Clobazam: effetti ed effetti collaterali

Come funziona clobazam?

Clobazam è un principio attivo del gruppo delle benzodiazepine. Queste sostanze aumentano l’affinità del neurotrasmettitore GABA (acido gamma-aminobutirrico) dell’organismo con il suo sito di legame sul recettore GABAA.

In presenza di clobazam aumenta l'effetto GABA sul recettore. Più ioni cloruro fluiscono nella cellula nervosa, rendendola meno eccitabile. In questo modo il farmaco aumenta l’effetto calmante, ansiolitico e anticonvulsivante del GABA.

Quando si usa clobazam?

Clobazam è approvato per le seguenti indicazioni:

  • per il trattamento sintomatico degli stati acuti e cronici di tensione, agitazione e ansia negli adulti (Germania, Austria, Svizzera) e nei bambini e adolescenti (solo Svizzera)
  • per la terapia aggiuntiva negli adulti e nei bambini di età pari o superiore a due anni con crisi epilettiche che non sono liberi da crisi con il trattamento standard

Quali sono gli effetti collaterali del clobazam?

Gli effetti collaterali tipici del clobazam sono stanchezza, sonnolenza, vertigini e disturbi visivi. Relativamente spesso si verificano anche sonnolenza, debolezza muscolare e disturbi digestivi.

Anche se usato correttamente, clobazam può compromettere significativamente la capacità di reazione. A titolo precauzionale, non deve quindi guidare un veicolo a motore o utilizzare macchinari pesanti durante i primi giorni di trattamento.

Ulteriori informazioni sugli effetti collaterali possono essere trovate nel foglio illustrativo del farmaco Clobazam. Rivolgiti al tuo medico o al farmacista se sviluppi o sospetti effetti collaterali indesiderati.

Come prendere Clobazam

Clobazam è disponibile sotto forma di compresse e succo.

Compresse di Clobazam

Le compresse di Clobazam sono disponibili in dosaggi da dieci e 20 milligrammi.

La dose iniziale abituale per gli adulti è di 20 mg di clobazam al giorno. Se necessario, questa quantità può essere aumentata a 30 milligrammi.

I pazienti anziani di solito reagiscono in modo più sensibile al principio attivo. In questo caso è sufficiente una dose iniziale giornaliera compresa tra 15 e XNUMX milligrammi.

La dose massima giornaliera per gli adulti è di 80 mg di clobazam.

In generale, il clobazam non deve essere assunto per più di otto-dodici settimane per il trattamento di stati di tensione, agitazione e ansia acuti e cronici.

I bambini a partire dai sei anni che ricevono clobazam come trattamento aggiuntivo per l'epilessia di solito iniziano con cinque milligrammi al giorno. Questa dose di clozabam viene quindi gradualmente aumentata fino a una dose di mantenimento compresa tra 0.3 e 1.0 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo.

Per i bambini sotto i sei anni è disponibile una preparazione speciale di succhi (vedi sotto).

Succo di clobazam

Il succo di Clobazam è disponibile in Germania in una concentrazione di uno o due milligrammi di clobazam per millilitro. In Austria sono registrati solo preparati con un milligrammo per millilitro, in Svizzera nessuno.

La dose per i bambini a partire dai due anni viene calcolata in base al peso corporeo. La dose iniziale abituale è di 0.1 mg di clobazam per chilogrammo di peso corporeo. Questo viene poi gradualmente aumentato a seconda della risposta dell’individuo al trattamento.

Talvolta i medici prescrivono il succo anche a pazienti adolescenti e adulti (ad esempio in caso di disturbi della deglutizione).

Quando non si deve assumere Clobazam?

Clobazam generalmente non deve essere utilizzato nelle seguenti situazioni:

  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti del medicinale
  • miastenia grave (malattia autoimmune dei muscoli)
  • Gravi disturbi della funzione respiratoria
  • Sindrome dell'apnea notturna (disturbo della regolazione della respirazione durante il sonno in cui i polmoni non sono sufficientemente ventilati e/o non ventilati affatto a causa di brevi interruzioni della respirazione)
  • Grave disfunzione epatica
  • Intossicazione acuta da depressori centrali (ad es. alcol, farmaci psicotropi, sonniferi)
  • Dipendenza da alcol, droghe o farmaci (attuale o passata)
  • l'allattamento al seno
  • nei bambini sotto i due anni di età (a causa di dati insufficienti)

Clobazam può interagire con altri farmaci ad effetto sedativo, tra cui ad esempio:

  • Oppioidi (potenti antidolorifici come morfina e idromorfone)
  • Antipsicotici (farmaci contro i sintomi psicotici, ad esempio levomepromazina, olanzapina e quetiapina)
  • Ansiolitici (ansiolitici come gabapentin e pregabalin)
  • farmaci allergici più vecchi (come difenidramina e idrossizina)

Nella terapia aggiuntiva dell’epilessia, i medici associano sempre clobazam a uno o più farmaci antiepilettici. Di particolare importanza sono quindi le interazioni con questi principi attivi:

  • Acido valproico e fenitoina, i cui livelli nel sangue possono aumentare a causa del clobazam
  • Fenitoina, che accelera la degradazione del clobazam
  • Stiripentolo e cannabidiolo, che ritardano la degradazione del clobazam

Clobazam viene scomposto nel fegato tramite l'enzima 450C2 (CYP19C2) del citocromo P19. Gli inibitori di questo enzima rallentano quindi l'escrezione del principio attivo. La sua dose deve quindi essere solitamente aggiustata. Gli inibitori noti del CYP2C19 includono:

  • Fluconazolo (agente antifungino)
  • Fluvoxamina (antidepressivo)
  • Omeprazolo, esomeprazolo (farmaci per il bruciore di stomaco)

Clobazam aumenta l'effetto dei miorilassanti (rilassanti muscolari). Ciò può aumentare il rischio di cadute, soprattutto nei pazienti più anziani.

Informa il tuo medico o il farmacista di tutti i medicinali (compresi quelli da banco e a base di erbe) e gli integratori alimentari che tu (o tuo figlio) utilizzate. In questo modo è possibile chiarire in anticipo le possibili interazioni. Troverai anche informazioni sulle interazioni nel foglio illustrativo del farmaco Clobazam.

Clobazam durante la gravidanza

La limitata esperienza con l'uso di clobazam durante la gravidanza non ha fornito alcuna evidenza di gravi malformazioni nel bambino. Tuttavia, il suo utilizzo in gravidanza è consigliato solo se il beneficio atteso è superiore al rischio potenziale.

Gli esperti della Charité – Universitätsmedizin Berlin danno priorità alla prometazina per le donne incinte che soffrono di stati acuti di tensione, agitazione e ansia. Il clonazepam può essere preferibile per un ulteriore trattamento antiepilettico.

Se sei preoccupato se dovresti usare un farmaco a base di clobazam nonostante la gravidanza, parla con il tuo medico.

Come ottenere farmaci contenenti clobazam

Clobazam è disponibile su prescrizione in Germania, Austria e Svizzera.