Valori del diabete: cosa indicano

Quali sono i valori per il diabete?

In Europa, la glicemia viene solitamente misurata in milligrammi per decilitro (mg/dl). A livello internazionale (soprattutto negli USA), tuttavia, viene misurato in millimoli per litro (mmol/l).

I valori più importanti sono la glicemia a digiuno e l'HbA1c. Quest’ultima viene anche chiamata “memoria a lungo termine della glicemia”. Inoltre, valori anomali nel test di tolleranza al glucosio orale (oGTT) indicano un precursore del diabete (“prediabete”) o diabete. Per la diagnosi viene utilizzato anche il rilevamento dello zucchero nelle urine.

Diabete: a che livello è pericoloso?

Per prima cosa: il grande pericolo del diabete mellito è che i livelli di zucchero nel sangue possono peggiorare pericolosamente e, in casi estremi, il coma diabetico è imminente. Livelli di zucchero superiori a 250 mg/dl (13.9 mmol/l) sono un segnale di allarme per l’iperglicemia. In caso di ipoglicemia sono inferiori a 70 mg/dl (3.9 mmol/l).

Quando viene diagnosticato il diabete?

Glicemia a digiuno oGTT: valore 2-Std HbA1c (%)
Healthy <100 mg / dl <140 mg / dl da 4.5 a 5.7
<5.6 mmol / l <7.8 mmol / l
Compromissione della tolleranza al glucosio 100 – 125mg/dl 140 – 199mg/dl da 5.7 a 6.4
5.6 – 6.9 mmol/l 7.8 – 11 mmol/l
Diabete mellito ≥ 126 mg / dl ≥ 200 mg / dl ≥ 6,5%
≥ 7mmol/l ≥ 11.1mmol/l

Glicemia a digiuno

La glicemia a digiuno è il più importante dei valori ematici del diabete per la diagnosi del diabete. Varia da 60 a 99 mg/dl o da 3.3 a 5.6 mmol/l negli individui sani. Se il livello di glucosio nel sangue a digiuno è compreso tra 100 e 125 mg/dl, si parla già di glucosio a digiuno anomalo (IFG = glucosio a digiuno alterato). Valori superiori a 125 mg/dl sono molto probabilmente indice di diabete mellito. Per escludere misurazioni errate, il valore viene solitamente determinato una seconda volta.

Diabete – HbA1c (valore della glicemia a lungo termine)

Sia negli individui sani che nei diabetici, le molecole di zucchero si attaccano a una parte del pigmento rosso del sangue (emoglobina). L’emoglobina carica di zucchero è chiamata glicoemoglobina A (anche HbA1c). Normalmente, tuttavia, non più del 5.7% dell'emoglobina ha una molecola di zucchero attaccata.

A causa dei livelli di glucosio nel sangue costantemente elevati, nei diabetici una percentuale maggiore di emoglobina è caricata con una molecola di zucchero. Poiché i globuli rossi vivono in media circa 120 giorni, il valore HbA1c è adatto come valore a lungo termine per il diabete e fornisce quindi informazioni sul controllo della glicemia nelle ultime otto-dodici settimane. Le fluttuazioni giornaliere individuali non influenzano il valore HbA1c. L’HbA1c viene determinato principalmente per monitorare il successo del trattamento.

Test di tolleranza al glucosio orale (oGTT)

Dopo 120 minuti viene prelevato un nuovo campione di sangue per determinare il livello di glucosio nel sangue. Questo valore su due ore fornisce un'indicazione di quanto glucosio assorbito dal sangue è stato assorbito nelle cellule con l'aiuto dell'insulina. Se i valori a due ore superano i 200 mg/dl è molto probabile il diabete mellito. Se si conosce il diabete, l’oGTT non deve essere utilizzato per evitare di alterare i livelli di glucosio nel sangue.

Valori desiderati del diabete durante il corso del trattamento

I valori glicemici da raggiungere vengono sempre discussi individualmente con il medico curante. Questo perché differiscono a seconda della costituzione e dell’età del paziente. Tuttavia, per la maggior parte dei pazienti valgono i valori normali del diabete raccomandati dalla Società tedesca del diabete. Differiscono solo leggermente nei diabetici di tipo 1 e nei diabetici di tipo 2.

Valori del diabete di tipo 1

Valori del diabete di tipo 2

Nel diabete di tipo 2, il trattamento è controllato dal valore della glicemia a digiuno e dal valore dell’HbA1c. In un diabetico di tipo 2, il valore della glicemia a digiuno prima di un pasto è al massimo compreso tra 80 e 120 mg/dl. Se è più alto, il farmaco deve essere aggiustato.

Se sono presenti malattie concomitanti come pressione alta (ipertensione), danni renali (nefropatia) o disturbi del metabolismo dei grassi (iperlipidemia), anche queste devono essere trattate, poiché livelli di glucosio nel sangue troppo alti aggravano queste malattie. Si consiglia un valore HbA1c compreso tra 6.5 ​​e 7.5%. Vengono prese in considerazione anche le esigenze individuali dei pazienti. Ad esempio, è possibile che nei pazienti anziani un valore HbA1c pari a 8.0 sia ancora tollerabile.

Quali valori del diabete si applicano durante la gravidanza?

  • Glicemia a digiuno: 92 mg/dl (5.1 mmol/l)
  • Glicemia dopo un'ora: 180 mg/dl (10.0 mmol/l)
  • Glicemia dopo 2 ore: 153 mg/dl (8.5 mmol/l)

Sia nelle pazienti in gravidanza che in quelle non gravide, è importante monitorare regolarmente i livelli di diabete.