Tosse nei bambini: cause, trattamento

Cos'è la tosse?

I bambini tossiscono frequentemente. La tosse è un riflesso protettivo. Trasporta verso l'esterno le particelle inalate (polvere, residui di latte o pappa, ecc.), nonché muco e secrezioni che si accumulano nelle vie respiratorie.

Tuttavia, la tosse può anche essere un sintomo di una malattia. Nella maggior parte dei casi, si tratta di un'infezione del tratto respiratorio superiore, come un raffreddore. In rari casi, la pressione esterna sulla trachea provoca la tosse.

Che tipo di tosse ha il mio bambino?

Tuttavia, la tosse nei bambini (o in altre età) non solo può avere cause diverse, ma può anche sembrare diversa. Ad esempio, la tosse di tuo figlio può avere le seguenti qualità:

  • improduttivo, secco (senza espettorato)
  • produttivo, umido (con espettorato)
  • latrato
  • tintinnio (a causa della secrezione nelle vie aeree)
  • staccato

Se la tosse è accompagnata da mancanza di respiro, il paziente deve ricevere immediatamente cure mediche!

Dal suono della tosse è spesso possibile trarre conclusioni sulla possibile causa della tosse. Esempi:

  • Una tosse secca che abbaia spesso indica uno pseudo-croup, soprattutto se si verifica di notte ed è associata a un sibilo o un sibilo respiratorio (stridore). Per i bambini piccoli, questa malattia virale può essere pericolosa perché il gonfiore della mucosa nella trachea può causare difficoltà respiratorie.
  • Una tosse umida e rumorosa segnala molta secrezione nelle vie aeree. La bronchite acuta è spesso accompagnata da una tosse “produttiva” più avanti nel corso della malattia.

Quanto dura la tosse?

Nella maggior parte dei casi, la tosse dura solo pochi giorni e poi scompare se non è causata da un’infezione.

La tosse cronica che dura per settimane può essere dovuta, ad esempio, ad asma, bronchite cronica o pertosse. Se in casa ci sono fumatori, la tosse cronica nel bambino può essere dovuta anche alla costante inalazione di fumo di tabacco.

I medici definiscono acuta la tosse che dura fino a tre settimane. Di solito si riferiscono a una tosse cronica quando qualcuno tossisce per più di otto settimane. Una tosse che dura dalle tre alle otto settimane è chiamata subacuta.

Cosa si può fare contro la tosse?

Molto spesso la tosse è un segnale che le vie respiratorie sono irritate, ad esempio, da muco o agenti patogeni. Lo scopo della tosse è liberare le vie aeree dalle “sostanze irritanti”. Puoi aiutare tuo figlio con le seguenti misure:

  • Il tuo bambino dovrebbe bere abbastanza e ripetutamente per mantenere umide le vie respiratorie.
  • L'aria secca del riscaldamento irrita ulteriormente le mucose quando si tossisce. Appendere la biancheria umida o gli asciugamani umidi nella stanza umidifica l'aria nella stanza.
  • Dovresti usare solo preparati sedativi della tosse (per la tosse secca irritante) secondo le istruzioni del tuo medico. Sebbene sopprimano la voglia di tossire, impediscono anche la pulizia dei bronchi e talvolta possono persino sopprimere la voglia di respirare.

Quando vedere un medico.

In alcuni casi, dovresti assolutamente avere la tosse nel bambino chiarita da un medico. Ciò vale, tra l'altro, per:

  • Bambini sotto i tre mesi
  • tosse grave
  • comparsa improvvisa di tosse che abbaia
  • tosse nel contesto di un'infezione influenzale, se continua senza sosta per una settimana o peggiora o diventa dolorosa dopo diversi giorni
  • tosse che ricorre molto frequentemente o dura a lungo
  • Tosse con febbre alta
  • tosse con respiro corto

Se il tuo bambino mostra segni anche lievi di mancanza di respiro quando tossisce (pelle grigia, "tiramento" udibile durante il respiro o anche labbra blu), devi andare immediatamente in clinica o consultare il pediatra!