Vasi sanguigni: struttura e funzione

Cosa sono i vasi sanguigni?

I vasi sanguigni sono organi cavi. Con una lunghezza di circa 150,000 chilometri, queste strutture tubolari e cave creano una rete interconnessa che attraversa tutto il nostro corpo. Collegati in serie, sarebbe possibile circumnavigare la terra quasi 4 volte.

Vasi sanguigni: struttura

La parete del vaso racchiude una cavità, il cosiddetto lume, in cui scorre il sangue – sempre in una sola direzione. La parete dei vasi più piccoli è solitamente monostrato, quella dei vasi più grandi a tre strati:

  • Strato interno (intima, tunica intima): sottile strato di cellule endoteliali. Sigilla il vaso e garantisce lo scambio di sostanze e gas tra il sangue e la parete del vaso.
  • Strato intermedio (media, tunica media): è costituito da muscolatura liscia e tessuto connettivo elastico, le cui proporzioni variano a seconda del vaso. Regola la larghezza della nave.
  • Strato esterno (avventizia, tunica esterna): è costituito da fibre di collagene e reti elastiche, circonda i vasi sanguigni all'esterno e li ancora al tessuto circostante.

I vari vasi sanguigni nel corpo differiscono in lunghezza, diametro e spessore della parete vascolare. A seconda della funzione dei vasi sanguigni, i singoli strati della parete sono più o meno pronunciati o non sono affatto presenti.

Qual è la funzione dei vasi sanguigni?

I vasi sanguigni trasportano il sangue – e quindi l’ossigeno, le sostanze nutritive, gli ormoni, ecc. – in tutto il corpo. – attraverso tutto il corpo.

Infine, ma non meno importante, i numerosi vasi sanguigni lunghi chilometri immagazzinano diversi litri di sangue (circa cinque litri negli adulti).

Dove si trovano i vasi sanguigni?

I vasi sanguigni attraversano tutto il corpo per garantire un apporto ottimale. Alcuni si trovano superficialmente sotto la pelle, altri in profondità, incorporati nei tessuti o nei muscoli.

Nel suo percorso attraverso il corpo, il sangue passa attraverso diversi tipi di vasi. Insieme formano una rete interconnessa e garantiscono il flusso ininterrotto del sangue in una direzione, dal cuore alla periferia e da lì di nuovo al cuore:

Questa grande circolazione sanguigna (circolazione sistemica) inizia nella parte sinistra del cuore: pompa sangue ricco di ossigeno nel corpo attraverso l'arteria principale (aorta). Dall'aorta si diramano spessi rami principali (arterie), che si dividono in vasi sanguigni sempre più piccoli (arteriole) e infine si fondono nei vasi più piccoli (capillari). Questi formano una rete capillare finemente ramificata attraverso la quale ossigeno e sostanze nutritive vengono forniti ai tessuti circostanti. Il sangue ora deossigenato e povero di nutrienti scorre dalla rete capillare in vasi leggermente più grandi (venule). Le venule a loro volta confluiscono nelle vene che trasportano il sangue attraverso la vena cava superiore e inferiore al cuore, cioè al lato destro del cuore.

Le arterie e le vene insieme costituiscono il 95% e quindi la maggior parte dei vasi sanguigni. Di solito si trovano uno vicino all'altro. Il restante XNUMX% è costituito da capillari.

Solo poche parti del corpo non hanno vasi sanguigni. Questi includono lo strato più esterno della pelle, la cornea, i capelli e le unghie, lo smalto dei denti e la cornea dell'occhio.

Arteria

Le arterie trasportano il sangue dal cuore alla periferia. Puoi leggere ulteriori informazioni su questo tipo di vaso sanguigno nell'articolo Arteria.

aorta

L'aorta è l'arteria più grande del corpo. Puoi leggere di più a riguardo nell'articolo Aorta.

vene

Le vene riportano il sangue dalla periferia al cuore. Puoi leggere di più a riguardo nell'articolo Vene.

Vena cava superiore e inferiore

Puoi scoprire tutto quello che c'è da sapere sulle due vene più grandi del corpo nell'articolo Vena cava.

Vena portale

Il sangue dalla cavità addominale viene trasportato al fegato attraverso la vena porta. Puoi leggere di più su questa vena speciale nell'articolo Vena portale.

Capillari

Le arterie e le vene sono collegate tra loro tramite una rete di vasi molto sottili. Puoi saperne di più sull'argomento nell'articolo Capillari.

Quali problemi possono causare i vasi sanguigni?

“Le vene varicose, che si manifestano soprattutto sulle gambe, sono vene superficiali dilatate e tortuose. Si sviluppano quando il sangue non riesce a defluire adeguatamente dalle vene, il che può avere varie cause. Le vene varicose possono formarsi anche in altre parti del corpo, come l’esofago.

L'infiammazione delle vene superficiali con formazione di coaguli di sangue è chiamata tromboflebite. Si verifica principalmente nelle gambe. Se si formano coaguli di sangue nelle vene profonde, si parla di flebotrombosi.

Altre malattie dei vasi sanguigni comprendono la sindrome di Raynaud, l’arterite a cellule giganti e l’insufficienza venosa cronica (insufficienza venosa cronica).