Collo del dente esposto: cosa fare?

Cos'è un collo del dente esposto?

Normalmente il dente è perfettamente protetto dallo smalto resistente che si estende fino al bordo gengivale. Tuttavia, se la gengiva si ritira, espone i colli dei denti sensibili. Anche la radice del dente a volte è esposta.

La dentina sotto lo smalto è attraversata da migliaia di minuscoli canali sul collo dei denti, che si estendono dalla superficie alla polpa. Gli stimoli chimici e termici raggiungono il nervo attraverso i tubuli dentinali sensibili e provocano l'ipersensibilità o il dolore al collo dei denti.

Cosa fare in caso di collo del dente esposto?

Colletti dei denti esposti: cosa fare? I sintomi (dolore o sensibilità eccessiva) possono essere alleviati sigillando e utilizzando dentifrici speciali. Alcune persone usano rimedi casalinghi contro i colletti dei denti esposti. In alcuni casi, tuttavia, solo l’intervento chirurgico può aiutare.

Il collo del dente è esposto e provoca dolore? Quindi il dentista può sigillarlo con una vernice rinforzante al fluoro. Oppure può applicare una plastica a scorrimento sottile che sigilla i tubuli dentinali. Entrambe le procedure aiutano contro i colli dei denti sensibili.

Il dentifricio giusto

Per la cura domiciliare dei colli sensibili dei denti esistono dentifrici speciali, i cui ingredienti rinforzano la sostanza dentale. Chiedi informazioni al tuo dentista. Di norma, con il passare del tempo i colletti dei denti diventano meno sensibili: mordere il cioccolato non è più così sgradevole.

Colli dei denti sensibili: rimedi casalinghi

Un rimedio casalingo per rafforzare le gengive è la radice di ratanhia. Contiene tannini vegetali antinfiammatori ed è incluso in alcuni collutori.

Si dice che anche l'olio di chiodi di garofano e la tintura di mirra aiutino con i colletti dei denti sensibili. Hanno un effetto analgesico e rinforzano le gengive rimanenti.

I rimedi casalinghi hanno i loro limiti. Se i sintomi non migliorano o peggiorano, dovresti consultare il tuo dentista.

Colletti dei denti aperti: intervento chirurgico

Per alcune persone, il danno precedente è così grave che solo le otturazioni del collo dentale o le corone dentali protettive possono fornire un sollievo duraturo.

Per alcuni pazienti sono adatti anche i metodi chirurgici parodontali. Ciò consente di invertire virtualmente i colli dei denti esposti: la gengiva adiacente viene spostata e posizionata sopra il collo aperto del dente.

Quali sono i sintomi di un collo del dente esposto?

Sia nella mascella inferiore che in quella superiore possono verificarsi colli dei denti esposti e aperti. Sono eccessivamente sensibili al dolore. Reagiscono alle cose fredde, calde, dolci o acide con una dolorosa sensazione di trazione. Questo perché se il collo del dente non è più coperto dalle gengive o lo strato protettivo di smalto è insufficiente, gli stimoli possono penetrare senza ostacoli fino ai nervi.

Quali sono le cause di un collo del dente esposto?

La causa principale dei colli dei denti esposti è una malattia del parodonto (parodontite). Nel corso di questa infiammazione cronica, le gengive si retraggono sempre di più.

Anche una tecnica di spazzolamento sbagliata o una pressione eccessiva dello spazzolino durante la pulizia possono avere effetti negativi: se si strofina avanti e indietro con troppa forza, è possibile ferire le gengive e farle staccare dal dente. Ciò non solo ha un aspetto sgradevole, ma i colletti dei denti sono sempre più privi dello strato protettivo.

Anche disturbi funzionali come il digrignamento e il serraggio notturno dei denti (bruxismo) sembrano essere coinvolti nello sviluppo dei colletti dei denti esposti.