Ginseng: effetti e applicazione

Quali sono gli effetti del ginseng?

L'uso delle radici del ginseng coreano o vero e proprio (Panax ginseng) è riconosciuto dal punto di vista medico nei seguenti casi:

  • in caso di calo delle prestazioni mentali e fisiche (ad esempio con sintomi come debolezza, esaurimento, mancanza di concentrazione)
  • durante la fase di recupero (convalescenza) dopo una malattia

Nella medicina popolare asiatica, la radice medicinale viene utilizzata per molti altri disturbi oltre a quelli sopra menzionati. Ad esempio, si dice che il ginseng rafforzi il sistema immunitario e rallenti il ​​processo di invecchiamento.

Si dice che la pianta medicinale sia efficace anche contro diversi problemi di salute e malattie, come malattie respiratorie, malattie cardiovascolari, depressione, ansia, disfunzione erettile (impotenza) e vampate di calore durante la menopausa. Tuttavia, l’efficacia del ginseng in questi casi non è stata ancora sufficientemente studiata e dimostrata.

Ingredienti del ginseng

I principali principi attivi delle radici di ginseng sono i cosiddetti ginsenosidi (saponine triterpeniche del tipo dammaran). Altri ingredienti includono olio essenziale, poliacetileni, acidi fenolcarbossilici e polisaccaridi.

Come viene utilizzato il ginseng?

Per preparare una tazza di tisana al ginseng versare circa 150 ml di acqua bollente su due grammi di radice essiccata e tritata finemente. Dopo aver lasciato in infusione per cinque-dieci minuti, filtrare il tè e berlo. Se ne può bere una tazza più volte al giorno per tre-quattro settimane (dose giornaliera: da tre a sei grammi di medicinale).

I rimedi casalinghi a base di piante medicinali hanno i loro limiti. Se i sintomi persistono per un lungo periodo di tempo e non migliorano o addirittura peggiorano nonostante il trattamento, dovresti sempre consultare un medico.

Preparati pronti al ginseng

Vari preparati già pronti (come compresse o capsule di ginseng) sono più comunemente usati del tè al ginseng. Per una buona efficacia e tollerabilità, è necessario utilizzare sempre preparati di alta qualità. Alcuni effetti collaterali noti del ginseng sono stati osservati principalmente in relazione alla scarsa qualità farmaceutica dei preparati utilizzati.

Inoltre, i ginsenosidi efficaci nei preparati economici sono spesso sottodosati o sono contraffatti che non contengono alcun ginseng. Dovresti quindi utilizzare solo preparati di alta qualità. Per un uso e un dosaggio corretti leggere il foglio illustrativo oppure chiedere al medico o al farmacista.

Quali effetti collaterali può causare il ginseng?

Occasionalmente si verifica l'insonnia. Con l'uso prolungato sono possibili reazioni allergiche cutanee. Inoltre, in singoli casi l'uso di integratori alimentari a base di ginseng ha causato effetti collaterali come perdita di appetito, diarrea, prurito, eruzioni cutanee, mal di testa, vertigini, sanguinamento vaginale, assenza di mestruazioni, palpitazioni, aumento o diminuzione della pressione sanguigna o ritenzione idrica nei tessuti (edema).

Cosa dovresti tenere a mente quando usi il ginseng

A causa della mancanza di studi sugli effetti a lungo termine, non si dovrebbe usare la radice di ginseng per più di tre mesi al massimo. Dopo una pausa di almeno due mesi si possono riprendere i preparati a base di pianta medicinale.

La pianta medicinale non deve essere utilizzata durante la gravidanza e l'allattamento o nei bambini. Non esistono studi scientifici sulla sicurezza di questo.

Ci sono indicazioni che la radice di ginseng influenza i livelli di zucchero nel sangue e la pressione sanguigna. Se soffri di diabete o di pressione alta, dovresti quindi consultare il tuo medico prima di utilizzare la pianta medicinale.

Come ottenere il ginseng e i suoi prodotti

Puoi acquistare la radice essiccata di ginseng e vari preparati pronti all'uso (come capsule, compresse rivestite e tonici) in farmacia e nei negozi di alimenti naturali ben forniti. Per informazioni su come utilizzare i preparati e il dosaggio leggere le informazioni sul prodotto allegate oppure chiedere al medico o al farmacista.

Fatti interessanti sul ginseng

Il ginseng coreano o vero (Panax ginseng) è originario dell'Asia orientale. I suoi parenti sono il ginseng siberiano (Eleutherococcus senticosus), il ginseng cinese (Panax pseudoginseng) e il ginseng americano (Panax quinquefolius). Secondo i loro nomi, si trovano in Russia, Cina e America. Le radici di tutte e quattro le specie vengono utilizzate in medicina, con il Panax ginseng che ha l'effetto maggiore.

Il vero ginseng è una pianta erbacea perenne che cresce fino a 80 centimetri di altezza e porta quattro lunghe foglie a cinque dita disposte in una spirale terminale. I fiori sono piccoli, bianco-verdastri e disposti in ombrelle. La radice a forma di fuso con la punta divisa, che ricorda una forma umana, viene utilizzata in medicina.