Granulociti eosinofili: cosa significano

Cosa sono i granulociti eosinofili?

I granulociti eosinofili sono un sottogruppo di globuli bianchi (leucociti). Il medico determina i valori dei leucociti nel sangue come parte dell'emocromo completo. I granulociti eosinofili costituiscono circa l'1-4% di tutti i globuli bianchi (negli adulti), anche se i valori variano nel corso della giornata.

Il termine “eosinofilo” deriva dall'istologia: le cellule possono essere facilmente colorate con il colorante eosina e poi appaiono rossastre o rosa al microscopio.

Granulociti eosinofili: valori normali

L’intervallo normale per gli eosinofili dipende dall’età e dal sesso. Viene fornito in percentuale (proporzione della conta leucocitaria totale):

la donna

maschio

fino a giorni 14

0,4 -% 4,6

0,3 -% 5,2

15 a 30 giorni

0,0 -% 5,3

0,2 -% 5,4

31 a 60 giorni

0,0 -% 4,1

0,0 -% 4,5

61 a 180 giorni

0,0 -% 3,6

0,0 -% 4,0

0.5-1 anno

0,0 -% 3,2

0,0 - 3,7%

2 a 5 anni

0,0 -% 3,3

0,0 -% 4,1

6 a 11 anni

0,0 -% 4,0

0,0 -% 4,7

12 a 17 anni

0,0 -% 3,4

0,0 -% 4,0

da 18 anni

0,7 -% 5,8

0,8 -% 7,0

Quando i granulociti eosinofili sono elevati?

  • malattie allergiche (ad esempio asma o febbre da fieno)
  • Collagenosi (malattie del tessuto connettivo come il lupus eritematoso o la sclerodermia)
  • Leucemia mieloide cronica (LMC)
  • Leucemia eosinofila cronica

Quando i granulociti eosinofili sono bassi?

Se gli eosinofili sono troppo bassi, i medici chiamano questo fenomeno eosinopenia. È tipico delle situazioni stressanti, incluso

Un'altra possibile causa della carenza di granulociti eosinofili nel sangue è l'uso prolungato di glucocorticoidi (“cortisone”).