Bisacodile: effetti, applicazioni, effetti collaterali

Come funziona il bisacodile

Il bisacodile è un “profarmaco”, cioè un precursore del principio attivo vero e proprio. Viene convertito dai batteri nell'intestino crasso nella forma attiva BHPM.

Ciò inibisce l'assorbimento di sodio e acqua dalle feci nel sangue e favorisce il rilascio di acqua ed elettroliti nell'intestino. Questo rende le feci più morbide. Il BHPM stimola inoltre la peristalsi intestinale in modo che i residui di cibo vengano trasportati più velocemente verso l'uscita (ano).

Un lubrificante può essere aggiunto al lassativo in caso di sintomi prolungati o gravi. Il lubrificante garantisce un'evacuazione intestinale ancora più semplice grazie all'“effetto lubrificante”.

Assorbimento, degradazione ed escrezione

L'effetto lassativo del Bisacodyl si manifesta dopo sei-dodici ore se assunto per via orale (per via orale) e dopo 15-30 minuti se assunto come supposta. Parte del principio attivo viene escreto nelle feci, il resto nelle urine.

Quando si usa il Bisacodile?

Il bisacodile è utilizzato principalmente per la stitichezza. Viene utilizzato anche per le condizioni in cui si desidera una più facile evacuazione intestinale (come le emorroidi).

I lassativi come il Bisacodyl vengono utilizzati anche per preparare il paziente a un esame radiografico del tratto digestivo e alla chirurgia intestinale terapeutica.

Come si usa il Bisacodile

Nel trattamento della stitichezza acuta, il lassativo viene assunto per via orale come compressa rivestita o compressa stabile all'acido gastrico (insieme ad abbondante acqua e preferibilmente la sera) o inserito nel retto come supposta.

La dose abituale in Germania e Austria per adulti e bambini di età superiore ai dieci anni è compresa tra cinque e dieci milligrammi di principio attivo se assunto per via orale o dieci milligrammi se assunto come supposta. I bambini dai due ai dieci anni possono assumere cinque milligrammi di bisacodile oppure ricevere una supposta contenente cinque milligrammi di principio attivo secondo prescrizione medica.

In Svizzera valgono raccomandazioni leggermente diverse. Qui ai bambini viene somministrata solo la dose prevista per gli adulti a partire dai dodici anni. Anche i medici possono prescrivere il lassativo solo a partire dai quattro anni.

Quali sono gli effetti collaterali del Bisacodyl?

I possibili effetti collaterali del Bisacodyl per l'uso a breve termine sono eruttazione, flatulenza, diarrea, nausea, crampi addominali e dolore all'addome e/o al retto.

L'uso prolungato di Bisacodyl può portare a disturbi idrici ed elettrolitici, in particolare una mancanza di potassio e magnesio, che può provocare debolezza muscolare. Può verificarsi anche una perdita di calcio con conseguente osteoporosi.

Cosa dovrebbe essere considerato quando si usa Bisacodyl?

Controindicazioni

Il bisacodile non deve essere utilizzato nei seguenti casi

  • ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti del medicinale
  • disturbi gastrointestinali acuti
  • ostruzione intestinale
  • forte dolore addominale insieme a nausea e/o vomito (segni di malattia grave)

I pazienti con disfunzione renale, disturbi elettrolitici o disidratazione devono utilizzare il prodotto solo sotto la supervisione di un medico in grado di valutare i rischi di una maggiore perdita di liquidi. Ciò vale soprattutto per i pazienti anziani.

Interazioni

L'uso del bisacodile è associato ad una perdita di potassio. Ciò può compromettere la tollerabilità dei glicosidi cardiaci, soprattutto se usati in concomitanza con diuretici o corticosteroidi (“cortisone”), che influenzano entrambi anche l’equilibrio idrico ed elettrolitico. Se l’equilibrio elettrolitico diventa troppo sbilanciato, può verificarsi un’aritmia cardiaca.

L'effetto lassativo del bisacodile può compromettere l'assorbimento di altri principi attivi, come la digossina (farmaco per il cuore).

Limite di età

Il bisacodile non può essere utilizzato nei bambini sotto i due anni in Germania e in Austria e nei bambini sotto i quattro anni in Svizzera.

I preparati per l'automedicazione sono disponibili come prodotto da banco nelle farmacie in Germania e Austria a partire dai dieci anni, in Svizzera a partire dai dodici anni.

Gravidanza e allattamento

Dal suo lancio sul mercato negli anni '1950, non sono stati segnalati effetti dannosi del lassativo durante la gravidanza. Bisacodyl può quindi essere utilizzato in gravidanza a breve termine dietro consiglio medico.

I dati clinici mostrano che né il bisacodile né il suo metabolita passano nel latte materno. Le donne possono quindi continuare ad allattare senza restrizioni durante l'uso.

Come ottenere farmaci con bisacodile

Bisacodyl è disponibile in forma orale (ad esempio compresse) e sotto forma di supposte nelle farmacie in Germania, Austria e Svizzera senza prescrizione medica.