Balanite (infiammazione del glande): trattamento

Breve panoramica

  • Cause e fattori di rischio: igiene personale eccessiva o inadeguata e infezioni, gli uomini non circoncisi sono colpiti più frequentemente rispetto agli uomini circoncisi
  • Trattamento: per lo più terapia esterna con bagni o unguenti, talvolta compresse, raramente intervento chirurgico
  • Sintomi: i sintomi più comuni della balanite comprendono dolore, prurito, eruzioni cutanee, secrezione e altri cambiamenti al glande
  • Durata: il decorso della malattia dipende dalla causa, ma anche dallo stato di salute del paziente.
  • Diagnosi: anamnesi ed esame fisico, se si sospetta una balanite infettiva, eseguire un tampone sul glande e sull'apertura uretrale per determinare l'agente patogeno
  • Prevenzione: adeguata igiene intima e protezione contro gli agenti patogeni trasmessi durante i rapporti sessuali

Cosa causa la balanite?

Esistono molte possibili cause per lo sviluppo della balanite. Spesso c'è una combinazione di diverse cause. Ad esempio, l'irritazione meccanica spesso favorisce un'infezione. In un terzo di tutti i pazienti non viene identificata alcuna causa chiara dell'infiammazione del glande.

Le cause della balanite possono essere approssimativamente suddivise in cause non infettive e infettive. Tuttavia, l’infiammazione del glande si verifica anche nel contesto di altre malattie.

Cause non infettive di balanite

Anche alti livelli di stress meccanico e chimico talvolta provocano balanite. Ciò può essere causato, ad esempio, da lavaggi e disinfettanti eccessivi. In alcuni casi, la balanite è anche il risultato di un'irritazione o di una reazione allergica a farmaci, profumi o preservativi (in lattice).

I medici chiamano balanite simplex (semplice infiammazione del glande) anche l'infiammazione del glande dovuta a una causa non infettiva.

Cause infettive di balanite

Le due cause più comuni di balanite infettiva sono le infezioni batteriche e fungine.

Le cause batteriche della balanite comprendono infezioni da stafilococchi, enterococchi, streptococchi e Mycobacterium tuberculosis, l'agente eziologico della tubercolosi.

Anche il batterio Gardnerella vaginalis è una possibile causa di balanite. Questo germe è spesso la causa della vaginite batterica (vaginosi). Durante il rapporto sessuale è possibile che i batteri si trasferiscano al pene e provochino l'infiammazione del glande.

La balanite causata da funghi di lievito è anche nota come balanite da candidomicetica. Come le infezioni batteriche, le infezioni fungine sono localizzate o sistemiche (cioè colpiscono anche il resto del corpo).

Un'altra infezione fungina, ovvero quella da Malassezia furfur, è la cosiddetta pitiriasi versicolor. Questa forma di fungo della pelle è relativamente rara in Europa, ma comune nelle regioni tropicali. Colpisce soprattutto la schiena, le spalle, il collo e il torace, a volte anche altre parti del corpo come il pene. Questa infezione fungina è caratterizzata da cambiamenti nettamente definiti, brunastri e squamosi.

Altre infezioni fungine colpiscono il pene anche meno frequentemente. Si tratta principalmente di funghi che si depositano nell'inguine e nel tempo si diffondono continuamente al pene.

Anche il glande si infiamma più frequentemente in relazione a malattie sessualmente trasmissibili. Particolarmente degne di nota sono le infezioni da herpes virus e papillomavirus umano (HPV), in particolare i tipi 6 e 11. L'HPV in particolare porta a una balanite prolungata, che non è facile da superare.

Altri possibili fattori scatenanti sono i trichomonadi, i gonococchi (agente eziologico della gonorrea/gonorrea), Treponema pallidum (agente eziologico della sifilide) e Haemophilus ducreyi (agente eziologico dell'ulcus molle).

Balanite nel contesto di altre malattie

Diverse malattie della pelle favoriscono lo sviluppo della balanite o addirittura la innescano. Questi includono la dermatite seborroica, la psoriasi e la malattia autoimmune pemfigo volgare.

Nell'ambito dell'artrite reattiva o post-infettiva (ex malattia di Reiter), un'infiammazione non infettiva, circa un quarto delle persone colpite sviluppa balanite. Questa malattia è caratterizzata dai tre sintomi di infiammazione articolare, uretrite e congiuntivite. Di solito si verifica da una a quattro settimane dopo un'infezione del tratto urinario o gastrointestinale ed è anche nota come balanite circinata.

La balanite plasmacellularis zoon si manifesta negli uomini anziani di età superiore ai 60 anni. La causa di questa forma di infiammazione delle ghiande non è chiara. Porta a lievi sanguinamenti e depositi di emosiderina, una proteina di deposito del ferro. Inoltre, le cellule immunitarie si infiltrano nel tessuto del glande.

In rari casi, l'infiammazione dei cordoni del tessuto connettivo porta alla morte dei tessuti e provoca quindi una pericolosa balanite gangrenosa. Ciò richiede un trattamento immediato.

Balanite nel contesto del trattamento del cancro

Fattori di rischio per balanite

Il principale fattore di rischio per la balanite è un'igiene intima inadeguata. È importante lavare quotidianamente il pene e soprattutto il glande con acqua tiepida e rimuovere lo smegma. La mancata pulizia, ma anche una pulizia eccessivamente aggressiva, favorisce lo sviluppo della balanite.

Un prepuzio ristretto, difficile o impossibile da retrarre (fimosi), favorisce anche l'infiammazione del glande, poiché ciò rende più facile per gli agenti patogeni attaccarsi al glande e diffondersi. Per questo motivo la circoncisione sembra ridurre significativamente il rischio di balanite.

Statisticamente, le persone con determinate malattie hanno maggiori probabilità di contrarre la balanite rispetto alle persone altrimenti sane. Ciò è particolarmente vero per le persone con diabete mellito. Lo zucchero nelle urine dei diabetici presumibilmente favorisce lo sviluppo della balanite. I pazienti diabetici hanno spesso un'infezione fungina come causa della balanite.

Anche l’obesità grave e le malattie infiammatorie croniche intestinali, il morbo di Crohn e la colite ulcerosa sono considerati fattori di rischio per l’infiammazione delle ghiande.

Trattamento della balanite

Per curare la balanite stessa, il lavaggio quotidiano della zona genitale con acqua tiepida è altrettanto importante quanto una buona asciugatura. I semicupi sono un buon rimedio casalingo per supportare la terapia.

I rimedi casalinghi hanno i loro limiti. Se i sintomi persistono per un periodo di tempo più lungo e non migliorano o addirittura peggiorano, è opportuno consultare sempre un medico.

Trattamento locale della balanite

In caso di infiammazione infettiva delle ghiande, di solito è sufficiente il trattamento locale (esterno) della balanite. Contro i batteri viene solitamente prescritta una pomata contenente l’antibiotico metronidazolo. Ha uno spettro d'azione molto ampio. Il cotrimazolo, che è efficace contro una varietà di funghi, viene solitamente utilizzato per trattare i funghi (ad esempio la balanite da candida). Questo di solito è sufficiente per sconfiggere l'infezione.

Se dopo quattro settimane di terapia antifungina non si riscontra alcun successo, è consigliabile riconsiderare la diagnosi. In caso di balanite di origine non infettiva, di solito si tenta prima la terapia locale con una pomata al cortisone. Il cortisone glucocorticoide riduce l'infiammazione e quindi di solito migliora significativamente i sintomi. Va tuttavia tenuto presente che i sintomi del cancro (stadi precancerosi) possono anche migliorare durante la terapia con cortisone e poi ripresentarsi una volta interrotta l'unguento.

Terapia della balanite con compresse

In determinate situazioni, il farmaco deve essere assunto sotto forma di compresse. Ciò vale ad esempio per il diabete mellito, l'alcolismo grave, la chemioterapia, l'AIDS e l'uso prolungato di cortisone. In questi casi aumenta anche il rischio che l’infezione si ripresenti.

Chirurgia

In caso di balanite ripetuta e prepuzio ristretto, il medico può suggerire la circoncisione come opzione terapeutica. Ciò comporta la rimozione chirurgica del prepuzio del pene. Gli uomini circoncisi sono generalmente meno suscettibili alle infezioni. L'intervento chirurgico viene spesso eseguito per prevenire il restringimento dell'uretra, in particolare nei casi di lichen sclerosus.

Terapia della balanite per bambini

Esistono raccomandazioni terapeutiche speciali per i bambini che dovrebbero essere seguite. I genitori o il bambino stesso dovrebbero eseguire costantemente l'igiene intima quotidiana con il prepuzio retratto. Dopo aver consultato il pediatra, se necessario, lui o lei prescriverà una pomata adatta.

Se il prepuzio è ristretto, eventualmente spingerlo indietro solo previo accordo con il medico curante. Questo è spesso molto doloroso e spiacevole. Per questo motivo viene valutato caso per caso il ricorso all'anestesia locale con pomata o la somministrazione di antidolorifici (eventualmente anche localmente).

Il sintomo principale della balanite è il glande più o meno dolorosamente arrossato e infiammato. Tuttavia, di solito sono solo gli strati superiori della pelle ad essere infiammati e non il tessuto erettile profondo del glande. Le persone colpite lamentano spesso eruzioni cutanee (come macchie o chiazze rosse) e cambiamenti poco chiari al glande. Un altro sintomo spesso menzionato è il bruciore o il prurito del glande.

Oltre all'eruzione cutanea rossa, gli uomini colpiti di solito soffrono anche di secrezioni dal pene. Queste secrezioni possono essere di diversi colori e maleodoranti. La consistenza è spesso purulenta. Tirare indietro il prepuzio è solitamente difficile e doloroso.

Tuttavia, ciò accade anche quando il glande si gonfia (edema). Ciò rende la minzione difficile e dolorosa. Nei casi più gravi, ciò a volte interferisce con il controllo del flusso di urina. A volte la balanite è addirittura associata all'impotenza, anche se solo temporanea.

Indizi sulla causa della balanite

Inoltre, ci sono una serie di segni di balanite che forniscono già indicazioni su un possibile fattore scatenante. Alcuni sono elencati qui come esempi:

  • Quando viene infettato dal virus dell'herpes, si forma un gran numero di vesciche raggruppate. L'infezione è solitamente accompagnata da febbre e gonfiore dei linfonodi inguinali.
  • Un'infezione da papillomavirus umano (HPV) provoca condilomi. Si tratta di escrescenze simili a cavolfiori che spesso si trovano alla base del glande.
  • L'infezione da sifilide porta ad un'ulcera dolorosa con bordi duri.
  • Un rossore accentuato o una colorazione biancastra con prurito sono indicatori di un'infezione fungina.
  • La balanite nel contesto dell'artrite reattiva o post-infettiva è caratterizzata da arrossamento con bordo bianco e danno cutaneo sul glande.
  • La balanite plasmacellularis zoon è un'infiammazione cronica del glande di causa sconosciuta. È caratterizzato da zone lisce, laccate e bruno-rossastre.

Quanto dura la balanite?

La balanite non trattata a volte risale lungo il tratto urinario. Le possibili conseguenze sono un'infezione delle vie urinarie, un'infiammazione della vescica o della prostata. Le infezioni del tratto urinario sono rare negli uomini e devono essere trattate in modo più coerente rispetto alle donne.

Se la balanite non migliora, nonostante il trattamento corretto, ciò potrebbe indicare un processo maligno. In questo caso, dovrebbe essere eseguita una biopsia. Nella maggior parte dei casi si tratta del precursore di un cancro (eritroplasia Queyrat), che in alcuni casi si sviluppa in un carcinoma.

Nei pazienti con sistema immunitario indebolito la balanite infettiva deve essere monitorata con particolare attenzione. Da un lato è facile che l’infezione si diffonda e colpisca altre parti del corpo. D'altra parte, la balanite può essere il primo segno di un'infezione esistente nel corpo.

Inoltre, le infezioni nei sistemi immunitari indeboliti spesso hanno un decorso molto più grave che nelle persone sane e sussiste il rischio di gravi danni alla pelle con sanguinamento. La balanite fungina persistente porta quindi ad un'infiammazione dolorosa dei vasi sanguigni in alcuni pazienti immunocompromessi.

In rari casi, la balanite provoca un restringimento del prepuzio (fimosi).

Cos'è la balanite?

La balanite è più comune negli uomini non circoncisi e si verifica con la stessa frequenza in tutte le fasce d'età, compresi neonati e bambini piccoli. Tuttavia, la frequenza delle diverse cause dell’infiammazione del glande varia a seconda dell’età.

Nel complesso, si stima che tra il XNUMX e l'XNUMX% di tutti gli uomini soffrano ogni anno di balanite. Tuttavia, la maggior parte degli studi sull’infiammazione del glande hanno esaminato solo bambini e uomini sessualmente attivi.

Balanite: esami e diagnosi

Quale medico dovresti consultare se hai la balanite? Gli uomini adulti dovrebbero consultare un urologo se sospettano un'infiammazione del glande. Il primo passo nella diagnosi della balanite è una discussione dettagliata con il paziente per raccogliere un'anamnesi. Il medico farà domande come

  • Con quale intensità pratichi l'igiene intima?
  • Hai notato qualche cambiamento al glande o al pene?
  • Soffri di dolore o prurito dentro o intorno al glande?
  • Hai problemi con la minzione o i rapporti sessuali?
  • Hai qualche condizione cutanea nota o altre malattie?

Come descritto nella sezione Sintomi, molte cause della balanite possono essere identificate da cambiamenti tipici e visibili sul glande, come ad esempio vescicole raggruppate in caso di infezione da herpes.

Se si sospetta un'infiammazione infettiva del glande, è comunque necessario prelevare uno striscio dal glande e dall'ingresso nell'uretra per determinare l'agente patogeno. Questo tampone viene esaminato al microscopio. In alcuni casi, i diversi batteri o funghi vengono identificati con l'aiuto di coloranti speciali. Se il medico utilizza una coltura per coltivare gli agenti patogeni esistenti, questi possono essere identificati ancora meglio.

In casi molto rari, soprattutto nel caso di alcuni tipi di funghi, viene analizzato il sangue dei pazienti affetti da balanite per individuare l'agente patogeno o gli anticorpi contro l'agente patogeno. Tuttavia, l’esame del sangue è solitamente riservato ai casi poco chiari e gravi.

In caso di balanite poco chiara e complicata viene preso in considerazione un piccolo campione di tessuto (biopsia). Nel caso della balanite infettiva, tuttavia, i risultati di una biopsia sono generalmente aspecifici. In casi incerti, la biopsia viene utilizzata principalmente per indagare sul sospetto di un tumore o di una malattia della pelle.

Se ci sono problemi a urinare, il medico esaminerà l'apertura uretrale per individuare eventuali segni di infiammazione. Chiederà al paziente se il prepuzio “si gonfia” durante la minzione. Se vi è evidenza di coinvolgimento delle vie urinarie, il medico eseguirà un esame ecografico della vescica per determinare se vi sia qualche ostruzione al flusso di urina.

È possibile che la balanite sia scatenata da più cause contemporaneamente. Ciò significa che potrebbero essere necessarie ulteriori indagini anche dopo aver identificato una presunta causa. Ad esempio, non è improbabile che oltre alla verruca ci sia un'altra infezione causata dal papillomavirus umano.

I segnali di pericolo di un decorso complicato di balanite sono

  • Segni di avvelenamento del sangue (sepsi)
  • Diabete mellito scarsamente controllato
  • Incapacità di ritrarre il prepuzio
  • Blocchi durante la minzione

Balanite: prevenzione

La balanite è spesso causata da un'igiene intima eccessivamente aggressiva o inadeguata. Un’adeguata igiene intima è quindi importante per ridurre il rischio di balanite. Alcuni fattori di rischio, come la malattia infiammatoria cronica intestinale, non possono essere prevenuti. Tuttavia è possibile prevenire le infezioni nella zona genitale che aumentano il rischio di balanite.