Colesterolo HDL: cosa significa il valore di laboratorio

Cos'è il colesterolo HDL?

Il colesterolo HDL è un sistema di trasporto delle lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) per il colesterolo nel sangue. Trasporta il colesterolo dalle cellule del corpo al fegato, dove i grassi nel sangue possono essere scomposti. Inoltre, l’HDL è in grado di rimuovere il colesterolo in eccesso che si è depositato sulle pareti dei vasi sanguigni. Il colesterolo HDL protegge quindi dall’“indurimento delle arterie” (arteriosclerosi o aterosclerosi) e per questo viene spesso definito colesterolo buono.

Conseguenze pericolose dell'arteriosclerosi sono disturbi circolatori in vari tessuti e organi, ad esempio la malattia coronarica (base per l'infarto) e l'ictus.

Quando viene determinato il colesterolo HDL?

Il livello di HDL viene determinato quando il medico vuole valutare il rischio di aterosclerosi e in particolare di malattia coronarica (CHD). Questo rischio aumenta se il colesterolo HDL è troppo basso. Ma il rischio di aterosclerosi sembra aumentare anche a livelli estremamente elevati (superiori a circa 90 mg/dl).

Colesterolo HDL: valori standard

Per misurare il colesterolo HDL, il medico preleva un campione di sangue. Poiché i grassi entrano nel sangue attraverso l'assunzione di cibo, il prelievo di sangue dovrebbe essere effettuato a stomaco vuoto, almeno per la prima determinazione. Dovrebbe essere evitato anche il consumo eccessivo di cibi grassi o alcol nei giorni precedenti, poiché può falsificare i risultati. Tuttavia, secondo l'opinione attuale degli esperti, soprattutto i controlli successivi possono essere eseguiti anche senza digiuno.

Età o sesso

Valori normali del colesterolo HDL

Neonato

22 – 89mg/dl

Neonati

13 – 53mg/dl

Neonati

22 – 89mg/dl

Donna

45 – 65mg/dl

Uomo

35 – 55mg/dl

Per semplificare ricordiamo: la concentrazione ematica di colesterolo HDL nelle donne dovrebbe essere almeno di 45 mg/dl, negli uomini 40 mg/dl.

Oltre al colesterolo HDL, il medico determina anche il colesterolo totale e il colesterolo “cattivo” LDL – per una migliore stima del rischio di aterosclerosi. A questo scopo può anche calcolare il quoziente colesterolo totale e colesterolo HDL (obiettivo: < 4.5) nonché il quoziente LDL/HDL. Per quest'ultimo:

Nel frattempo il quoziente LDL/HDL ha perso parte della sua importanza quando si tratta di stimare il rischio cardiovascolare. Apparentemente livelli estremamente elevati di colesterolo “buono” HDL (superiori a circa 90 mg/dl) aumentano infatti il ​​rischio di aterosclerosi. Con il colesterolo HDL, quindi, la regola non è: più è, meglio è.

Come posso aumentare il colesterolo HDL?

Se l’HDL è troppo basso, è necessario intervenire. In particolare i pazienti con altri fattori di rischio per l’aterosclerosi dovrebbero aumentare il colesterolo HDL. Questi includono il diabete mellito, i disturbi congeniti del metabolismo lipidico e l’obesità.

L'astensione dalla nicotina provoca anche un aumento del valore dell'HDL nel sangue. Se queste misure di base non sono efficaci, vengono utilizzati ulteriori farmaci per abbassare il colesterolo, ma la loro influenza sul colesterolo HDL è inferiore rispetto a quella sul colesterolo LDL.

Cosa succede se il colesterolo HDL è troppo alto?

Solo in rari casi il colesterolo HDL è troppo alto: secondo alcuni studi i valori superano ca. 90 mg/dl potrebbero aumentare il rischio di aterosclerosi e possibili malattie secondarie come l'infarto.