Echinacea (Echinacea): Effetti

Qual è l'effetto dell'echinacea?

L'echinacea è considerata la più importante rappresentante delle piante medicinali con effetto immunomodulatore. Ciò significa che la pianta può influenzare il sistema immunitario. Come funzioni nel dettaglio non è stato ancora chiarito in modo definitivo. Lo stesso vale per l'effetto antinfiammatorio dell'echinacea.

Tre specie di Echinacea vengono utilizzate in medicina:

  • l'echinacea viola (Echinacea purpurea)
  • l'echinacea pallida (E. pallida)
  • l'echinacea a foglie strette (E. angustifolia).

Le tre specie di Echinacea hanno uno spettro di costituenti simile. Costituenti importanti sono i derivati ​​dell'acido caffeico, i poliacetileni, gli alcamidi e gli antiossidanti come i flavonoidi. Finora, ad esempio, sono state dimostrate proprietà immunomodulanti e antinfiammatorie degli alcamidi.

Fondamentalmente, tutte e tre le specie di echinacea vengono utilizzate terapeuticamente in modo simile:

  • Echinacea pallida ed Echinacea angustifolia: di queste due specie le radici vengono utilizzate per il trattamento di supporto e la prevenzione di infezioni ricorrenti delle vie respiratorie superiori come il comune raffreddore.

Tuttavia, gli studi sull’efficacia dell’Echianacea sono attualmente limitati. Mentre ci sono studi che dimostrano che la pianta medicinale può aiutare a prevenire il raffreddore, accorciarne la durata o alleviare i sintomi. Tuttavia, alcuni studi erano mal progettati.

È quindi difficile dire se ci siano dei benefici nell'assunzione di echinacea per il raffreddore o se il miglioramento della salute spesso osservato sia solo una coincidenza.

Inoltre, è dimostrato che l’echianacea ha effetti positivi sulla psiche. Gli studi dimostrano che gli alcamidi, l’acido rosmarinico e l’acido caffeico possono ridurre l’ansia. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche.

Come si usa l'Echinacea?

Alcuni preparati contengono oltre all'echinacea anche altre piante medicinali (preparati combinati).

Per tutti i preparati pronti all'uso vale quanto segue: utilizzare i preparati come indicato nel foglio illustrativo o come raccomandato dal medico o dal farmacista.

Gli esperti consigliano di utilizzare l'echinacea sotto forma di preparati pronti all'uso. La preparazione di una tisana all'echinacea come rimedio casalingo non è comune né consigliata.

Inoltre, in omeopatia esistono vari rimedi a base di echinacea. Questi includono globuli, tintura madre e fiale.

Quali effetti collaterali può causare l’echinacea?

L’echinacea non è tossica per l’uomo e gli animali. Gli effetti collaterali più comuni sono problemi digestivi come nausea e mal di stomaco. Inoltre, alcune persone sono allergiche ai preparati a base di echinacea.

Cosa dovresti considerare quando usi l'echinacea

  • Se sei allergico alle piante delle margherite (Asteraceae) come l'arnica, la calendula o la camomilla, dovresti evitare l'echinacea.
  • Non esistono studi sulla sicurezza dell'echinacea per i bambini sotto i dodici anni e durante la gravidanza e l'allattamento. Pertanto, dovresti chiedere al tuo medico prima di usarlo. Le donne che allattano non dovrebbero applicare l'unguento all'echinacea sulla zona del torace.
  • A causa del suo effetto immunostimolante, l’echinacea non dovrebbe essere utilizzata nelle malattie croniche progressive. Tra queste rientrano ad esempio le malattie autoimmuni, l'immunodeficienza come l'HIV/Aids, la tubercolosi, la sclerosi multipla e la collagenosi (malattie autoimmuni del tessuto connettivo).

Utilizzare la pianta medicinale solo per il tempo raccomandato dal medico o dal farmacista.

Come ottenere i prodotti a base di Echinacea

Cos'è l'Echinacea?

Il genere dell'echinacea (Echinacea) appartiene alla famiglia delle margherite (Asteraceae) ed è diffuso negli Stati Uniti e in Canada. Nel frattempo l’echinacea si è naturalizzata anche in Europa, soprattutto come pianta ornamentale.

Tutte e tre le specie sono piante perenni con radici a fittone ancorate verticalmente nel terreno e numerose radici secondarie. L'echinacea viola e pallida può crescere ben oltre un metro di altezza, mentre l'echinacea a foglie strette arriva fino a 50 centimetri.

I fiori, che sbocciano a fine estate, crescono attorno a un “cestino” centrale di parecchi fiori tubolari dal rosso scuro al brunastro in una corona di fiori lunghi e sorprendentemente pendenti.