiono ascessi dolorosi, solitamente ricoperti da croste (tinea barbae).

Nei casi più gravi, i linfonodi del collo e della gola sono gonfi e sensibili alla pressione. Occasionalmente si verifica anche la febbre.

La grave infiammazione può causare danni permanenti alle radici dei capelli. Nei casi più gravi, il cuoio capelluto in queste aree rimane calvo per sempre dopo la guarigione. Le cicatrici spesso rimangono sul cuoio capelluto.

Soprattutto una grave infestazione da funghi del cuoio capelluto compromette la qualità della vita di molti malati. Si vergognano delle zone calve sulla testa e sono quindi spesso sotto stress psicologico.

Come vengono trattati i funghi del cuoio capelluto?

È importante trattare il fungo della testa il più rapidamente possibile e il più a lungo possibile. Questo perché i sintomi spesso regrediscono rapidamente a seguito del trattamento, costringendo molti pazienti a interrompere precocemente il trattamento. Tuttavia, ciò consente al fungo di diffondersi nuovamente. Se gli animali domestici sono portatori del fungo, è necessario trattarli anche per evitare una reinfezione.

È importante iniziare il trattamento il prima possibile per evitare che l’infezione fungina si diffonda ulteriormente e ridurre il rischio di infezione.

Shampoo, soluzioni e creme

Prima di tutto, il medico tratta il fungo della testa esternamente con agenti antifungini (antimicotici) sotto forma di shampoo, soluzioni e creme che vengono applicate localmente sulla pelle. Questi uccidono i funghi (fungicidi) o inibiscono la crescita dei funghi (fungistatici).

Vengono utilizzati principi attivi come terbinafina, itraconazolo e fluconazolo.

Nella maggior parte dei casi, per i funghi della testa è necessario un trattamento aggiuntivo con farmaci antifungini sotto forma di compresse, soluzioni da bere (sospensioni) e iniezioni (terapia sistemica). È importante assumere il farmaco per un periodo di tempo sufficientemente lungo fino a quando non sarà possibile rilevare più agenti patogeni.

Il trattamento dura da poche settimane a diversi mesi. Poiché in rari casi alcuni farmaci possono danneggiare il fegato, è consigliabile che il medico controlli regolarmente i valori del sangue.

Nella maggior parte dei casi, i medici raccomandano una combinazione di trattamento locale e sistemico con agenti antifungini per il trattamento del fungo della testa.

Antibiotici e cortisone

In caso di infestazione da batteri, il medico prescrive solitamente anche degli antibiotici da applicare sulla pelle (es. unguenti, creme). Questi inibiscono la crescita batterica (antibiotici batteriostatici) o uccidono gli agenti patogeni (antibiotici battericidi).

Rimedi casalinghi

Alcuni rimedi casalinghi possono anche aiutare ad alleviare l’irritazione del cuoio capelluto e il prurito causato dai funghi della testa. Impacchi freddi, gel di aloe vera o gel di amamelide hanno un effetto rinfrescante e possono aiutare ad alleviare il prurito.

Non grattare le aree pruriginose della pelle. Ciò aggrava i sintomi e può portare a infezioni batteriche e infiammazioni.

Quando si lavano i capelli è importante non utilizzare acqua troppo calda. Ciò irrita ulteriormente il cuoio capelluto già stressato e aumenta il prurito. Per abbreviare la durata del trattamento, spesso è opportuno tagliare i capelli lunghi.

Il rilassamento allevia i sintomi per alcuni malati. Ad esempio, il training autogeno o il rilassamento muscolare progressivo possono aiutare.

Come si sviluppa il fungo della testa?

I funghi del cuoio capelluto si verificano quando funghi della pelle come funghi filamentosi (dermatofiti), muffe (Aspergillus) e lieviti (Candida) infestano il cuoio capelluto e penetrano nei follicoli piliferi. Spesso causano la malattia funghi filamentosi, ad esempio Microsporum canis, Trichophyton tonsurans, più raramente Trichophyton violaceum. In Germania si osserva una crescente diffusione dell'agente patogeno Microsporum canis, trasmesso soprattutto da cani e gatti.

Come si trasmette il fungo della testa?

Nella maggior parte dei casi, l'infezione avviene attraverso animali come cani, gatti, criceti, conigli e porcellini d'India. Anche i vitelli negli allevamenti sono potenziali portatori. Gli animali vengono infettati dagli agenti patogeni che vengono trasmessi all'uomo attraverso il contatto diretto. Soprattutto i bambini che giocano con gli animali vengono spesso colpiti dal fungo della testa e diventano portatori di altre persone. Poiché il fungo della testa è molto contagioso, le epidemie si verificano sempre più spesso nelle scuole e negli asili nido.

Per prevenire la caduta permanente dei capelli o le cicatrici causate dai funghi della testa, è importante consultare un medico il prima possibile ai primi segni. Se sospetti di avere un fungo alla testa, il tuo medico di famiglia è il tuo primo punto di riferimento. Ti indirizzeranno a un dermatologo se necessario o per ulteriori esami.

Molte altre malattie della pelle (ad es. psoriasi, eczema atopico, seborrea, eczema da contatto) presentano sintomi simili, ma di solito richiedono un trattamento fondamentalmente diverso. Il medico effettuerà quindi un esame approfondito.

Consultazione con il medico

Esame fisico

Il medico esamina quindi le aree cutanee interessate per individuare eventuali anomalie visive (ad esempio arrossamento). Esaminerà attentamente la pelle (ad esempio con una speciale lente d'ingrandimento cutanea o un microscopio) e la palperà. I tipici cambiamenti della pelle danno spesso al medico i primi indizi di una malattia fungina.

Creazione di una cultura fungina

Per una diagnosi affidabile, il medico preleverà una coltura fungina per determinare l'esatto patogeno. Per fare questo, prende capelli o monconi di capelli e scaglie di pelle dalla zona interessata. Una coltura viene quindi coltivata in laboratorio su uno speciale terreno di coltura per determinare l'esatto tipo di fungo. La coltura fungina fornisce al medico informazioni importanti sull'agente patogeno e su quali farmaci sono efficaci contro di esso.

Osservazione alla luce UV

Dovrebbero essere esaminati anche i familiari e le altre persone che hanno avuto stretti contatti con persone affette da funghi alla testa.

Il fungo della testa può essere curato?

Il fungo della testa di solito si sviluppa nel giro di pochi giorni e, se trattato precocemente, scompare dopo alcune settimane. Tuttavia, se il fungo della testa non viene trattato e le aree colpite sono già infette da funghi o batteri, possono rimanere glabre (calve) per sempre dopo che l'infezione è guarita.

In alcuni casi, le infezioni gravi possono lasciare cicatrici sul cuoio capelluto. Pertanto, ai primi segni di funghi alla testa, consultare un medico il prima possibile.

Anche se il fungo della testa guarisce con successo, è possibile infettarsi nuovamente!

Come si possono prevenire i funghi alla testa?

È meglio lavare la biancheria (ad esempio cuscini, asciugamani, cappelli) a 95 gradi Celsius o utilizzare detergenti igienici speciali per uccidere in sicurezza i funghi. Evitare il contatto con animali che presentano chiazze calve, circolari e squamose sul corpo.

Finché hai i funghi alla testa, è meglio evitare di andare dal parrucchiere. I bambini infetti non dovrebbero tornare a scuola o all’asilo prima che sia trascorsa almeno una settimana dall’inizio del trattamento da parte del medico. Assicurati di informare la scuola o l'asilo per avvisare genitori e insegnanti di una possibile infezione.