Ruttatura: cause, prevenzione, trattamento, suggerimenti

Breve panoramica

  • Quanto ruttare è normale? Questo varia da persona a persona e dipende, tra le altre cose, dalla tua dieta e da come ti senti.
  • Cause di eruttazione: ad es. mangiare di fretta, parlare molto mentre si mangia, bevande gassate, gravidanza, malattie varie (gastrite, malattia da reflusso, intolleranze alimentari, tumori, ecc.).
  • Cosa aiuta con l'eruttazione? A volte può essere utile un cambiamento nella dieta, porzioni più piccole o mangiare più lentamente; se c'è una malattia di base, la tratterà il medico, che di solito regola anche l'eruttazione

Quanta eruttazione è normale?

Quanto sia normale ruttare varia da persona a persona ed è sempre una questione di percezione personale. Per alcuni ruttare più volte al giorno è del tutto normale. Altri trovano sgradevole ogni rutto.

Tuttavia, ruttare è spesso innocuo e semplicemente un riflesso del corpo per ridurre la sensazione di pienezza che si verifica quando si accumula gas nello stomaco.

A differenza del vomito, l’eruttazione non provoca contrazioni spasmodiche dello stomaco. Inoltre, non vi è alcun movimento all'indietro dei muscoli dell'esofago (peristalsi), il che garantisce che il contenuto dello stomaco venga espulso in un fiotto durante il vomito.

Eruttazione: cause e possibili malattie

Il rigurgito (frequente) può avere varie cause. I più importanti sono

Il motivo più comune per cui qualcuno rutta o rutta è sicuramente l'ingestione di aria mentre si mangia. Soprattutto quando si mangia in fretta, ad ogni boccone entra un po' d'aria nello stomaco. Lo stesso vale se si ha una conversazione vivace e si parla molto mentre si mangia. Una parte dell'aria nello stomaco ritrova poi la via d'uscita attraverso l'eruttazione. Il resto passa all'intestino.

Questo tipo di rutto è del tutto normale. Non dovreste reprimerlo, altrimenti potreste sviluppare flatulenza, ma nella migliore delle ipotesi dovreste far uscire l'aria con discrezione dietro la schiena.

Gas in aumento

Oltre alla normale aria respirabile, anche il gas può salire durante il rutto. A volte si tratta di gas prodotti durante la digestione. Tuttavia, il gas può accumularsi nello stomaco anche dopo aver bevuto una bevanda gassata e poi fuoriuscire attraverso l'eruttazione. I due possono verificarsi anche in combinazione: se ad esempio mangi un piatto con legumi come piselli o lenticchie e bevi con esso una cola, non dovresti sorprenderti se rutti frequentemente.

Oltre ai legumi, anche le cipolle, i prodotti integrali e a base di lievito, hanno un effetto flatulente anche il caffè e la panna.

Eruttazione con contenuto gastrico solido o liquido

Solo se ciò accade regolarmente, soprattutto dopo aver mangiato cibi grassi e dolci, la causa potrebbe essere la malattia da reflusso (malattia da reflusso). In questo caso, l'aumento dell'acidità di stomaco irrita il tubo del cibo, che si manifesta come una dolorosa sensazione di bruciore al petto (bruciore di stomaco). A lungo termine, la mucosa dell'esofago viene danneggiata dal frequente contatto con gli acidi aggressivi dello stomaco e anche i denti soffrono quando il contenuto dello stomaco risale ripetutamente nella bocca.

In casi più rari, altre malattie sono responsabili di un'eruttazione eccessiva:

  • Restringimento (stenosi) dell'esofago: se il chimo non è ancora digerito, ciò potrebbe essere dovuto a un restringimento (stenosi) dell'esofago e il cibo ingerito non può quindi entrare nello stomaco o solo parzialmente. Il restringimento può essere congenito o dovuto, ad esempio, a un tumore.
  • Ingresso nello stomaco che perde: se l'anello muscolare (sfintere) alla giunzione tra esofago e stomaco non si chiude correttamente, l'aria, il gas e il contenuto solido dello stomaco possono passare più facilmente verso l'alto. Ciò può verificarsi, ad esempio, come effetto collaterale di alcuni farmaci (farmaci psicotropi, calcio-antagonisti) o può verificarsi anche fin dalla nascita.
  • Infiammazione della mucosa dello stomaco: anche l'infiammazione della mucosa dello stomaco (gastrite) può essere motivo di eruttazioni frequenti. L'infiammazione è spesso causata dalla colonizzazione del batterio Helicobacter pylori.
  • Costrizione all'uscita dello stomaco: se i muscoli all'uscita dello stomaco (guardiano) si contraggono, il cibo digerito non passa nel duodeno. La cicatrizzazione dopo ulcere o tumori occasionalmente ha un effetto simile. Quest'ultimo può trovarsi anche al di fuori dello stomaco, ad esempio nel caso del cancro al pancreas.
  • Ostruzione intestinale (ileo): molto raro, ma ancor più spaventoso, è il rigurgito di cibo già fortemente digerito con odore di feci. Ciò è solitamente causato da un'ostruzione intestinale che il cibo digerito non riesce a superare. Di conseguenza, si accumula e, in casi estremi, ritorna in bocca.
  • Intolleranza alimentare: se l'eruttazione si verifica soprattutto dopo aver mangiato determinati alimenti, potrebbe essere dovuta a un'intolleranza alimentare come l'intolleranza al glutine (celiachia) o l'intolleranza al lattosio.

Eruttazione durante la gravidanza

Sfortunatamente, non solo l'aria ma anche l'acido dello stomaco hanno più difficoltà a raggiungere la superficie. Questo è il motivo per cui le donne incinte spesso soffrono di bruciore di stomaco. Tuttavia, di solito scompare di nuovo dopo la nascita.

Eruttazione: cosa aiuta?

Poiché il ruttino spesso ha cause innocue, ci sono una serie di cose che puoi fare tu stesso per facilitare il "rilascio indiscreto di aria":

  • Mangiare lentamente e masticare a sufficienza: per evitare di ingerire troppa aria, prendersi il tempo necessario per mangiare e masticare a sufficienza. Allora probabilmente dovrai ruttare meno dopo.
  • parlare meno mentre si mangia: anche l’ingestione di aria durante il pasto può essere limitata se non si parla troppo mentre si mangia.
  • Evita dolci, cibi grassi e troppo caffè: se soffri spesso di bruciore di stomaco, dovresti evitare cibi molto dolci e grassi, poiché aggravano il problema. La situazione è simile con troppo caffè.
  • diversi piccoli pasti: contro l'eruttazione può essere utile anche fare diversi piccoli pasti durante la giornata invece di sovraccaricare il tratto digestivo con pochi pasti abbondanti.
  • Nessuna carbonatazione: invece delle bevande gassate, prova a bere più spesso acqua naturale. Dovresti anche ruttare di meno.

Eruttazione: cosa fa il medico?

Prima di tutto, il medico deve trovare la causa dell'eruttazione. Il trattamento dipende quindi da questo.

Diagnosi di eruttazione

Innanzitutto il medico porrà al paziente domande dettagliate (anamnesi), ad esempio quando rutta, in che misura e se presenta altri disturbi (ad es. bruciore di stomaco). A seconda delle informazioni ottenute da questa prima visita e dei sospetti del medico, possono seguire diversi esami. Spesso è utile, ad esempio, una gastroscopia: questa consente al medico di ricercare nell'esofago e nello stomaco le possibili cause dell'aumento delle eruttazioni (ad es. restringimento dell'esofago, gastrite).

Trattamento dell'eruttazione

Una volta individuata la causa dell'eruttazione, il medico inizierà il trattamento appropriato. Esempi

  • Se la causa è una protrusione o un restringimento della gola o dell'esofago, a volte è possibile risolverli con un piccolo intervento durante una gastroscopia. Altrimenti seguono interventi chirurgici minori.
  • Il medico cura solitamente la malattia da reflusso e la gastrite con farmaci (inibitori della pompa protonica, antibiotici per la gastrite).
  • Un'ostruzione intestinale deve essere trattata dal punto di vista medico il più rapidamente possibile. A volte i farmaci sono sufficienti, ma di solito il chirurgo deve usare un bisturi.
  • I tumori richiedono una terapia individuale con i metodi disponibili (ad esempio chirurgia, chemioterapia, radioterapia).

Rutto: quando dovresti consultare un medico?

Finché l'eruttazione è accompagnata solo da aria o gas e non in eccesso, non c'è sicuramente motivo di consultare un medico. Sebbene la sensazione possa essere individuale, la “misura normale” di solito può essere valutata dai non addetti ai lavori.

Se improvvisamente devi ruttare spesso (senza aver cambiato significativamente la tua dieta), dovresti farti controllare da un medico. Potrebbe essere dovuto, ad esempio, a un'intolleranza alimentare.

Si consiglia inoltre di consultare un medico se l'eruttazione è accompagnata da altri sintomi (come pressione allo stomaco, bruciore di stomaco) o se la polpa di cibo non digerita entra in bocca durante l'eruttazione.

Se sviluppi un odore insolitamente sgradevole durante il rutto o se esce polpa di cibo con odore di feci, devi consultare un medico il prima possibile. C'è quindi il sospetto di un'ostruzione intestinale, e questa è sempre un'emergenza medica!