Bezafibrato: effetti, applicazioni, effetti collaterali

Come funziona il bezafibrato

Il bezafibrato e altri fibrati attivano alcuni siti di aggancio per le sostanze messaggere endogene nelle cellule epatiche, i cosiddetti recettori attivati ​​dal proliferatore del perossisoma (PPAR). Questi recettori regolano l'attività dei geni coinvolti nel metabolismo dei grassi e dei carboidrati.

Nel complesso, l’assunzione di bezafibrato abbassa principalmente i trigliceridi. Allo stesso tempo, il valore LDL viene leggermente abbassato e il valore HDL leggermente aumentato. Inoltre, è stato dimostrato che i fibrati hanno un effetto positivo sul diabete, sui disturbi della coagulazione e sull’infiammazione.

sfondo

Esistono diversi gruppi di lipoproteine. I più conosciuti sono LDL e HDL. L’LDL trasporta il colesterolo e altre sostanze liposolubili dal fegato ad altri tessuti, mentre l’HDL effettua il trasporto nella direzione opposta.

Ma anche i trigliceridi (TG) possono essere elevati, sia isolatamente che in combinazione con altre lipoproteine. Ciò è particolarmente comune nei casi di grave sovrappeso (obesità), alcolismo e diabete di tipo 2.

Di conseguenza, il medico consiglierà innanzitutto una dieta equilibrata e ipocalorica, la perdita di peso (in caso di sovrappeso) e l'esercizio fisico. Se queste misure non riescono (sufficientemente) a ridurre i livelli elevati di TG, vengono prescritti fibrati come il bezafibrato.

Assorbimento, degradazione ed escrezione

Quando si assumono compresse a rilascio ritardato di Bezafibrato (compresse a rilascio prolungato), i livelli ematici si dimezzano nuovamente dopo circa due o quattro ore.

Quando si usa il bezafibrato?

Le indicazioni per l'uso (indicazioni) del bezafibrato includono:

  • livelli di trigliceridi gravemente elevati con o senza concomitante riduzione dei livelli di HDL
  • Iperlipidemia mista (livelli elevati di trigliceridi e colesterolo LDL), quando una statina è controindicata o non tollerata

Come viene utilizzato il Bezafibrato

Il bezafibrato può essere assunto sotto forma di compresse non ritardate (a rilascio immediato). La dose abituale è di 200 mg tre volte al giorno. D'altra parte sono disponibili anche compresse a rilascio prolungato. Si assumono una volta al giorno (al mattino o alla sera) (dosaggio: 400 milligrammi di bezafibrato).

Quali sono gli effetti collaterali del bezafibrato?

L'effetto collaterale più comune del trattamento con bezafibrato è un aumento del livello di creatinina nel sangue. Un aumento eccessivo di questo valore può indicare che i reni non funzionano più sufficientemente bene: è quindi necessario ridurre la dose o interrompere completamente il trattamento con bezafibrato.

Discuti in particolare del dolore muscolare e delle reazioni allergiche con il tuo medico curante.

Cosa bisogna considerare quando si assume il bezafibrato?

Controindicazioni

Il bezafibrato non deve essere assunto nei seguenti casi:

  • ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti del farmaco
  • malattie del fegato (tranne il fegato grasso)
  • malattie della colecisti
  • reazione fotoallergica (rara forma di allergia al sole) in passato dopo aver assunto fibrati
  • Disfunzione renale (che richiede una riduzione della dose e, se necessario, la sospensione del bezafibrato).
  • in combinazione con statine se vi sono condizioni concomitanti che aumentano il rischio di malattie muscolari (miopatia), ad esempio disfunzione renale, infezioni gravi, ferite

Interazioni

Il farmaco che abbassa il colesterolo colestiramina inibisce l'assorbimento del bezafibrato nell'intestino. I due principi attivi vanno quindi assunti ad almeno due ore di distanza l'uno dall'altro.

Anche l’effetto dei farmaci ipoglicemizzanti (come sulfaniluree e insulina) nei diabetici è potenziato dal bezafibrato. Il medico potrebbe quindi dover adattare la terapia del diabete.

Il bezafibrato non deve essere assunto insieme agli inibitori della monoaminoossidasi (inibitori MAO). Gli inibitori MAO sono usati per la depressione e il morbo di Parkinson.

Limitazione di età

Gravidanza e allattamento

Le donne in gravidanza e in allattamento non dovrebbero assumere bezafibrato a causa dei dati limitati. Se possibile, evitare l'uso in questi gruppi di pazienti.

Come ottenere medicinali contenenti bezafibrato

I medicinali contenenti il ​​principio attivo bezafibrato sono disponibili solo su prescrizione in Germania, Austria e Svizzera. In Svizzera si trovano sul mercato solo le compresse ritardanti.

Da quando è noto il bezafibrato?

Dall’introduzione delle statine, che hanno minori effetti collaterali, nel 1987, l’uso di preparati contenenti il ​​principio attivo bezafibrato è costantemente diminuito.